Sondaggio
Quali sono i benefici maggiori che deriverebbero da una politica e una pubblica amministrazione pił aperta e trasparente ai cittadini?
I giornalisti potrebbero informarsi pił facilmente sulle attivitą di politici e amministratori e l'informazione al pubblico sarebbe pił ampia e dettagliata.
Politici e amministratori renderebbero maggiormente conto ai cittadini del loro operato.
La qualitą dei servizi in generale migliorerebbe.
L'opinione pubblica avrebbe pił peso nelle decisioni amministrative e politiche.
In generale i nostri rappresentanti avrebbero elementi per prendere decisioni pił appropriate.

Mostra i risultati (348 voti)
Settembre 2015
Da LinkedIn 9 consigli per chi inizia un nuovo lavoro
Da oggi Chrome e Amazon bloccano Flash negli spot
La bici che ha mandato in crisi l'auto di Google
Agosto 2015
Windows 10 Mobile è troppo grasso
Samsung Galaxy Note 5, scoppia il ''Pengate''
Windows 10 bandito dai tracker BitTorrent
Apple, arriva l'iPad Pro
L'e-diesel senza gasolio di Audi, carburante ''pulito''
Tutti i grandi spioni di Facebook: come aggirarli
Apple chiude tutti i Macbook di 6 gradi
NASA: razzi senza carburante con motore a microonde
La lente bionica per correggere i difetti di vista meglio del laser
Kim Dotcom: State lontani da Mega
Google cambia nome: nasce Alphabet
Un trucco per velocizzare Android (o rallentarlo fino alla morte)
Tutti gli Arretrati

Vendita di Loquendo sospesa, per ora

Il governo e la Regione Piemonte chiedono maggiori garanzie per l'occupazione. Ma Telecom Italia ha confermato che venderà.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-08-2011]

Il consiglio di amministrazione di Telecom Italia, svoltosi il 5 agosto per approvare i risultati del primo semestre, ha deciso di rinviare per ora la decisione sulla vendita di Loquendo, la società controllata dal gruppo Telecom al 100%, specializzata in sistemi di sintesi vocale e con sede a Torino.

Un incontro svoltosi al Ministero dello sviluppo Economico, con i rappresentanti della Regione Piemonte, si è concluso con la richiesta da parte delle istituzioni che siano migliorate le garanzie per i lavoratori.

Finora infatti Telecom Italia ha dichiarato che l'acquirente sarebbe disponibile a garantire solo per i prossimi 18 mesi gli attuali livelli occupazionali e il mantenimento della sede a Torino. Al termine di questo periodo, la chiusura sarebbe scontata e così il licenziamento di una buona parte degli addetti, tutti ricercatori di eccellente livello.

La decisione presa dagli amministratori di Telecom, tra cui anche l'appena licenziato dal vertice dell'Atm Elio Catania, "per sprechi e privilegi", come ha dichiato il nuovo sindaco di Milano Pisapia, è comunque definitiva.

La vendita di Loquendo serve a ridurre il forte indebitamento di Telecom Italia. Insomma l'ex monopolista si vende l'argenteria: i suoi pezzi migliori vanno all'estero, per far fronte all'indebitamento voluto da Colaninno e da Tronchetti Provera.

Il caso Loquendo sembra assurgere al ruolo di icona dell'intera Italia, sull'orlo di una tragedia che si può tranquillamente definire greca.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics