Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google è veramente brutta! Più che un auto è un'ovovia.
Ci toglierà il piacere di guidare e la nostra vita sarà un po' più triste.
Avrà un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarà maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi più lunghi o più lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non è chiaro di chi sarà la responsabilità civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
Sarà esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocità o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno più: già immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (970 voti)
Agosto 2015
Un miliardo di telefonini Android infettabili con un messaggino
Luglio 2015
Windows 10: Disabilitare il pericoloso sharing del Wi-Fi, attivo di default
Debutta Windows 10, che fare?
Le app vampiro che fanno morire la batteria all'insaputa dell'utente
Google Maps ricorda tutti i posti dove sei stato
Mentos e Coca-Cola, lo spiegone scientifico
Windows 10, c'è già la data di morte
Aggiornamento d'emergenza per tutte le versioni di Windows
Antibufala: a settembre un asteroide colpirà la Terra!
Sbloccare un programma che non risponde
A cosa serve realmente la rimozione sicura dei dispositivi?
WikiLeaks pubblica un milione di mail di Hacking Team
Lo spione spiato: Hacking Team si fa fregare 400 giga di dati
I Carabinieri sperimentano la pistola smart
L'auto che si restringe per parcheggiare meglio
Tutti gli Arretrati

In prova: Archos 70b Internet tablet

IL TEST DI ZEUS - Da Archos arriva un tablet economico con schermo da 7 pollici e dotato di Android 3.2 Honeycomb.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-04-2012]

ARCHOS 70b internet tablet 1 main
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Con il modello 70b Internet tablet, la francese Archos vuole conquistare quanti desiderano utilizzare un tablet Android ma allo stesso tempo hanno un occhio di attenzione per il budget.

La proposta di Archos è un tablet con schermo da 7 pollici (per una risoluzione di 1024x600 pixel) che fa dell'elevata portabilità la propria bandiera: le dimensioni dello schermo, lo spessore ridotto (11,5 millimetri) e il peso contenuto (330 grammi) lo rendono un ospite poco fastidioso per una tasca o una borsa.

Queste caratteristiche non ledono comunque l'impressione di avere a che fare con un prodotto robusto, sebbene il case sia completamente realizzato in plastica.

Degna di nota, sul retro, è la presenza di una staffa che consente al tablet di reggersi "in piedi" autonomamente: una buona idea per chi intende utilizzarlo per guardare film e video stando comodamente seduto su una sedia.

L'ispezione dell'hardware rivela la presenza, sul lato sinistro, di una porta microUSB (utilizzabile anche come porta host per la connessione di hard disk o drive USB, a patto di possedere il cavo necessario non incluso nella confezione), uno slot per microSD, l'uscita per le cuffie e una porta HDMI.

Sondaggio
Come sarà il prossimo Pc che acquisterai?
Un desktop
Un notebook
Un netbook
Un tablet

Mostra i risultati (5481 voti)
Leggi i commenti (17)

Sul lato destro vi sono invece il tasto per la regolazione del volume e quello per l'accensione e lo spegnimento. Ai lati dello schermo, individuiamo gli altoparlanti e la webcam; manca una fotocamera posteriore.

L'accensione richiede una trentina di secondi, trascorsi i quali si viene accolti dalla schermata principale di Android 3.2 Honeycomb, la versione del sistema operativo di Google pensata appositamente per i tablet prima del debutto di Ice Cream Sandwich.

La reattività del sistema dimostra di essere generalmente buona, per lo meno all'inizio; l'apertura di molte app e il passaggio dall'una all'altra, tuttavia, alla lunga fanno sentire il proprio peso e la risposta ai comandi impartiti tramite il touchscreen non è sempre immediata.

A70it2 office on the go

Ciò è probabilmente imputabile al processore - un ARM Cortex A8 a 1,2 GHz - e alla relativamente esigua quantità di RAM dedicata (512 Mbyte). Si fa meno sentire il limite rappresentato dalla quantità di memoria interna a disposizione - 8 Gbyte - poiché lo slot per microSD consente di ovviarvi.

In generale, l'esperienza che se ne ricava è comunque piacevole e le prestazioni sono accettabili, anche se non daranno completa soddisfazione a chi cerca il massimo; chi pensa di poter utilizzare l'Archos 70b come macchina da gioco farà meglio a rivolgere altrove il proprio sguardo.

Inoltre, bisogna segnalare che un utilizzo prolungato provoca un riscaldamento del tablet stesso, non eccessivo ma certamente sensibile, che può infastidire.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
In prova: Archos 79 Xenon
Tutti i tablet di Archos
Archos lancia i suoi primi smartphone

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

certo con android c'e l'app per skype! tranquilo. ora se supporta pienamente la videochiamata non so dirti ma la chiamata voce tradizionale di sicuro! non sono male, se non costassero quasi quanto un netbook... qual'e il prezzo attuale? e ribadisco w il tethering, anche se comporta l'usura della batteria di due dispositivi.. è pur... Leggi tutto
12-6-2012 18:19

La mancanza del 3G per me non è un problema, non possiedo chiavette per il thinkpad, non ho contratto 3G per il telefono, ho sempre trovato hotspots WIFI per connettermi. Vorrei sapere se con questo aggeggio si può usare skype, chi lo ha collaudato potrebbe dirmelo? Grazie
18-4-2012 16:43

giusto :) w il tethering!
18-4-2012 12:22

Non sono d'accordo. Perché non usi il tuo smartphone per la connessione a Internet, e ci colleghi il tablet in wi-fi? Ovviamente solo se sei fuori casa dove avrai già il tuo wi-fi. Perché pagare una seconda connessione dati?
18-4-2012 12:16

{ictuscano}
Il prodotto in sé mi attirerebbe, un 7" di 330 grammi ha uno schermo decisamente inferiore ad un 10", ma una portabilità del tutto superiore. Però un "Internet Tablet" senza connessione 3G non lo capisco.. essendo un prodotto che, anche per dimensioni e peso, è votato "alla... Leggi tutto
18-4-2012 11:55

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics