Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Qual è l'ambiente Linux che preferisci?
Gnome
Kde
Unity
Xfce
Lxde
Cinnamon
Mate
Un altro
Non uso Linux

Mostra i risultati (2164 voti)
Luglio 2014
Ma chi sono i terroristi?
Il ginecologo che fotografava le donne nude
L'uomo-wiki
BeppeGrillo.it e i macachi di Modena
Gli italiani telefonano di meno, è proprio crisi
Android L aumenta drasticamente la vita della batteria
Tim e Vodafone, gli avvisi diventano a pagamento
La tassa sull'equo compenso e il governo Renzi
Gmail, eliminare la posta già spedita
La Guardia di Finanza oscura DDLStorage
Mondiali di calcio in streaming su Internet
No-IP non funziona, la colpa è di Microsoft
Spyware di stato: le app spione del governo
Giugno 2014
Mappe offline sullo smartphone
Roaming traffico dati, dal 1 luglio costi dimezzati
Tutti gli Arretrati

Google, 1 milione di dollari a chi bucherà Chrome

Premi sostanziosi per tutti gli hacker che individueranno nel browser vulnerabilità sinora sconosciute.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-02-2012]

pwnium google premia hacker violano chrome
Foto di Maxim Kazmin

Con l'avvicinarsi della CanSecWest 2012 si avvicina (si terrà dal 7 al 9 marzo a Vancouver) anche il tradizionale momento di test per i browser, che vengono sottoposti all'attacco da parte dei migliori hacker.

Quest'anno ci saranno alcune novità: Chrome, il software di Google, non sarà tra i bersagli del Pwn2Own contest (la gara tra hacker per scardinare le protezioni dei browser), poiché le nuove regole permettono che le vulnerabilità scoperte non siano rivelate ai produttori dei software, pratica che Google non condivide.

Così, il gigante di Mountain View ha deciso di organizzare una sfida in proprio (battezzata Pwnium), e ha fissato un montepremi di un milione di dollari da suddividere tra coloro che riusciranno a bucare Chrome.

A chi riuscirà a violare Chrome (su piattaforma Windows 7) sfruttando unicamente bug presenti nel browser Google darà 60.000 dollari; a chi riuscirà nell'intento ma sfruttando (almeno) un bug in Chrome in combinazione altri bug andranno invece 40.000 dollari.

Ci sarà poi anche un premio di consolazione, pari a 20.000 dollari, a chi per il proprio lavoro non utilizzerà bug di Chrome ma soltanto vulnerabilità in altri software (Windows, Flash e così via); Google ha deciso di ricompensare anche questi sforzi poiché, sebbene non siano utili a migliorare Chrome, permettono di individuare problemi che mettono a rischio gli utenti di ogni browser.

Sondaggio
Utilizzi la funzione di salvataggio delle password nel browser?
Sì, è molto utile
Sì, ma ora non lo farò più perché non è sicuro.
Sì, ma solo per password di poco conto.
No, per sicurezza non ho mai memorizzato alcuna password nel browser.
No, perché? Le password si possono salvare?

Mostra i risultati (4365 voti)
Leggi i commenti (16)

A tutti i vincitore, inoltre, verrà regalato un Chromebook.

«L'obiettivo della nostra sponsorizzazione» - scrive il Google Chrome Security Team nel blog ufficiale - «è semplice: abbiamo una grande opportunità d'imparare quando riceviamo dei bug completi. Non solo possiamo correggere i bug, ma studiando le vulnerabilità e le tecniche di exploit possiamo migliorare le difese, i test automatici e la sandbox. Ci permette di proteggere meglio i nostri utenti».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Approfondimenti
Microsoft mette una taglia sui bug di Windows 8.1

Commenti all'articolo (7)


mda
Esistono hacker che contattano direttamente Google per vendere questi "grimaldelli" in modo anonimo. Esistono anche liste hacker che vendono al miglior offrente.... Spesso per scopi poco legali. Comunque non è bene farsi riconoscere. Un poco simile al prestigiatore; Nessuno si fida d'invitarli ad una mano di poker!!! Ovvero... Leggi tutto
16-3-2012 22:41

MaXXX eternal tiare
Ma francamente ogni tentativo che possa aumentare la sicurezza di un programma dovrebbe essere bene accetto. Probabilmente hanno ragione Mda e Giona chi veramente sa tanto di queste cose sta nascosto o fuori dai riflettori e magari ha modi (sia legali che illegali a seconda dell'indole) di usare le sue conoscenze per guadagnare anche... Leggi tutto
5-3-2012 22:53

{Giona}
Mahh non credo che ci sia bisogno di mettere in guardia chi che sia se vorra "bucare" Chrome sia per la cifra ridicola che viene offerta sia per altri motivi che chi volesse cimentarsi in una simile opera conosce bene.
2-3-2012 01:34

{paolo}
mi dispiace che hai le idee poco chiare e non posso farci nulla
1-3-2012 01:38

ZaZa1210
Beh regalo non direi, gli hacker si prenderanno dei bei soldini :roll:
29-2-2012 18:20

{paolo}
un browser rilasciato con BSD License, e non meglio ben spiegata quale BSD License e Versione, per quale motivo deve esser debbuggato dagli utenti ? perchè bisogna fargli questo regalo ? non sono capaci di trovarsi gli errori da soli ?
29-2-2012 15:36


mda
Non sono i migliori! Quelli bravi rimangono nascosti. Ciao
29-2-2012 15:05

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics