Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Negli spazi per i commenti alle notizie, in che modo si comportano i maggiori siti di informazione online?
Sono eccessivamente censori. Se i loro articoli subissero lo stesso trattamento, accuserebbero di dittatura.
Mostrano una spudorata tendenza a privilegiare i commenti favorevoli alle loro linee editoriali.
Si limitano alle normali regole del vivere civile e delle leggi in vigore.
Danno importanti spazi e a volte dovrebbero contenere gli "ardori" dei commentatori con maggiore decisione.
Sodoma e Gomorra! Va bene la libertÓ d'opinione ma c'Ŕ un limite a tutto.

Mostra i risultati (1018 voti)
Novembre 2014
Toyota Mirai, l'auto a idrogeno che produce energia per la casa
Malware nelle sigarette elettroniche
Licenziato per un Like su Facebook
E-book, il governo vuole l'IVA al 4%
Il tablet low cost di Nokia
Pwn2own, cadono tutti gli smartphone tranne Windows Phone
Il sottomarino supersonico che va a 5.800 km/h
Il sito dei guardoni: 73mila telecamere private hackerate
In fuga da WhatsApp, ma verso dove?
Ma quanto sono spione le ''smart TV''?
900 giochi arcade nel browser disponibili gratuitamente
Garante Privacy autorizza controllo dipendenti via Gps
Curriculum vitae, indicare solo l'essenziale
Ottobre 2014
Il gettone telefonico, questo sconosciuto
Honor 6, lo smartphone 4G più veloce del mondo
Tutti gli Arretrati

Vendita di Loquendo sospesa, per ora

Il governo e la Regione Piemonte chiedono maggiori garanzie per l'occupazione. Ma Telecom Italia ha confermato che venderà.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-08-2011]

Il consiglio di amministrazione di Telecom Italia, svoltosi il 5 agosto per approvare i risultati del primo semestre, ha deciso di rinviare per ora la decisione sulla vendita di Loquendo, la società controllata dal gruppo Telecom al 100%, specializzata in sistemi di sintesi vocale e con sede a Torino.

Un incontro svoltosi al Ministero dello sviluppo Economico, con i rappresentanti della Regione Piemonte, si è concluso con la richiesta da parte delle istituzioni che siano migliorate le garanzie per i lavoratori.

Finora infatti Telecom Italia ha dichiarato che l'acquirente sarebbe disponibile a garantire solo per i prossimi 18 mesi gli attuali livelli occupazionali e il mantenimento della sede a Torino. Al termine di questo periodo, la chiusura sarebbe scontata e così il licenziamento di una buona parte degli addetti, tutti ricercatori di eccellente livello.

La decisione presa dagli amministratori di Telecom, tra cui anche l'appena licenziato dal vertice dell'Atm Elio Catania, "per sprechi e privilegi", come ha dichiato il nuovo sindaco di Milano Pisapia, è comunque definitiva.

La vendita di Loquendo serve a ridurre il forte indebitamento di Telecom Italia. Insomma l'ex monopolista si vende l'argenteria: i suoi pezzi migliori vanno all'estero, per far fronte all'indebitamento voluto da Colaninno e da Tronchetti Provera.

Il caso Loquendo sembra assurgere al ruolo di icona dell'intera Italia, sull'orlo di una tragedia che si può tranquillamente definire greca.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics