Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Utilizzi i motori di ricerca soprattutto per approfondire quello che hai...
... letto sui social network
... sentito alla radio
... ricevuto sul cellulare (Sms/Mms)
... letto su giornali o riviste
... visto in Tv
... visto per strada
... passaparola

Mostra i risultati (732 voti)
Dicembre 2014
Chiude la CEC-PAC, un fallimento da 19 milioni di euro
Telefonini e promozioni natalizie: quale operatore offre di più
Da BMW l'auto che si cerca il parcheggio da sola
Honor T1, il tablet economico di Huawei
Windows 10 integra Cortana e l'app per la Xbox
Treviso, ragazzini condividono filmato hard con Whatsapp
Il reggiseno bionico che solleva e sistema il seno alla perfezione
Il macchinario che trasforma l'acqua in petrolio
Serve davvero proteggere smartphone e tablet Android con un antivirus?
Sony, migliaia di password in una cartella chiamata ''Password''
Mandare in crash WhatsApp con un singolo messaggio di testo
Lo shopping online? Adesso si fa col Bancomat
Novembre 2014
TIM e Vodafone, LTE fino a 225 Mbit/s
Google rende più semplice vedere tutti i dispositivi connessi al proprio account
Toyota Mirai, l'auto a idrogeno che produce energia per la casa
Tutti gli Arretrati

Agenda digitale, al via la consultazione pubblica

Per un mese la Cabina di Regia accoglierà idee e suggerimenti che chiunque potrà proporre attraverso il sito ufficiale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-04-2012]

agenda digitale consultazioni aperte
Foto di Yuri Arcurs

L'ormai famosa cabina di regia per l'Agenda Digitale italiana ha aperto la fase di consultazione pubblica per raccogliere i contributi di tutti gli interessati.

Lo scopo dell'attuazione della Agenda Digitale è dotare l'Italia di infrastrutture e servizi avanzati che poggino sulla Rete.

Per individuare le priorità, dall'11 aprile sino all'11 maggio chiunque abbia interesse - «tutti gli stakeholder» dice il sito ufficiale, intendendo cittadini, organizzazioni o istituzioni - può sottoporre le proprie idee nelle diverse aree di azione.

Tali aree sono Infrastrutture e sicurezza, eCommerce, Alfabetizzazione digitale e Competenze digitali, eGovernment, Ricerca & innovazione e Smart cities & communities.

Alla consultazione pubblica si accede attraverso la pagina dedicata; la comunità, poi, potrà votare le idee migliori e «farle salire in cima alla lista di proposte che verranno prese in considerazione dalla cabina di regia dell'ADI».

Sondaggio
Secondo Confindustria Digitale, nei prossimi anni lo sviluppo dell'economia digitale può portare a un aumento di Pil del 4 o 5%. Quale di questi cinque assi d'intervento ritieni più significativo?
Sviluppo della domanda pubblica e privata di servizi on line: gli adempimenti dematerializzati devono diventare la regola e quelli allo sportello l'eccezione. - 35.4%
Investimenti infrastrutturali: nessun ricorso a fondi aggiuntivi. Favorire gli investimenti nelle reti Tlc e l'impiego delle risorse del Piano UltraBroadband del Ministero su aree in digital divide, a sostegno di reti mobili e fibra ottica. - 33.5%
Ecosistema internet: l'obiettivo è lo sviluppo dell'offerta legale dei contenuti. Riforma del diritto d'autore, diffusione delle modalità di pagamento elettronico, tutela della privacy. - 7.7%
Creazione di un vero mercato di Venture capital: l'obiettivo è sostenere la nascita di giovani start-up internet italiane. Detrazione d'imposta per gli investimenti di fondi di venture capital nelle start up. - 8.4%
Formazione dei lavoratori non nativi digitali. Occorre promuovere un grande piano di rioccupabilità legato agli skills ICT puntando ai fondi interprofessionali. In Italia meno del 10% delle ore di formazione viene dedicato a competenze digitali. - 15.1%
  Voti totali: 1097
 
Leggi i commenti (2)

Alla fine della consultazione, tutti i dati e le proposte saranno pubblicate sul sito dell'Agenda Digitale, in modo da rendere il più trasparente possibile la partecipazione e le decisioni che verranno prese in materia.

Il periodo di discussione delle idee non sarà limitato ai 30 giorni in cui sarà possibile sottoporle; i dibattiti potranno invece continuare sino a quando saranno in corso i lavori della cabina di regia.

Per chi volesse richiedere ulteriori informazioni in merito è stato attivato anche l'indirizzo e-mail info@agendadigitale.it.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Approfondimenti
Banda larga, l'Italia continua ad arrancare

Commenti all'articolo (1)


merlin
e se ci mettessimo tutti d'accordo? Leggi tutto
15-4-2012 19:53


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics