Sondaggio
Durante un lungo viaggio in treno o in aereo, che cosa preferisci fare?
Ascoltare la musica
Chiacchierare coi vicini
Dormire
Giocare (con il notebook, il tablet, lo smartphone ecc.)
Guardare un film o una serie Tv
Guardare il panorama... o le hostess
Lavorare al computer
Leggere un libro, o un ebook
Navigare su Internet (vale solo in treno)
Telefonare (vale solo in treno)

Mostra i risultati (1703 voti)
Agosto 2015
Samsung Galaxy Note 5, scoppia il ''Pengate''
Windows 10 bandito dai tracker BitTorrent
Apple, arriva l'iPad Pro
L'e-diesel senza gasolio di Audi, carburante ''pulito''
Tutti i grandi spioni di Facebook: come aggirarli
Apple chiude tutti i Macbook di 6 gradi
NASA: razzi senza carburante con motore a microonde
La lente bionica per correggere i difetti di vista meglio del laser
Kim Dotcom: State lontani da Mega
Google cambia nome: nasce Alphabet
Un trucco per velocizzare Android (o rallentarlo fino alla morte)
Fusione Wind e 3, diventa primo gestore in Italia (ma russo-cinese)
Windows 10: come aggiornare il PC senza aspettare
Catturare una regione dello schermo
Luglio 2015
Windows 10: Disabilitare il pericoloso sharing del Wi-Fi, attivo di default
Tutti gli Arretrati

Ig Nobel 2010, premiati tre italiani

Il premio per il management va a tre ricercatori dell'Università di Catania. Hanno dimostrato scientificamente il "principio di Peter".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-10-2010]

Premio Ig Nobel 2010 Italia principio di Peter

Il 30 settembre, nel teatro dell'Università di Harvard, come ogni anno sono stati assegnati i Premi Ig Nobel, la parodia dei Premi Nobel svedesi che si qualifica come "La scienza che prima fa ridere e poi fa pensare".

Quest'anno uno dei premi è andato anche all'Italia: Alessandro Pluchino, Andrea Rapisarda e Cesare Garofalo, dell'Università di Catania, hanno vinto l'Ig Nobel per il management.

Creando un modello matematico hanno fornito una dimostrazione scientifica al cosiddetto principio di Peter (che prende il nome dallo psicologo canadese Laurence Peter, il quale definì in chiave satirica i meccanismi che governano le carriere nelle aziende) secondo il quale "in ogni gerarchia, un dipendente tende a salire fino al proprio livello di incompetenza".

I tre hanno cercato anche una soluzione per evitare il fenomeno: "Per quanto possa sembrare paradossale, una strategia che promuova ai ranghi superiori in maniera casuale sembra dare dei buoni risultati ed aumenta l'efficienza dell'organizzazione".

I premi Ig Nobel riservano sempre delle sorprese divertenti e interessanti al tempo stesso; lo scorso anno, per esempio, il premio per la Salute Pubblica fu vinto dalla creatrice di un reggiseno trasformabile in due maschere antigas.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (5)

Chi sa fare fa. Chi non sa fare insegna. Chi non sa insegnare amministra. Purtroppo nel 99.9% dei casi succede proprio questo.
4-10-2010 12:26

anch'io spezzo un'arancia a favore... meglio uno qualsiasi che potrebbe essere cretino soltanto al 75% che un "eletto" da 100% Leggi tutto
4-10-2010 03:05

hai ragione MDA, serve a dimostrare che i peggiori stanno in cima alla piramide.... PURTROPPO PER NOI :evil:
1-10-2010 22:46

Invece io spezzo una lancia in favore, perchè per assurdo quella ricerca serve! Ciao Leggi tutto
1-10-2010 22:07

Perché non mandare il link al ministro Brunetta? :aureola: :mrgreen:
1-10-2010 19:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics