Samsung contro Apple: per ora l'iPhone 4S è salvo

Il Tribunale di Milano per ora non blocca le vendite, come invece chiedeva l'azienda coreana.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-12-2011]

iphone 4s samsung

La guerra a colpi di brevetti e ingiunzioni tra Samsung e Apple va avanti ormai da mesi: l'obiettivo di entrambe è ottenere il blocco dei prodotti della rivale.

Dal punto di vista di Apple, si tratta di difendere l'iPhone e l'iPad dalle imitazioni; dal punto di vista di Samsung, si tratta di difendere alcuni brevetti utilizzati negli smartphone, anche dalla Casa di Cupertino.

Inevitabilmente, dopo gli episodi in Germania e in Australia, la questione è arrivata in Italia e lo scorso 5 ottobre Samsung ha chiesto il blocco delle vendite dell'iPhone 4S nel nostro Paese.

Verso la fine dello stesso mese, il Tribunale di Milano aveva deciso di permettere a Apple di continuare a vendere il proprio smartphone, per lo meno fino alla presentazione di nuovi documenti, fissata per oggi. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Come preferisci seguire gli aggiornamenti di Zeus News?
Apro Zeus News nel browser e vedo se ci sono novità
Sono iscritto alla newsletter
Sono abbonato ai feed RSS
Seguo le novità dal Forum dell'Olimpo Informatico
Seguo le novità da Twitter
Seguo le novità da Facebook
Tramite un altro sito che aggrega le notizie
In altro modo (suggeriscilo nei commenti!)

Mostra i risultati (5709 voti)
Leggi i commenti (13)
Entrambe le aziende hanno presentato le proprie memorie, e il giudice per ora ha lasciato continuare la distribuzione dell'iPhone 4S.

La valutazione dei documenti presentati oggi apre ora tre possibili strade: dare ragione a Samsung e bloccare l'iPhone; dare ragione a Apple e lasciare le cose così come stanno; avvalersi di una consulenza tecnica e rimandare ancora la decisione.

Quale strada sarà intrapresa si saprà nei prossimi giorni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hanno suscitato polemiche in Abruzzo alcuni manifesti pubblicitari con una ragazza in bikini e la scritta: "La diamo a tutti... l'Adsl dove non c'è". Alcuni hanno proposto di farli rimuovere perché lesivi della dignità della donna. Cosa ne pensi?
Sono contrario al ritiro dei manifesti perché sono incisivi e divertenti.
Li trovo volgari ma non credo che si possano proibire.
Bisogna farli rimuovere perché sono vergognosi.
Non penso che aumenteranno gli abbonamenti Adsl, anzi...
Altri gestori hanno fatto di peggio.

Mostra i risultati (2885 voti)
Marzo 2017
Come violare un account Windows in un minuto
Hai un processore nuovo? Non potrai aggiornare Windows
Come disabilitare i video che partono da soli nei siti Web
Monaco lascia Linux soltanto per motivi politici
Il senatore Bartolomeo Pepe e le ''scie chimiche''
Inflazione e tassi bassi? Ecco perché dire addio al conto corrente
Tagliando assicurativo e dematerializzazione, difficoltà per gli anziani
Il malware che cancella l'hard disk
Quel crack per Mac fa un patatrac
L'altro ieri siete stati buttati fuori dal vostro account Google?
Febbraio 2017
Google ha violato la crittografia SHA-1
Il malware che ti spia dal microfono del PC
WhatsApp attiva l'antifurto: verifica in due passaggi
Il sito per stalkerare chiunque su Facebook
Monaco molla Linux e torna a Windows
Tutti gli Arretrati


web metrics