Governo, al via l'iniziativa Scuole in Wi-Fi

Gli istituti interessati possono richiedere il kit che permetterà loro di creare una zona dotata di connessione wireless.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-05-2011]

La promessa di connettere tutte le scuole con il Wi-Fi entro il 2012, formulata dai ministro Brunetta e Gelmini, inizia a muovere i primi passi verso la concretizzazione.

Entro il 15 luglio le scuole interessate a ricevere il kit Wi-Fi possono avanzare la propria candidatura telefonando al numero 800.254.009.

Lo scopo del progetto non è coprire gli interi edifici scolastici con il Wi-Fi ma di creare all'interno degli edifici stessi delle zone «aperte a studenti e docenti per favorire la fruizione di servizi di didattica innovativa, sia di tipo didattico che amministrativo» dove la connessione wireless sia presente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 20)

Anzi abbiamo la Gelmini!!!! E prima la Moratti!!!! :lol: :lol: :lol: NDR: Rido per non piangere... Ciao Leggi tutto
26-5-2011 01:32

Tanta roba. Chissà se in Italia vedremmo mai una cosa del genere.. qua uno si deve "ammazzare" sia per la teoria a scuola che per trovare dove far pratica. Leggi tutto
25-5-2011 14:49

Questo si chiama e-learning e funziona benissimo e da decenni in molte zone degli USA (lontano da scuole e comunità), Australia e varie parti dell'Asia, dalle elementari, medie, liceo, tecnici, università. Bisogna di insegnati specificamente preparati e un sistema apposito! Interessante questo libro elettronico "Oltre l’... Leggi tutto
24-5-2011 00:07

Io credo che creare delle zone wifi possa essere comodo se usato adeguatamente per approfondire concetti e tematiche trattati durante la lezione. Un professore potrebbe cercare e scaricare materiale da condividere con gli studenti al fine di sciogliere eventuali nodi non trattati dai testi utilizzati per il corso (come succede per la... Leggi tutto
23-5-2011 13:41

Tanto che il WiFi è nato in ambito universitario per superare delle barriere architettoniche dell'università stessa e poi dopo per scroccare banda da parte degli studenti! 8) :lol: Alla fine qualcuno vide le applicazioni pratiche ed eccoci qui. :twisted: Questo parte dai corsi professionali, liceo e università. Ma non è il... Leggi tutto
22-5-2011 02:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (1813 voti)
Agosto 2017
Accesso a reti Wi-Fi
I sospetti della FDA sull'hamburger vegano
Password, abbiamo sbagliato tutto: usare numeri, maiuscole e caratteri speciali non serve
Arrestato l'hacker che fermò WannaCry
Il file sharing monouso di Mozilla
Antibufala: ''robot di Facebook'' che parlano fra loro una lingua sconosciuta
Video: perché questo uccellino sta a mezz'aria con le ali ferme?
Fondatore di Tor: il Dark Web non esiste
Luglio 2017
Windows 10, Creators Update per tutti
L'antivirus gratuito di Kaspersky
Adobe annuncia la morte di Flash
In arrivo Play Protect, ''antivirus'' di Google per Android
Come violare Facebook con un vecchio numero di telefono
La Camera approva data retention a 6 anni, infilato in emendamento su sicurezza ascensori
Antibufala: il video delle ''scie chimiche'' giganti
Tutti gli Arretrati


web metrics