Stracquadanio si oppone alla riduzione delle tariffe mobili

Un gruppo di deputati del PdL scrive all'Authority per chiedere il rinvio del taglio delle tariffe di terminazioni per i gestori mobili.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-10-2011]

Stracquadanio tariffe terminazione

Il deputato Stracquadanio, molto vicino a Berlusconi, insieme ad altri (come le deputate Isabella Bertolini e Gabriella Giammanco) ha scritto all'Autorità Garante per le Comunicazioni, chiedendole di non applicare fino al 2012 la decisione di ridurre le tariffe di terminazione per i gestori mobili.

Secondo questi deputati, il taglio delle tariffe di terminazione anziché ridurre i costi per i clienti degli operatori frenerebbe gli investimenti. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è secondo te il problema principale dei call center?
Tempi di attesa troppo lunghi
Mancanza di coordinamento tra settore tecnico e amministrativo
Personale scortese
Personale incapace
Personale capace, ma non addestrato adeguatamente

Mostra i risultati (3058 voti)
Leggi i commenti (14)
Si tratta, certamente, di un'iniziativa bizzarra e impropria: infatti, l'AGCOM è per legge un organismo tecnico indipendente, sia pure eletto dal Parlamento, la cui autonomia è da rispettare.

Se vogliono intervenire, i parlamentari possono invece presentare disegni di legge in materia.

Inoltre, la riduzione delle tariffe di terminazione è un provvedimento già richiesto da tempo dall'Unione Europea e un suo ulteriore rinvio potrebbe costare all'Italia una multa che poi graverebbe su tutti i contribuenti.

Sarebbe bello che questi deputati rivelassero quali gestori mobili hanno chiesto loro questo "favore".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

Nei calcoli non sono d'accordo: Era circa sui 40-50$ ora sui 70-80$, quasi il doppio. Certo che ci mangiano, ma tieni conto che la qualità del petrolio di quel barile peggiora di giorno in giorno. Questo non è solo una perdita secca per via della qualità ma anche che bisogna fare nuove raffinerie. Ciao Leggi tutto
10-10-2011 14:14

{solbica}
Poi dicono che uno si inalbera al sentire questi intevrenti.Purtroppo qualcuno li ha scelti per governarci.Così vuole la democrazia.Poi arriva il momento in cui uno si stanca e poi succede quello che è successo in francia oltre 200 anni fa. Poi sarà incontrollabile la ferocia della folla come ben sappiamo!Con questo non lo... Leggi tutto
10-10-2011 11:42

Concordo con Pictor... la ghigliottina ci vuole! :blackhumour:
9-10-2011 19:43

{Carmine}
è lo stesso che per i carburanti, facendo le proporzioni dollaro/euro/costo del barile, rispetto a qualche anno fa, siamo fuori del 50%... tutti d'accordo per saccheggiare gli Italiani! I politici DEVONO far recuperare ai loro finanziatori le sovvenzioni ricevute per campagne elettorali e simili, vale per anche per le cosiddette... Leggi tutto
8-10-2011 02:37

Ovvero un crimine morale.... Ciao Leggi tutto
7-10-2011 13:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (3969 voti)
Dicembre 2016
Aiuto, il mio Android è in bianco e nero!
Aggiornate Firefox e Tor
Netflix, film e serie TV sono anche offline
Novembre 2016
Il display coi pixel di grafene
Android, malware in Google Play scaricato un milione di volte
Secondo Apple la malattia del touch è colpa degli utenti
Gli smartphone low-cost con backdoor incorporata
Tim ci riprova con l'operatore mobile low cost
La GdF sequestra 152 siti di streaming: l'elenco completo
BSA "beccata" a usare software pirata
La stampante che intercetta i cellulari
Il tetto solare invisibile
Ottobre 2016
Come dirottare qualsiasi drone in volo
Antibufala: trovata la soluzione al Triangolo delle Bermude
Il Pc con Linux e Wi-Fi, micro anche nel prezzo: 4 euro
Tutti gli Arretrati


web metrics