Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (319 voti)
Maggio 2015
Paypal, multa di 25 milioni per il credito ''revolving''
Google manda le multe ai pirati
Halfbike, bicicletta a metà
I server virtuali hanno un bug peggiore di Heartbleed
Le 7 versioni di Windows 10
Wind e 3 Italia, fusione in vista
8 errori da evitare per non essere hackerati
Da Tesla il Powerwall per risparmiare elettricità in casa
Falla in Wordpress, milioni di siti vulnerabili
Microsoft logga gli IP dei pirati di Windows 7
Se la stazione rivela la password in diretta TV
Fastweb e Telecom Italia si alleano per la banda larga
La batteria all'alluminio che ricarica lo smartphone in 1 minuto
Aprile 2015
Copyright sui trattori, i contadini non possono ripararli
Quanto guadagna Facebook sui dati che gli regaliamo?
Tutti gli Arretrati

L'aereo invisibile (o quasi) e l'Area 51

Boeing annuncia un velivolo sperimentale concepito per essere invisibile non solo ai radar e ai sensori termici dei missili antiaereo, ma anche a occhio nudo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-10-2002]

Siccome mi sono attirato parecchi fulmini di indignazione perché ho preso di mira i piramidologi e gli ufologi a proposito del Decimo Pianeta, ci tengo a chiarire che a mio modesto parere non ho una mente chiusa e che non godo nello smontare le teorie altrui. I misteri mi affascinano; ma mi affascinano quelli veri, non i deliri dei ciarlatani intenti a fare miliardi vendendo a caro prezzo libri, amuleti e pozioni di salvazione eterna. E di cose affascinanti la scienza ne offre tante, al punto che è talvolta difficile distinguere tra realtà e Star Trek.

Considerate ad esempio le infinite teorie sull'Area 51 e sui misteriosi velivoli che vi verrebbero sperimentati (gli ufologi sostengono che gli americani vi tengono persino un disco volante). Tutte baggianate? Non è detto. Guardate cosa è stato annunciato ufficialmente dalla Boeing: un aereo invisibile.

Le sue forme sembrano tratte direttamente da un film di fantascienza, ma è realtà. Questo velivolo sperimentale è concepito per essere invisibile non solo ai radar e ai sensori termici dei missili antiaereo, ma anche a occhio nudo. Ovviamente non si tratta di una invisibilità da fumetto, di quelle in cui il pilota parcheggia l'aereo invisibile e poi non lo trova più perché appunto è invisibile: semplicemente, l'aereo contiene varie tecnologie (colorazioni e forme della fusoliere delle ali, disposizione delle prese d'aria) che lo rendono difficilissimo da avvistare a distanza quando è in volo.

E anche l'invisibilità più spinta pare dietro l'angolo, stando a questo articolo di Popular Science. Sono infatti già allo studio aerei rivestiti di polimeri elettrocromatici ("electrochromic polymers") che permettono di cambiare colore al velivolo come se fosse un camaleonte, adattandolo allo sfondo. Le superfici superiori dell'aereo assumono istantaneamente i colori e le forme del terreno sottostante e quelle inferiori prendono il colore del cielo, addirittura emettendo luce per diventare luminosi quanto il cielo diurno. Il profilo sottilissimo dell'aereo lo rende difficilissimo da avvistare di fronte e di lato.

La differenza fra queste novità apparentemente fantascientifiche e le teorie da X-Files dei sensitivi, degli ufologi e dei credenti nei cerchi nel grano è molto semplice: non contraddicono alcuna legge della fisica o alcun fatto conosciuto, e non sono un insulto alla logica. Questo è il primo criterio per scremare le scempiaggini da mago Gabriel dalle ipotesi degne di studio, ed è alla fin della fiera lo stesso principio delle indagini antibufala.

La cosa ironica di tutta la faccenda è che i complottisti sono così presi dalla foga di scoprire omini verdi in combutta con la CIA da ignorare questi veri progressi della tecnologia che hanno sotto il naso. E' un'ironia che non è sfuggita neppure ai militari, che pure non hanno la reputazione di essere inclini all'umorismo: guardate la toppa dello squadrone dei Bird of Prey (si chiama così l'aereo ex-segretissimo della Boeing).

I suoi piloti sono andati in giro con queste toppe bene in vista per anni, e nessuno si è accorto che l'impugnatura della spada ha esattamente la forma dell'aereo che ufficialmente non esisteva.

E' proprio vero: il posto migliore per nascondere un segreto è metterlo sotto gli occhi di tutti, dove nessuno penserà mai di cercarlo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (1)

RADIONICA
NUOVA IPOTESI SUI CERCHI NEL GRANO Leggi tutto
7-8-2004 04:54


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics