Sondaggio
E' corretto utilizzare i social network in ufficio?
Sì, perché offrono numerose occasioni per migliorare la propria produttività.
Sì, perché sono strumenti validi per condividere opinioni lavorative con amici e colleghi.
Sì ma con moderazione: una pausa di cinque minuti ogni tanto allenta la tensione e migliora la produttività.
No, perché la commistione tra aspetti privati e professionali generata dall'utilizzo di questi strumenti potrebbe causare problemi sul posto di lavoro.
No, perché non è corretto scambiare opinioni relative a questioni lavorative attraverso i social media.
No, perché hanno un impatto negativo sulla produttività.
Non saprei.

Mostra i risultati (1284 voti)
Gennaio 2015
Google: Gli utenti dei vecchi Android si arrangino
Se la prof invia un selfie sexy agli studenti
Windows 10 è gratis per gli utenti di Windows 7 e 8
Antibufala: SismAlarm
Quei cellulari cinesi preinfettati in fabbrica
Bandire WhatsApp
Oltre 2.000 giochi per DOS disponibili gratis nel browser
Nasa, scoperti otto nuovi fratelli della Terra
Ventiduenne svela il trucco per trovare voli sottocosto
iPad da 12 pollici, spuntano le prime foto
Addio Internet Explorer, arriva Spartan
Dicembre 2014
Per rubare le impronte digitali basta una foto
Nuovo blackout Wind (risolto), utenti senza Internet e telefono
Agcom: ''Contratti di telefonia siano sempre in forma scritta''
Uomo entra in Facebook. Sul computer della casa che sta svaligiando
Tutti gli Arretrati

Il Wi-Fi arriverà a 1 Gbit/s

Lo standard 802.11ac manderà in pensione il Wi-Fi "n". I primi dispositivi saranno in vendita già l'anno prossimo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-02-2011]

Wi-Fi 802.11ac Gigabit
Foto via Fotolia

Lo standard Wi.Fi 802.11n ha preso piede in tempi relativamente recenti, eppure è già tempo di pensare alla tecnologia che lo manderà in pensione.

Non è certo questione di mesi ma entro al massimo quattro anni - secondo le previsioni di In-Stat - nel mondo sarà già operativo un miliardo di dispositivi adeguati allo standard Wi-Fi 802-11ac.

Sfruttando ancora la banda al di sotto dei 6 GHz, 802.11ac promette di raggiungere una velocità di 1 Gbit/s grazie all'invio di flussi di dati multipli in contemporanea.

Al momento lo standard non è ancora stato definito, ma la sua procedura di approvazione dovrebbe marciare più spedita rispetto a quella di 802.11n: entro la fine del 2011 la bozza dovrebbe essere completa, mentre i primi prodotti compatibili con 802.11ac potrebbero arrivare sul mercato entro la fine del 2012.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Approfondimenti
Le soluzioni Netgear e Asus per un Wi-Fi superveloce
Wi-Fi a 10 Gbps con Huawei

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)


SverX
Esperienza personale, misurata al cronometro: HD esterno su USB2 -velocità teorica 480Mbps- velocità reale 65%. Ma costante ed effettiva. Leggi tutto
9-2-2011 10:28


carobeppe
A chi si chiede a cosa serva: non ragioniamo solo in ambito domestico! Lavoro per un importante ISP italiano che opera nella mia zona con tecnologia wireless 802.11a. Ebbene, se la backbone è costruita con ponti PDH/SDH ad alta capacità, le singole BS spillano banda dalla dorsale e la ridiffondono a 5GHz a 54Mbps complessivi (che si... Leggi tutto
9-2-2011 07:56


the9ull
Di solito la velocità indicata negli standard indica solo una velocità massima teorica. Nel caso del Wi-fi non si tratta nemmeno delle velocità massima del flusso di dati, ma solo quella della singola scheda di rete. Questo significa che non vengono calcolati tutti i tempi morti che ci sono fra un pacchetto e l'altro, quelli usati per... Leggi tutto
9-2-2011 00:24


Zeus
Il fighettone non spende quei soldi in un router :-) Leggi tutto
8-2-2011 22:31

fabrizioroccapc
e poi simili velocità servono solo a chi deve scaricare o inviare contenuti ad alta velocità ad esempio ad un NAS, e non il solito fighettone che spenderà 300 euro di nuovo router e 1000 euro di nuovo computer solo per connettersi ad internet.
8-2-2011 21:54


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics