Apple e Google progettano i computer indossabili

Occhiali che sfruttano le applicazioni di realtà aumentata e braccialetti che comunicano con l'iPhone ci attendono entro pochi anni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-12-2011]

apple google computer indossabile

Se oggi l'ultima novità tecnologica è rappresentata dall'invasione degli smartphone - che permettono di fare cose un tempo possibili solo con un ingombrante PC da scrivania - il domani sarà il territorio dei computer indossabili.

Stando a quanto sostiene il New York Times, sia Google che Apple hanno messo al lavoro una task force di dipendenti ciascuna per sviluppare i gadget che vedremo tra qualche anno.

Per quanto riguarda Google, l'ideazione e la progettazione starebbero avvenendo nei segretissimi Google X Labs; l'obiettivo sarebbe la creazione di dispositivi, da appuntare sui vestiti o indossare direttamente, in grado di comunicare con lo smartphone Android. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
IBM prevede che cinque tecnologie diventeranno realtà entro il 2016. Quale credi che si realizzerà davvero?
Microgenerazione: tutto ciò che si muove (camminare, andare in bicicletta, persino l'acqua che scorre nei tubi) produrrà energia, e diremo addio alle grandi centrali. - 25.4%
Password genetica: scansione della retina, riconoscimento vocale e i tratti biometrici in generale saranno combinati per creare una password unica e irripetibile. - 35.0%
Lettura del pensiero: come Kinect legge i movimenti, così i dispositivi del futuro leggeranno la volontà degli utenti tramite le onde cerebrali, e ne anticiperanno i desideri. - 5.2%
Addio al digital divide: grazie ai dispositivi mobili, anche le più remote aree del globo saranno connesse a Internet, avranno accesso alle informazioni e potranno migliorare la qualità della propria vita. - 27.9%
Apprezzeremo lo spam: le email spazzatura diventeranno così personalizzate da risultare utili, trasformandosi da seccature in opportunità. - 6.6%
  Voti totali: 2914
 
Leggi i commenti (19)
Ci saranno quindi, per esempio, visori e occhiali che proietteranno SMS e previsioni del tempo direttamente davanti agli occhi dell'utente o che, tramite le applicazioni di realtà aumentata, mostreranno le informazioni più utili durante gli spostamenti (dalle mappe GPS ai negozi più vicini).

Google avrebbe chiamato a raccolta ingegneri ed esperti, sottraendoli alle università ma anche alle aziende concorrenti come Nokia e Apple stessa.

Apple si muoverebbe sulla stessa strada, con naturalmente l'iPhone al posto degli smartphone Android: in ogni caso, i telefonini saranno il centro attorno a cui ruoteranno tutti gli altri dispositivi.

Un «piccolo gruppo di dipendenti» dell'azienda di Cupertino starebbe pensando a un iPod, realizzato in vetro curvo, da indossare intorno al polso e con il quale comunicare tramite Siri: in questo modo si potrebbero utilizzare le funzioni dell'iPhone senza nemmeno estrarlo dalla tasca.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Apple, è l'ora dell'iWatch

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se fossi il passeggero in un'auto il cui conducente sta leggendo o inviando un Sms, protesteresti?
Sì, ma solo se sono in confidenza con l'autista. E comunque non mi sentirei molto tranquillo.
Sì, per la sicurezza di tutti.
No, se lo fa in un rettilineo o comunque in condizioni di sicurezza.
No, se il conducente è attento: non c'è motivo di protestare.
No, se sta solo leggendo. Sì, se sta inviando un messaggio.

Mostra i risultati (1516 voti)
Luglio 2016
Il simil-MacBook economico di Xiaomi
Windows 10 Anniversary Update, le novità più importanti
Se il Wi-Fi diventa il nemico del popolo
Meglio Telegram, Signal o WhatsApp?
Tim potrebbe licenziare 170 dirigenti su 600
TIM, aumenti in vista per ADSL e fibra
Con Ubuntu Snappy le dipendenze non sono più un incubo
Giugno 2016
In vendita lo smartphone da 3 euro
Godless è il nuovo malware che infetta Android
Mikko Hypponen spiega come hackerare una banca
Se un'auto elettrica finisce in acqua, si rimane folgorati?
Rivoluzione Linux con le snap di Ubuntu ovunque
OnePlus 3, ottimo smartphone a prezzo contenuto
Da Samsung lo smartphone che si srotola e diventa un tablet
Autovelox, riconoscimento targhe e volti tutto in uno
Tutti gli Arretrati


web metrics