La cella solare più nera

Assorbe il 99,7% di tutta la luce, e costa meno di una cella tradizionale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-05-2012]

natcore cella solare silicio nero

Arriva dall'americana Natcore Technology la soluzione che potrebbe abbassare drasticamente i costi dei pannelli fotovoltaici, aumentandone l'efficienza.

Il segreto sta nel cosiddetto silicio nero, materiale (ottenuto a partire dal silicio "normale") che ha permesso di creare la cella solare più "nera" mai realizzata.

In sostanza, ciò significa che la cella realizzata dalla Natcore riflette la luce del sole molto meno di quanto facciano le alternative, e pertanto è più efficiente: l'azienda sostiene che soltanto lo 0,3% della luce viene riflessa (contro il 4% dei pannelli tradizionali).

Inoltre, il processo di creazione di questo tipo di celle non è particolarmente difficile o costoso e non richiede l'utilizzo di prodotti chimici pericolosi, come spiega Chuck Provini, CEO di Natcore.

«Uno dei motivi per cui tutto ciò è importante» - continua Provini - «è che non c'è molta differenza tra l'elettricità che si ottiene nei giorni di sole e quella che si ottiene nei giorni nuvolosi. La luce diffuse non ha tutta questa importanza».

Sondaggio
Considerando costi, tempi di realizzazione e possibili conseguenze, su quale fonte di energia alternativa ai combustibili fossili bisognerebbe maggiormente puntare?
Solare
Eolica
Geotermica
Biomasse
Idrogeno
Nucleare
Idroelettrica

Mostra i risultati (5956 voti)
Leggi i commenti (29)

«Il silicio nero aumenterà l'energia prodotta e ridurrà i costi - le due cose più importanti» conclude Provini.

L'obiettivo, naturalmente, è rendere l'energia solare competitiva dal punto di vista dei costi rispetto alle fonti di energia oggi più utilizzate (in particolare i combustibili fossili).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Se è vero quello che dicono non è il passare dal 96 al 99 per cento che da un aumeto di redimento, è il diminuire dal 4% allo 0.3% la dispersione che permette di avere un buon rendimento anche nei casi non ottimali (nei giorni nuvolosi, perché gli basta la luce diffusa). E io che ho una casa che non ha padiglioni rivolti a sud, non... Leggi tutto
9-5-2012 10:07

Questo non lo dicono ma però una efficienza qui una là una diminuzione dei costi qui e una di qua e pian piano aumenta di molto!!! del resto è la stessa cosa delle CPU dei computer un tempo era impensabile farle viaggiare oltre 8 Khz!!! Però una efficienza qui una là una diminuzione dei costi qui e una di qua e pian piano adesso... Leggi tutto
8-5-2012 22:01

EVVIVAAA!!! :D Allora che aspettiamo! Facciamo la digestione anaerobica dei politici! :twisted: Leggi tutto
8-5-2012 15:07

{matia}
L'idrogeno non è una fonte di energia ma solo un mezzo per veicolarla
7-5-2012 21:04

{utente anonimo}
Esiste già: si chiama digestione anaerobica, ed è stracollaudata da generazioni. Leggi tutto
7-5-2012 17:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Numerosi utenti lamentano disservizi con i coupon-sconto. Quale di questi inconvenienti giudichi più grave?
La difficoltà nell'ottenere i rimborsi (o l'avere come rimborso un altro coupon anziché i soldi).
Non avere un livello adeguato di assistenza al cliente.
L'impossibilità di prenotare un servizio nonostante si sia acquistato il voucher (a causa di scarsa disponibilità da parte di chi eroga quel servizio).
Il trattamento diverso, da parte di chi eroga il servizio, nei confronti di chi paga con un coupon rispetto agli altri clienti.
Il ritardo nella consegna dei prodotti.
La non corrispondenza dell’acquisto effettivo con l’offerta iniziale.
La mancanza di modalità specifiche per i reclami.
Il fatto che l'esercizio per il quale si è acquistato il voucher ha chiuso o il servizio non è più attivo.
La mancata emissione della ricevuta fiscale da parte dei portali.
Non ho mai riscontrato alcuno di questi inconvenienti.

Mostra i risultati (789 voti)
Maggio 2016
Tre pianeti simili alla Terra distanti pochi anni luce da noi
Lo smartphone economico dell'ex CEO di Apple
Aprile 2016
Badlock, la minaccia è reale: a rischio tutti i Windows e i Linux
L'asciugamani ad aria è un ricettacolo di virus
6 funzionalità interessanti di Android N
Il successo degli ''inculators''
La fibra di Enel sfida Telecom Italia
Arrestati al cinema perché registravano l'audio
Marzo 2016
L'FBI è entrata nell'iPhone del terrorista
Romanzo scritto dal computer va in finale per premio letterario
Il phishing di Equitalia
Il campo magnetico della felicità
Chiavetta Usb con butt plug: i tuoi dati in un posto veramente sicuro
WhatsApp, arrivano le chiamate cifrate
Google svela Android N
Tutti gli Arretrati


web metrics