Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (923 voti)
Gennaio 2015
Se la prof invia un selfie sexy agli studenti
Windows 10 è gratis per gli utenti di Windows 7 e 8
Antibufala: SismAlarm
Quei cellulari cinesi preinfettati in fabbrica
Bandire WhatsApp
Oltre 2.000 giochi per DOS disponibili gratis nel browser
Nasa, scoperti otto nuovi fratelli della Terra
Ventiduenne svela il trucco per trovare voli sottocosto
iPad da 12 pollici, spuntano le prime foto
Addio Internet Explorer, arriva Spartan
Dicembre 2014
Per rubare le impronte digitali basta una foto
Nuovo blackout Wind (risolto), utenti senza Internet e telefono
Agcom: ''Contratti di telefonia siano sempre in forma scritta''
Uomo entra in Facebook. Sul computer della casa che sta svaligiando
Amazon regala 175 euro di app per Natale
Tutti gli Arretrati

Google si dà alla programmazione e crea Go

Go è un linguaggio di programmazione creato per unire velocità di compilazione e semplicità nella scrittura del codice.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-11-2009]

Google Go linguaggio programmazione

Se gli strumenti già esistenti non ti soddisfano, crea quello che ti serve: seguendo questo principio dai laboratori di Google è nato Go, un linguaggio di programmazione che vuole unire velocità di compilazione e semplicità nello sviluppo.

Le menti dietro a Go - che gli hanno dedicato quel famoso 20% del tempo lavorativo disponibile per i progetti personali - sono Ken Thompson, Rob Pike e Robert Griesemer, decisi a creare un linguaggio che facesse sintesi tra una compilazione efficiente, un'esecuzione altrettanto efficiente e la facilità nella programmazione.

Così è nato Go, che ancora si trova a livello di esperimento ma promette di crescere in fretta: per accelerarne lo sviluppo, Google ha deciso di rilasciarlo come open source, sotto una licenza di tipo Bsd.

I programmi scritti in Go avranno una velocità di esecuzione paragonabile a quella dei programmi scritti in C o C++, ma s'ispira alla rapidità di progettazione e scrittura del codice che linguaggi come Python consentono.

Sul sito dedicato si trovano tutte le informazioni finora disponibili oltre, naturalmente, alla possibilità di scaricare il materiale necessario per testare questa nuova idea uscita dal cilindro di Google.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (2)


freemind
Quoto tutto anche se a volte se si ha fretta un sistema senza tante balle viene in aiuto. Il problema alla fine è sempre uno: o hai tempo oppure no. Nel primo caso puoi fare tutto quello che vuoi, con i costi che vuoi e alla fine avrai un buon prodotto, nel secondo caso avrai sempre una ciofeca (o come codice o come prodotto finale). ... Leggi tutto
12-11-2009 18:16


zeross
Un buon programmatore e colui che è in grado di pianificare il suo elaborato in modo ordinato e razionale, tal si che possa poter eseguire la revisione del codice in maniera veloce ed efficiente. :read: Un buon programmatore viene avvantaggiato dalla presenza di un compilatore prestante ed un linguaggio agevole. :mrgreen: Però da soli... Leggi tutto
12-11-2009 15:13


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics