Critichi Duke Nukem? Come get some!

L'agenzia di PR minaccia chi scrive recensioni negative.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-06-2011]

Duke Nukem recensioni negative Redner minaccia

Le recensioni a Duke Nukem Forever, da poco in vendita, sono per lo più poco lusinghiere.

Nel complesso l'atteso titolo non ha entusiasmato i recensori, che gli hanno assegnato un punteggio basso, un fatto particolarmente grave per un gioco con una così grande campagna di marketing alle spalle: su Metacritic la versione per Xbox 360 è arrivata solo a 49.

Tutto ciò non ha fatto altro che irritare oltre misura The Redner Group, l'agenzia di PR che si è occupata del lancio, al punto che sulla pagina Twitter di questa è apparsa una minaccia per nulla velata, rivolta a chi parla male di Duke Nukem Forever.

«Troppi sono andati troppo oltre con le loro recensioni... stiamo riconsiderando coloro che la prossima volta riceveranno i giochi e coloro che non li riceveranno sulla base del veleno di oggi» si legge: una specie di lista dei buoni e dei cattivi, redatta in base a quanto è positiva l'opinione espressa sull'ultimo videogioco.

Al di là del fatto che annunciare pubblicamente ritorsioni causate da recensioni negative assomiglia molto a un suicidio per un'agenzia di pubbliche relazioni, l'effetto negativo di queste parole ha rischiato di riflettersi anche su 2K Games, editore del gioco.

Così l'azienda non ha impiegato molto a scaricare The Redner Group con un comunicato in cui spiega che le opinioni espresse da Jim Redner non sono le stesse di 2K Games e che da ora l'agenzia non la rappresenta più: «con la stampa abbiamo sempre mantenuto un rapporto di lavoro improntato al mutuo rispetto e non perdoneremo le sue azioni [di Jim Redner, NdR] in alcun modo» ha scritto 2K Games.

A nulla sono valse le scuse pervenute dall'agenzia, tramite le quali Redner ha spiegato di essersi reso conto di aver esagerato ma in buona fede, essendosi impegnato tanto nella promozione di Duke Nukem Forever e di aver quindi scritto quelle parole sull'onda dell'emozione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Duke Nukem 3D vent'anni dopo

Commenti all'articolo (5)

Senza dubbio in questo modo! :sparo: :sparo: :sparo: Comunque ce l'ho in casa da una settimana e sono riuscito a malapena ad installarlo - in questo mi ha lasciato un p˛ perplesso perchŔ praticamente dopo aver installato Steam ha riscaricato completamente il gioco dal sito :? - per˛ appena riesco a giocarci forse riesco anche a... Leggi tutto
18-6-2011 16:07

Che poi io non capisco, era sufficente notificare la cosa al duca che sarebbe uscito dal videogame e sarebbe andato a insegnargli l'educazione....
17-6-2011 15:22

{commercio}
sicuramente un ulteriore modo di far parlare del gioco...
17-6-2011 14:58

Per essere un'agenzia di PR, mi sembra un atteggiamento veramente poco professionale. Io oltre a scaricarla avrei anche chiesto i danni.
17-6-2011 13:06

Dai :D politica come dice l'articolo piuttosto discutibile, posso capire che uno che si impegna a promuovere qualcosa che poi riceve recensioni negative ci rimanga male ma.. caz. sei un direttore di una societÓ di marketing che devi rappresentare, ogni tua parola Ŕ soppesata.. non sei il blogger qualunque (come potrei essere io o... Leggi tutto
17-6-2011 11:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual Ŕ il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google Ŕ veramente brutta! Pi¨ che un auto Ŕ un'ovovia.
Ci toglierÓ il piacere di guidare e la nostra vita sarÓ un po' pi¨ triste.
AvrÓ un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarÓ maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi pi¨ lunghi o pi¨ lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non Ŕ chiaro di chi sarÓ la responsabilitÓ civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
SarÓ esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocitÓ o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno pi¨: giÓ immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (1484 voti)
Marzo 2017
Come violare un account Windows in un minuto
Hai un processore nuovo? Non potrai aggiornare Windows
Come disabilitare i video che partono da soli nei siti Web
Monaco lascia Linux soltanto per motivi politici
Il senatore Bartolomeo Pepe e le ''scie chimiche''
Inflazione e tassi bassi? Ecco perché dire addio al conto corrente
Tagliando assicurativo e dematerializzazione, difficoltà per gli anziani
Il malware che cancella l'hard disk
Quel crack per Mac fa un patatrac
L'altro ieri siete stati buttati fuori dal vostro account Google?
Febbraio 2017
Google ha violato la crittografia SHA-1
Il malware che ti spia dal microfono del PC
WhatsApp attiva l'antifurto: verifica in due passaggi
Il sito per stalkerare chiunque su Facebook
Monaco molla Linux e torna a Windows
Tutti gli Arretrati


web metrics