Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (947 voti)
Settembre 2014
Velocizzare le ricerche dei file
Windows 9, le prime immagini e un video
Telecom Italia aumenta il canone e raddoppia le tariffe
Gmail, pubblicate le password di 5 milioni di account
10 segnali negativi in un colloquio di lavoro
Guarda Facebook guidando e causa la morte di una donna
Chiavi stampate 3D, un business per i topi d'appartamento
Eee PC, Asus ci riprova
Le false antenne cellulari che intercettano chiamate e messaggi
Sfondare le reti Wi-Fi al primo tentativo
Come disinstallare definitivamente il software
Agosto 2014
Così si aggira la censura, anche da smartphone
Il divano che si trasforma in letto a castello
Come ti buco l'app di Gmail (e non solo)
Il video dell' ''alieno'' sulla Luna
Tutti gli Arretrati

La notte dell'assalto ai bancomat

Rubati 10 milioni in una sola notte.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-08-2011]

Furto bancomat FIS 13 milioni di dollari
Foto di Mike Kiev

Si è trattato di un'azione criminale ampia e organizzata che, una volta avviata, in una sola notte ha consentito di sottrarre 13 milioni di dollari (circa 10 milioni di euro).

Il tutto si è svolto in più tempi. Inizialmente gli autori del furto hanno clonato 22 carte prepagate emesse dalla Fidelity National Information Services (FIS), azienda americana che fornisce servizi bancari e sistemi di pagamento.

Le carte clonate sono finite nelle mani di diversi complici sparsi in diverse città europee, russe e ucraine.

Per la seconda fase del piano i criminali si sono serviti di un accesso non autorizzato alla piattaforma di gestione delle carte, tramite la quale hanno eliminato o alzato in maniera consistente i limiti di prelievo legati alle carte.

Poi, un sabato notte, dopo l'orario d'ufficio negli Stati Uniti, sono entrati in azione. Dalla Grecia, dalla Russia, dalla Spagna, dalla Svezia, dall'Ucraina e dal Regno Unito hanno prelevato contanti da decine di bancomat, continuando a ricaricare le carte tramite l'accesso illegale già utilizzato in precedenza ogni volta che il saldo si avvicinava allo zero.

I fondi per la ricarica provenivano da oltre 7.000 account compromessi e prosciugati.

In questo modo sono riusciti a impossessarsi di circa 13 milioni di dollari. Il furto è avvenuto lo scorso marzo, ma solo ora l'FBI ne ha svelate le modalità e l'entità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Approfondimenti
Hackerano il Bancomat con chiavetta USB
Le più grandi truffe del Bancomat

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

MaXXX eternal tiare
Non so per legge quanto tempo le registrazionei delle telecamere vengano tenute, cmq magari con un bel lavoro di collaborazione qualche viso potrebbe spuntare, magari hanno usato delle persone esterne o complici che hanno poco da perdere e chissà dove sono ora (ok forse vedo troppi polizieschi in tv :D ma può essere.) Sarebbe... Leggi tutto
3-9-2011 23:45

Freestyler
Io non la vedo così tragica... o hai una banca veramente pessima oppure puoi stare tranquillo. E chi non vuole vedersi alzati i costi di gestione cambia banca e festa finita. Al max potrebbero ribaltare questa quota sugli azionisti mettendola a bilancio, ma non è che andranno a prenderti una percentuale dei tuoi risparmi per rifarsi... Leggi tutto
3-9-2011 15:33


Gladiator
Quota che le banche troveranno certamente il modo di ribaltare in qualche modo sui correntisti. E torniamo al post di Zero forse solo risparmiandoci un pò... ma poi le assicurazioni aumenteranno i premi alle banche per non rimetterci e le banche ribalteranno l'aumento dei costi sui correntisti e avremo chiuso il cerchio e a rimetterci... Leggi tutto
3-9-2011 15:22


Zorro
Io che credo di avere più o meno l'età del babbo e lavoro da quarant'anni prima dentro e poi a contatto con le assicurazioni e le banche posso,in scienza e coscienza, confermare in pieno. Le assicurazioni nascono con un fine altamente sociale, quello di dividere la perdita economica di una disgrazia tra tutta la comunità e non... Leggi tutto
1-9-2011 12:42

Freestyler
A prescindere da questo singolo fatto, mio papà dice sempre: banche ed assicurazioni sono associazioni a delinquere legalizzate :D Leggi tutto
1-9-2011 12:24

Leggi gli altri 8 commenti nel forum Sicurezza
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics