Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (162 voti)
Agosto 2014
La batteria al grafene che ricarica l'auto in pochi minuti
Ripulire l'isola di plastica del Pacifico
Si fotografa nuda nel palazzo del governo
L'estensione per gli ebook di Amazon in versione pirata
Il robot-origami è il primo vero transformer
Napoli lascia il Pinguino e ritorna con Microsoft
Il Comune di Torino abbandona Windows per Linux
La super tempesta solare che minaccia la Terra
Eliminare la pirateria tagliando le dita ai pirati
Luglio 2014
Mega oscurato in Italia, ecco come accedere
La super fibra ottica è disordinata e made in Italy
Attacchi DDoS in aumento, cosa fare per difendersi
Sat-Fi trasforma lo smartphone in satellitare
Ma chi sono i terroristi?
Il ginecologo che fotografava le donne nude
Tutti gli Arretrati

Molte imprese, poche persone: il CNR mappa la Rete italiana

I titolari dei domini .it sono soprattutto uomini del nord.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-05-2011]

CNR Domini .it uomini nord imprese persone fisiche
Foto via Fotolia

In occasione del Festival Nazionale di Internet, che si è svolto a Pisa nei giorni scorsi, l'IIT-CNR ha pubblicato alcuni dati che permettono di farsi un'idea di come sia composta e utilizzata la Rete italiana.

Nel corso dei festeggiamenti per i 25 anni del web in Italia si è potuta disegnare una sorta di identikit dei domini .it.

È così emerso che la maggior parte (il 57,7%) appartiene a imprese, e non a persone fisiche: queste sono titolari soltanto del 29,6% dei domini.

Meno ancora sono i professionisti - il 5,76% - e gli enti no-profit (4,48%).

Certamente, forse questi dati possono trovare una spiegazione almeno parziale se ci si ricorda che sono passati meno di due anni da quando la registrazione dei domini .it è diventata meno burocraticamente complessa, con la lungamente attesa sparizione del fax che prima era necessario inviare.

Da qualche altra parte bisognerà invece cercare la spiegazione per la netta prevalenza maschile tra i titolari dei domini: l'83,32% è infatti registrato da uomini; l'età media è tra i 34 e i 41 anni (per il 16,68% di donne l'età media è la stessa).

Il 54% dei domini appartiene a imprenditori del nord Italia (più di 860.000 domini); i domini che appartengono a residenti del centro sono invece il 24,20% (384.000) e quelli intestati a residenti del sud sono il 21,64% (343.000).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (1)

{Alex69}
Ricordiamo anche che prima del 2004 solo i possessori di partita IVA potevano registrare un dominio e tutt'ora ci sono delle limitazioni nel numero di domini registrati da persone fisiche.Anche questi piccoli particolari oltre alle procedure preistoriche del NIC ed a costi non certo competitivi hanno fatto si che molti preferissero... Leggi tutto
9-5-2011 22:27

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics