Internet Explorer ha sempre meno utenti: sotto il 50%

Il browser di Microsoft piace a meno del 50% dei naviganti. Crescono Chrome e Safari mobile.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-11-2011]

Browser quote Internet Explorer sotto 50%

Internet Explorer è sceso sotto la soglia psicologica del 50% degli utenti.

Un annuncio simile era già stato dato più di un anno fa da StatCounter; ora NetMarketShare lo conferma, con nuovi dati.

Secondo NetMarketShare, la quota di utenti che usano il browser di Microsoft è pari al 49,59% (già nel 2010 StatCounter parlava di 49,87%); il secondo classificato è Firefox con il 22,51% degli utenti e inseguito da Chrome, con il 17,62% del mercato. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Utilizzi la funzione di salvataggio delle password nel browser?
Sì, è molto utile
Sì, ma ora non lo farò più perché non è sicuro.
Sì, ma solo per password di poco conto.
No, per sicurezza non ho mai memorizzato alcuna password nel browser.
No, perché? Le password si possono salvare?

Mostra i risultati (5105 voti)
Leggi i commenti (16)
Seguono poi Safari (5,43%), Opera (1,56%) e tutti gli altri, che complessivamente ammontano allo 0,25% degli utenti.

Secondo i dati di Statcounter del 2010, Firefox ammontava al 31,5% degli utenti e Chrome all'11,54%; secondo quelli odierni (sebbene sia necessario ricordare che provengono da due fonti diverse) il browser di Mozilla avrebbe quindi perso utenti, mentre quello di Google ne avrebbe guadagnati.

Questa evoluzione è peraltro in parte confermata anche da NetMarketShare, che da febbraio a ottobre 2011 ha registrato una sostanziale immobilità nella quota di utenti di Firefox, e una crescita consistente del numero di chi usa Chrome; secondo questa società sarebbe Chrome, dunque, ad aver eroso le quote di Internet Explorer.

A cambiare il panorama del mondo dei browser ha pensato anche l'avanzata dei dispositivi mobili: sempre più persone si connettono dallo smartphone o dal tablet, a volte ignorando completamente il PC, e moltissimi lo fanno da dispositivi Apple.

Ecco dunque che Safari diventa il re dei browser mobili con una quota pari al 62,17%; lo segue Opera Mini (18,65%) mentre in terza posizione c'è l'Android browser (13,12%). Gli altri si contendono le briciole.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Gia', anche io ho pensato la stessa cosa ma se si considera che per Opera non ci sono state campagne pubblicitarie (al contrario dei browser piu' "gettonati") forse non e' poi cosi' poco. Leggi tutto
5-11-2011 15:22

Opera tanto poco! :shock: Ciao
5-11-2011 12:02

Benebene !
4-11-2011 13:50

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1444 voti)
Maggio 2017
Più di 2.000 dollari per un Bitcoin
Ubuntu, Fedora e OpenSUSE ora girano dentro Windows
Wannacry una settimana dopo: il punto della situazione
1250 modelli di telecamere di sicurezza vulnerabili da remoto
Come rubare le credenziali di Windows usando Chrome
Ma è credibile tutto questo?
Cosa posso fare per difendermi?
Il keylogger nascosto nei portatili di HP
Mozilla scarica Thunderbird
Prende l'iPhone per rispondere e gli esplode in mano
Google svela l'interfaccia di Fuchsia, il successore di Android
Tablet, sempre meno vendite: faranno la fine dei netbook?
Il viaggio nel tempo è matematicamente possibile
Arriva Windows 10 S, il sistema operativo per studenti
Regno Unito, 10 anni di galera ai pirati
Tutti gli Arretrati


web metrics