Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (246 voti)
Dicembre 2014
Da BMW l'auto che si cerca il parcheggio da sola
Honor T1, il tablet economico di Huawei
Windows 10 integra Cortana e l'app per la Xbox
Treviso, ragazzini condividono filmato hard con Whatsapp
Il reggiseno bionico che solleva e sistema il seno alla perfezione
Il macchinario che trasforma l'acqua in petrolio
Serve davvero proteggere smartphone e tablet Android con un antivirus?
Sony, migliaia di password in una cartella chiamata ''Password''
Mandare in crash WhatsApp con un singolo messaggio di testo
Lo shopping online? Adesso si fa col Bancomat
Novembre 2014
TIM e Vodafone, LTE fino a 225 Mbit/s
Google rende più semplice vedere tutti i dispositivi connessi al proprio account
Toyota Mirai, l'auto a idrogeno che produce energia per la casa
Malware nelle sigarette elettroniche
Licenziato per un Like su Facebook
Tutti gli Arretrati

In prova: Netgear Powerline AV Ethernet Adapter Kit XAVB101 (3)

IL TEST DI ZEUS - Il software in dotazione permette di cambiare la password e gestire le impostazioni Quality of Service.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-02-2010]

L'uso del software fornito su Cd si rivela a questo punto del tutto opzionale; la sua utilità diventa evidente quando si desidera applicare un aggiornamento del firmware (l'ultimo migliora la gestione della modalità di risparmio energetico) o se si vogliono gestire aspetti particolari della configurazione.


Clicca per ingrandire

La schermata principale dell'Utilità di Configurazione mostra l'elenco degli adattatori presenti in rete, la velocità di trasmissione, i loro indirizzi Mac e la versione del firmware.

Netgear garantisce che attraverso la rete Powerline così creata è possibile trasmettere filmati in streaming: la colonna Qualità indica visivamente se questo è possibile (la velocità di connessione è superiore agli 80 Mbit/s e dunque il led centrale è verde).

Dall'utilità è possibile riportare gli adattatori alle impostazioni di fabbrica e cambiare la chiave crittografica della rete in maniera semplice a patto di inserire la password dei dispositivi su cui si agisce (si trova segnata su un adesivo posto su ogni adattatore).


Clicca per ingrandire

La scheda QoS (Quality of Service) consente poi di definire a quale tipo di traffico dare la precedenza mentre la scheda Diagnostica aiuta nell'identificazione di eventuali guasti.

Il lato negativo di questo software è la sua disponibilità unicamente per Windows: sono supportate tutte le versioni a 32 bit da 2000 a Windows 7, oltre a Windows Vista 64 bit.

L'articolo continua...

1 - Netgear Powerline
2 - Installazione facile, crittografia a 128 bit
3 - Il software di gestione
4 - Conclusioni e tabelle

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (4)


SverX
in teoria sì, è fattibile. In pratica è piuttosto complicato perché sulla rete elettrica ci sono tanti trasformatori e tanti filtri che tagliano via le frequenze per diminuire il disturbo sulla fase... quindi già spesso apparati come questo non funzionano tra un palazzo e l'altro sulla stessa via...
22-3-2010 15:15

{chemax}
salve, a questo punto potreebe essere che i distributori di energia elettrica possano essere anche "internet provider" (non so se si dice così) a banda larga aiutando a superare il "digital divide"? e portando l'adsl lì dove non c'è?
22-3-2010 14:18


Zeus
Buon per te :-) Quello riportato nell'articolo, come sempre, è il prezzo ufficiale di listino comunicato dal produttore o dal distributore. Leggi tutto
19-2-2010 04:58

{Riccardo}
L'ho acquistati a 85 Euro meno di un mese fa, vanno benissimo. Attenzione solo: non sono compatibili col modello precedente che andava a 85. Possono esserci 2 da 200 e 2 da 85 sulla stessa rete ma lavorano a 2 a 2 e non 4 assieme.
18-2-2010 19:32

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics