Street View, stop in Germania

Google richiama le auto: non scatterà altre fotografie per le strade tedesche.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-04-2011]

Google stop Street View in Germania

Google si è arresa all'ostilità della Germania: il servizio Street View in terra tedesca non verrà più aggiornato.

Con un post sul blog ufficiale l'azienda ha comunicato la decisione di non scattare più alcuna foto, mentre resteranno online le immagini già pubblicate, relative a 20 città.

Già prima di debuttare in Germania, Street View ha incontrato l'avversione di quanti temevano che il servizio minasse la loro privacy: per questo Google aveva offerto la possibilità di far oscurare la propria abitazione prima dell'avvio ufficiale.

Tutto ciò non era comunque servito a eliminare la diffidenza nutrita sia dai cittadini che dalle autorità per la protezione dei dati personali, una situazione peggiorata dall'involontaria raccolta dei dati provenienti dalle reti Wi-Fi non protette.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Scusa. Tu non mi conosci, vedi una persona che cammina e la immortali in una foto che poi verrà anche oscurata prima della pubblicazione. Come fai a sapere che sono io? Che male mi potresti fare? per di più non mi conosci? E poi, sicccome sto camminando per i fatti miei, non sto rubando, non passeggio con l'amante, e non sto facendo... Leggi tutto
13-12-2011 01:26

Sono assai restio a considerare come violazione della privacy una mia foto scattata casualmente da una Google car e successivamente inserita su Street View, come mi risulta assai difficile pensare che la stessa foto casuale possa essere successivamente usata da qualcuno a mio danno. Quanto sopra, ovviamente, ammesso che io non mi trovi... Leggi tutto
17-4-2011 18:17

Ho l'impressione che, in questi tempi di socialnetworking compulsivo, un bel po' di gente sia portata a travisare il concetto di privacy. Sfugge a molti che il problema vero nel rapporto privacy/internet sta nell'essere "taggati" con il proprio nome e cognome. L'eventualita' che una nostra foto casuale possa essere trovata da... Leggi tutto
12-4-2011 20:29

Ma io mi chiedo come nel nostro Paese ci possano essere persone con una tale fobia nei confronti del rispetto della privacy quando la legalità è un concetto sconosciuto ai più... Allora vietiamo la trasmissione delle partite di calcio (viene ripreso tutto il pubblico) e, magari, anche della Santa Messa la domenica mattina, per favore!... Leggi tutto
12-4-2011 16:42

Il fatto che ora mauro sia in una strada è un dato di cronaca quindi storico e realmente accaduto. Dove sta il problema se l'immagine viene fissata? Poi tieni conto che in teoria i volti vengono oscurati... Questo servizio di google è molto importante e potente, ha permesso la nascita di tanti software che in alternativa sarebbero... Leggi tutto
12-4-2011 12:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (1576 voti)
Aprile 2017
Il mistero delle vie fantasma e delle città inesistenti nelle mappe
7000 bolle di metano in Siberia rischiano di esplodere
L'antivirus che scambia Windows per un malware
Il motore di ricerca BitTorrent personale e inaffondabile
L'attacco phishing impossibile da rilevare
WikiLeaks: Ecco come fa la CIA a violare Windows
La startup che impianta microchip nei dipendenti
''Perché mai dovrebbero rubarmi o clonarmi il profilo Facebook?''
Falla nei chip Wi-Fi, milioni di smartphone vulnerabili
Ubuntu abbandona Unity
Windows 10, il Creators Update è già disponibile
Marzo 2017
''Windows 10 ha distrutto il mio PC'' e fa causa a Microsoft
Wikileaks rivela il ''cacciavite sonico'' della CIA per colpire i Mac
Come violare un account Windows in un minuto
Hai un processore nuovo? Non potrai aggiornare Windows
Tutti gli Arretrati


web metrics