Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Hanno suscitato polemiche in Abruzzo alcuni manifesti pubblicitari con una ragazza in bikini e la scritta: "La diamo a tutti... l'Adsl dove non c'è". Alcuni hanno proposto di farli rimuovere perché lesivi della dignità della donna. Cosa ne pensi?
Sono contrario al ritiro dei manifesti perché sono incisivi e divertenti.
Li trovo volgari ma non credo che si possano proibire.
Bisogna farli rimuovere perché sono vergognosi.
Non penso che aumenteranno gli abbonamenti Adsl, anzi...
Altri gestori hanno fatto di peggio.

Mostra i risultati (2332 voti)
Agosto 2014
Così si aggira la censura, anche da smartphone
Il divano che si trasforma in letto a castello
Come ti buco l'app di Gmail (e non solo)
Il video dell' ''alieno'' sulla Luna
Microsoft accelera e toglie i veli a Windows 9 a settembre
Curriculum vitae per aziende hi-tech
Google offre un milione a chi creerà un piccolo inverter
La batteria al grafene che ricarica l'auto in pochi minuti
Ripulire l'isola di plastica del Pacifico
Si fotografa nuda nel palazzo del governo
L'estensione per gli ebook di Amazon in versione pirata
Il robot-origami è il primo vero transformer
Napoli lascia il Pinguino e ritorna con Microsoft
Il Comune di Torino abbandona Windows per Linux
La super tempesta solare che minaccia la Terra
Tutti gli Arretrati

CoproBot (NSFW)

Tempo per te stesso.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-07-2012]

Decisamente interessante! Interessante, anche se piuttosto malinconico, il post del mio amico Enzo nel suo blog.

La sottile malinconia che mi ha instillato viene compensata dalla liberatoria senzazione fisica che sto provando mentre appoggio sulla mensolina davanti a me lo smartphone Android.

Una delle migliori cagate del mese! Non il post del mio amico ma quello che ho appena depositato nella tazza del cesso.

Solida quanto serve ad avere coscienza della fisicità dei miei sfinteri senza l'imbarazzante dubbio di essere frocio e morbida tanto da scendere come un ragionamento fluido, moderato e pieno di buon senso.

Non cerco nemmeno la carta igienica, ormai fuorilegge da anni, residuo di uno stupido passato che ti portava a spalmarti la merda nelle chiappe come Nutella sulle fette biscottate della colazione della nazionale di calcio.

Il bidé accordato sulle mie pulsazioni neuronali sintonizza perfettamente la quantità e la temperatura dei flussi d'acqua in modo da permettermi un'adeguata igiene e un ragionevole dubbio sul fatto che mi piace in modo sospettabile toccarmi il buco del culo.

L'operazione igienica è finita e mi posso asciugare e vestire senza l'ansia di dover lanciare verso un viaggio verso l'ignoto quella parte di me ormai espulsa ma sempre e comunque me.

Soppeso con sguardo michelangiolista la materia fecale che espressivamente galleggia nell'acqua.

Le piccole scaglie di buccia di pomodoro, le fibre indigerite di fagiolino e lo scintillio opaco di microscopiche emorridee goccine di sangue, danno una nobiltà regale al mio espulso che sembra affermare in modo inconfutabile il mio esistere e vivere.

Nel bidé galleggia una palude primordiale che attende solo la divina folgore per generare nuove, impensabili, affascinanti forme di vita. Sorrido pensando che tutto questo pochi anni addietro sarebbe stato un imbarazzante peso, ora sarà la soddisfazione del mio fabbisogno energetico per le prossime ore.

Lavato, profumato e vestito esco dal cesso e chiamo il mio CoproBot predisposto a ricevere comandi vocali.

- Mangiamerda! C'è lavoro per te.

Il tozzo parallepipedo apparentemente dormiente, istantaneamente si attiva per accorrere verso i servizi igienici. In meno di un minuto i residui sono assorbiti, riciclati, depurati e sublimati.

Sondaggio
Per quale motivo NON sei (più) sul social network più famoso?
Facebook mi ha stufato. Preferisco godermi Internet.
Non voglio che gli altri si facciano i fatti miei.
Ho da fare. Facebook mi fa perdere tempo.
Amo di più la vita reale.
Non voglio che si sappiano in giro i miei segreti.
Non ho testa per Facebook in questo momento.
A mia moglie (marito, fidanzat*, ragazz*) dà fastidio che io sia su Facebook.
Facebook vende i nostri dati e non rispetta la privacy.
Mi sono accorto che iniziavo a farmi sempre di più i fatti degli altri.
Facebook è morto. Io adesso uso Twitter (o Google+, Pinterest ecc.)

Mostra i risultati (2550 voti)
Leggi i commenti (38)

Durante l'operazione sul display del drone scorrono simpatiche emoticons che esprimono soddisfazione e piacere. Non a caso il marketing del Bot coprofilo è stato curato da ex sindacalisti... chi meglio di loro poteva convincere che mangiare merda poteva essere una necessità non necessariamente spiacevole?

Il prodotto finale sono alcune decine di Watt/ora negli accumulatori, tre bottiglie di acqua minerale leggerissima e qualche invitante tartina per l'antipasto del mio incontro galante di stasera. Che cosa meravigliosa la tecnologia!

Esco sereno per recarmi al lavoro; ho uno splendido contratto trimestrale con ticket pasto, abbonamento autobus agevolato e un bonus produttività settimanale di 100 euro spendibile presso i migliori spacciatori della città. Sono un uomo felice... per almeno tre mesi.

Ma la mia felicità sarebbe immediatamente crollata se con vista ultrascopica avessi potuto vedere quella microscopica imperfezione nella struttura cristallina del silicio di uno dei chip del mio CoproBot.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Veleno Romano

Commenti all'articolo (ultimi 10 di 16)


merlin
Inquinatore! :toilet:
17-7-2012 13:50


Zievatron
O.K. Allora io non capisco Bukowski. Ma è normale, non ho mai capito chi si buka. :lol:
16-7-2012 19:27

arm
hai letto in modo superficiale Bukowski. Ti consiglio di ri-leggere con più attenzione e ti accorgi che.....parla proprio di "veleno" :shock:
16-7-2012 10:38


Zievatron
Bukowski? Ma si bukava? :lol: Io non invidio affatto gli stronzi. Il loro successo è molto più effimero di quanto possa sembrare, è molto più povero di valore. Nel mezzo appaiono vincenti, perchè nel mezzo è sovvertimento, che è illusione, inganno, disordine, confusione. Ma tanto è miserevole è la loro provenienza prima, quanto la... Leggi tutto
16-7-2012 10:25

arm
Ho sempre invidiato quelli che sanno sputare lontano senza sbavare sul labbro inferiore quelli che sanno ruttare sonoro dopo un pasto soddisfacente con lo stecchino tra i denti quelli che sanno parlare forte e chiaro e con voce tonante si fanno ascoltare anche se non hanno nulla da dire quelli che non pensano mai per i quali tutto è... Leggi tutto
16-7-2012 09:38


Zievatron
Pensa che io, di questo scandalo non ne sapevo ninete. Però, non avrei avuto dubbi lo stesso. Siamo ridotti così, senza più neanche lo scandalo. :roll: Leggi tutto
15-7-2012 20:06

Mattakkione
Da te ho solo da imparare.....pensavo di essere uno dei più arguti osservatori di cacca, ma tu mi hai mostrato nuovi orizzonti =0_0=
15-7-2012 18:08


mda
Anche il colera, la peste bubbonica se vuoi! :lol: :lol: :lol: Allora questo proseguo??? Io trovo solo la prima parte! Ciao Leggi tutto
15-7-2012 17:54

{Michele}
Commento fuori tema o non conforme al regolamento del forum.
14-7-2012 21:27


Zeus
è già finita?
18-3-2012 15:36

Leggi gli altri 6 commenti nel forum Al Caffe' Corretto
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics