Batteri (quasi) marziani nel deserto di Atacama

Il luogo più inospitale e marziano della Terra ospita forme di vita in profondità: su Marte potrebbe essere lo stesso.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-02-2012]

batteri atacama cile marte
Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita.

Ci può essere vita, sotto forma di batteri, su Marte? Per avere la risposta direttamente dal Pianeta Rosso occorrerà aspettare la conclusione della missione Curiosity, ma una piccola speranza può già formarsi ora.

Il deserto di Atacama, in Cile, è considerato una delle zone più inospitali del nostro pianeta (e uno dei più aridi, con meno di 0,1 millimetri di pioggia all'anno), tanto da essere considerato simile all'ambiente marziano.

Ebbene, proprio lì, a una profondità tra 2 e i 3 metri, alcuni ricercatori del Centro di Astrobiologia di Madrid hanno scovato una «oasi microbica».

«L'abbiamo chiamata "oasi microbica"» - ha spiegato Victor Parro, coordinatore dello studio - «perché abbiamo trovato dei microrganismi che si riproducevano in un habitat ricco di salgemma e altri composti altamente igroscopici (anidrite e perclorato) che assorbono l'acqua».

La scoperta è stata resa possibile grazie a SOLID, un rilevatore di segni di vita che si progetta di utilizzare proprio su Marte: l'utilizzo nel deserto cileno è stata dunque una sorta di "prova generale".

Sondaggio
Trovata l'acqua su Marte. E la vita? Secondo te su Marte...
C'è stata vita, sotto forma di batteri.
C'è stata vita intelligente.
C'è vita, ma solo unicellulare.
Non c'è mai stata alcuna forma di vita.
Ci sono impianti e costruzioni aliene.
Nessuna delle risposte precedenti è corretta.

Mostra i risultati (3670 voti)
Leggi i commenti (29)

Così sono stati trovati batteri e archeobatteri nel sottosuolo: «Se ci sono microbi simili su Marte in luoghi che hanno condizioni simili a quelle di Atacama, potremmo rilevarli con strumenti come SOLID» ha spiegato ancora Parro.

«L'elevata concentrazione di sale» - chiarisce Parro riferendosi alla possibilità di trovare microbi nei depositi salini marziani - «ha un duplice effetto: assorbe l'acqua tra i cristalli e abbassa il punto di congelamento, in modo che possano esserci film sottili di acqua salata a temperature di parecchi gradi sotto zero, fino a meno 20°C».

Ma quand'anche non si trovassero microbi, ci sarebbe sempre la possibilità di trovare le tracce fossili del loro passaggio quando ancora su Marte c'erano condizioni che permettevano loro di vivere.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'uomo presto ritornerà sulla Luna, ci si prepara all'esplorazione umana di Marte, la stazione spaziale internazionale sta per essere completata. Cosa pensi degli elevati costi che tale tipo di ricerca comporta?
La natura umana ci spinge a conoscere ed esplorare. Non ci sono costi troppo alti quando questi sono gli obiettivi.
L'esplorazione spaziale (come ogni altra forma di ricerca scientifica) ha i suoi costi, ma le ricadute tecnologiche e quindi i benefici di tali investimenti possono essere enormi.
Può certamente essere interessante sapere se qualche millennio fa c'erano forme di vita unicellulare su Marte, ma la Terra e i suoi abitanti hanno problemi ben più seri che necessitano di tutta l'attenzione e i fondi possibili.
Secondo me non siamo neanche stati sulla Luna, quindi...

Mostra i risultati (3410 voti)
Giugno 2017
I medici americani: i lampioni a Led fanno male
Dove vanno a finire le foto mandate tramite WhatsApp?
Le torri di Amazon per i droni
Microsoft: ''Sì, disabilitiamo gli antivirus. Per il bene degli utenti''
Banda larga, scontro assurdo fra Tim e Governo
Il caso del sindacalista che criticava gli stipendi d'oro
Italia, via libera al trojan di Stato
Difendersi dalle app-truffa presenti nell'App Store di Apple
Roaming dati nell'UE ''gratuito'' da ieri: occhio alle sorprese
Firefox 54, più sicuro con la sandbox e più leggero
Il link che infetta il Pc senza nemmeno dover cliccare
Ecco come vengono sfruttati in concreto i dati delle nostre navigazioni
Windows 10, un assaggio del Fall Creators Update
Dai gattini bonsai alla disinformazione pianificata
Ex pornostar chiama in causa i pirati
Tutti gli Arretrati


web metrics