Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Science ha pubblicato una classifica di 10 grandi scoperte avvenute nel 2011. Quale ritieni che sia la più significativa?
Nuovi metodi per la lotta all'AIDS. I trattamenti somministrati alle persone infette da HIV riducono il tasso di trasmissione: si potranno elaborare nuove strategie.
L'origine delle meteoriti. La missione giapponese Hayabusa ha scoperto che le meteoriti che più comunemente cadono sulla Terra provengono da un unico gruppo di asteroidi.
Luce sull'origine dell'uomo. Molte persone hanno ancora tracce di DNA arcaico, frutto di incroci avvenuti nella preistoria.
I meccanismi della fotosintesi. Scienziati giapponesi hanno scoperto la proteina usata dalle piante per separare acqua e ossigeno. Potrebbe aprire la strada per produrre energia pulita.
Gas primordiale. Sono state scoperte delle nubi di gas primordiale, rimaste nelle condizioni in cui si trovavano poco dopo il Big Bang.
Microbioma. I microbi che abitano nel nostro corpo non sono casuali ma appartengono a tre enterotipi, uno dei quali dominante. Conoscerli può aiutare a elaborare strategie personalizzate contro le malattie.
Vaccino contro la malaria. La sperimentazione ha fornito i primi risultati promettenti dopo anni infruttuosi.
Esopianeti. Le scoperte di Kepler hanno scovato dei "fratelli" della Terra che li costringeranno a rivedere le teorie sulla formazione dei pianeti.
Zeoliti sempre più efficienti ed economiche. Le zeoliti sintetiche sono minerali usati come "setacci molecolari" per ottenere la benzina dal petrolio, per purificare l'acqua o l'aria.
Prevenire l'invecchiamento. Eliminare le celle più vecchie, non più in grado di dividersi, si è rivelato un buon metodo per mantenerci sani più a lungo.

Mostra i risultati (4460 voti)
Settembre 2014
Ecco come sarà Windows 10
Il Tar del Lazio boccia il Regolamento Agcom
ShellShock, falla critica in Linux e Mac OS X
L'iPhone 6 si piega in tasca
Nuova ondata di foto rubate a celebrità
Si suicida in diretta su Skype e la gente fa il tifo
Chiude Italia.it, costato 60 milioni di euro
Il software-spia usato dai governi contro dissidenti e giornalisti
Velocizzare le ricerche dei file
Windows 9, le prime immagini e un video
Telecom Italia aumenta il canone e raddoppia le tariffe
Gmail, pubblicate le password di 5 milioni di account
10 segnali negativi in un colloquio di lavoro
Guarda Facebook guidando e causa la morte di una donna
Chiavi stampate 3D, un business per i topi d'appartamento
Tutti gli Arretrati

In prova: 4Geek Dyplo (2)

IL TEST DI ZEUS - Funge da player di rete compatibile con UPnP e gestisce un ampio numero di formati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-07-2011]

4Geek Dyplo

Articolo multipagina, leggi la prima parte

Una volta completati i collegamenti e accesa l'unità si presenta un chiaro menu che permette di accedere ai file conservati sul disco interno - o su una delle periferiche esterne (formattate in FAT o NTFS) - raggruppati per tipo: video, immagini, musica e testi.

Le altre voci riguardano i contenuti accessibili dalla rete e le impostazioni: quelle generali, quelle relative alla riproduzione dei singoli formati e quelle per la rete, anche Wi-Fi: l'adattatore opzionale - che non abbiamo testato, ma che 4Geek rende disponibile sul proprio sito - costa 14,99 euro.

Via Ethernet o wireless è possibile sfruttare quattro possibilità: aprire il proprio account Picasa, l'account Flickr, ascoltare una webradio o riprodurre i file da un server UPnP.

Nella confezione del Dyplo è presente un CD con un software adatto allo scopo, in versione per Windows; il lettore può comunque accedere anche a qualsiasi altro server UPnP presente sulla rete: l'abbiamo testato con successo con il server UPnp di una delle nostre macchine Linux e con il server UPnp presente nel router Fritz Box di AVM.

Non è presente, invece, la possibilità di accedere ai file senza che nella LAN sia operativo il server: il firmware (che comunque è aggiornabile, e magari in futuro verrà migliorato?) non dispone di un sistema per vedere le condivisioni SMB o NFS. Inoltre, per la riproduzione dei contenuti video in maniera fluida è consigliabile preferire la connessione cablata rispetto a quella senza fili - consiglio che vale generalmente per tutti i lettori multimediali.

Il player di 4Geek riproduce filmati fino a 1080p (anche Mkv) senza incertezze; non bisogna tuttavia aspettarsi la possibilità di regolare una grande quantità di parametri per la visione. Ci sono tutti quelli indispensabili, ma nient'altro, il che è normale considerata la sua natura di riproduttore "compatto".

Alcune mancanze si possono far sentire: per esempio, pur esistendo la funzione Jump per andare direttamente a un determinato minuto / secondo del filmato, non sono presenti tasti per andare avanti o indietro di 10 o 30 secondi. Sottigliezze, forse, ma per alcuni sono dettagli importanti.

Altro esempio: la gestione dei sottotitoli - che devono obbligatoriamente avere lo stesso nome del file cui sono associati, e l'estensione differente - è un po' problematica. Intanto occorre dire che non è possibile definire la dimensione, il font o la posizione del testo.

Poi, si nota come la dimensione e la posizione dipendano dalla risoluzione: non da quella del filmato in riproduzione, ma da quella impostata per la Tv.

Durante le prove è emerso come soltanto con la risoluzione a 1080p o 1080i i sottotitoli hanno una dimensione e una posizione accettabili; con valori inferiori o il testo è troppo piccolo o posto troppo in basso, a volte addirittura in parte al di fuori dello schermo, nonostante la presenza di una modalità di visualizzazione apposita che in teoria dovrebbe evitare questi problemi.

Il telecomando si è mostrato molto pratico. Particolarmente apprezzati i pulsanti per arrivare direttamente alle sezioni del menu che interessano (Video, Musica, Immagini, Rete, Setup) e la presenza di molti pulsanti utili che evitano di dover peregrinare tra le voci di menu.

La copia dei file da un dispositivo all'altro (per esempio dalla scheda Sd al disco interno) è piuttosto rapida anche con file di grosse dimensioni e abbastanza intuitiva: anche per questo c'è un apposito tasto sul telecomando.

La navigazione tra le cartelle avviene con le frecce direzionali, mentre il pulsante Exit permette di tornare indietro o di risalire di un livello; è anche possibile chiedere al Dyplo di nascondere le cartelle, presentando i file in un'unica lista.

Il numero di file supportati è piuttosto ampio. Per i video abbiamo i formati MKV (High@L4.1), TS, TP, AVI, MOV, MP4, MPG, DAT, M2TS, RM e RMVB con i codec RM/RMVB, H264 (High@L4.1), MPEG 1/2/4, DivX e XviD.

Per l'audio: MP3 (con supporto ID3 TAG e Copertine), WMA, OGG, M4A, FLAC, WAV e AC3; per le immagini: JPEG, BMP, GIF e PNG.

4GEEK DYPLO
Prezzo Euro 64,99 (IVA inclusa)
Pro Leggerezza, portabilità, supporto HD 1080p, funzionalità di box esterno USB e player di rete; telecomando funzionale, buon numero di formati supportati, presenza di un lettore di schede. E un prezzo imbattibile.
Contro L'unità scalda parecchio durante il funzionamento; gestione dei sottotitoli povera; assenza di un browser SMB o NFS.
Funzionalità 3
Documentazione e facilità d'uso 4
Condizioni Commerciali 4
Giudizio Globale 3.5

Il Dyplo di 4Geek è in conclusione un buon riproduttore multimediale dedicato a chi dà importanza alla leggerezza e alla portabilità: può essere la soluzione ideale per chi voglia portarsi in vacanza un player che ingombri poco e che, all'occorrenza, possa trasformarsi in un disco esterno USB.

La possibilità di collegarsi al PC come una qualsiasi unità esterna lo rende infatti un prodotto versatile, dotato in ogni caso di tutte le funzioni essenziali.

Non bisogna sottovalutare, infine, la possibilità di riprodurre anche i file presenti nella rete locale, cui è possibile accedere anche in wireless acquistando l'adattatore opzionale.

Torna all'inizio

1 - 4Geek Dyplo
2 - Player di rete e impressioni d'uso

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (1)

{Marco}
Per quello che costa è molto interessante questo Dyplo.. Anche se la 4geek ha lanciato da poco la versione Android del Playo, che mi incuriosisce parecchio!
31-7-2011 18:02

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics