Windows 8 gira anche su iPad

E' possibile provare le novità dell'ultima creazione di Microsoft anche dal tablet di Apple.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-04-2012]

windows 8 iPad
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Nonostante tutte le promesse e le rassicurazioni di Microsoft, è piuttosto evidente come Windows 8 - con l'interfaccia di default Metro - si trovi più a proprio agio su un dispositivo con schermo touch che non su un banale PC controllato tramite mouse e tastiera.

Per poter trarre il meglio dalla Consumer Preview, che da un paio di mesi è scaricabile, bisognerebbe quindi poter provare l'ultimo sforzo di Microsoft su un tablet.

Gli utenti di iPad hanno ora una possibilità di raggiungere questo obiettivo, e senza la necessità di dover eliminare iOS per installare la versione per ARM di Windows 8, senza peraltro avere la certezza che funzioni.

È sufficiente invece usare un'app prodotta da Splashtop - chiamata Win8 Metro Testbed - e avere a portata di mano un PC su cui sia installato Windows 8.

Sull'iPad si installa l'app (acquistabile dall'App Store); sul PC occorre aggiungere a Windows 8 anche lo Splashtop Streamer (un client gratuito).

Sondaggio
La sopravvivenza di alcune tecnologie "da ufficio" sarà messa a dura prova. Secondo te, quale tra queste non sopravviverà?
Le calcolatrici
Gli scanner
Gli schedari
I telefoni da scrivania
Le bacheche
I compact disc
I boccioni dell'acqua
I post-it
Le chiavette USB

Mostra i risultati (3814 voti)
Leggi i commenti (18)

A quel punto, avviata l'app e completate le debite configurazioni, sarà possibile utilizzare Windows 8 direttamente dallo schermo dell'iPad, con accesso completo anche a tutte le gesture supportate dall'ultimo sistema operativo di Microsoft.

L'idea è decisamente interessante e permette finalmente di dare un senso a un'interfaccia che, su un normale desktop, sembra un po' fuori luogo.

Occorre tuttavia frenare l'entusiasmo: Win8 Metro Testbed non è rivolta agli utenti occasionali, dato che il costo non è esattamente contenuto. Il prezzo è infatti pari a 49,99 dollari, sebbene attualmente sia adottato lo speciale prezzo di lancio di 24,99 dollari. L'articolo continua dopo il video.

I destinatari di quest'app paiono dunque più di altri gli sviluppatori che hanno necessità di testare il funzionamento del proprio software o del sistema operativo in un ambiente completamente touch.

L'applicazione, peraltro, funziona sia su rete Wi-Fi che via Internet (sebbene nel primo caso la fluidità sia prevedibilmente maggiore).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

{corrado}
Non gira realmente su iPad ma sfrutta il principio di "desktop remoto". La stessa cosa si può fare con VNC e programmi simili (che sono, fra l'altro completamente gratuiti...)non è che tutte le app sono una manna, cose come questa sono per i gonzi.
20-4-2012 17:29

{myheartisblack}
vabbé 49,99 dollari non sono poi molti.. ne spendo di più quando esco il sabato sera
20-4-2012 13:18

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google è veramente brutta! Più che un auto è un'ovovia.
Ci toglierà il piacere di guidare e la nostra vita sarà un po' più triste.
Avrà un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarà maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi più lunghi o più lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non è chiaro di chi sarà la responsabilità civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
Sarà esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocità o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno più: già immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (1125 voti)
Febbraio 2016
7 nuove auto tutte ecologiche
Aiuto, un virus ha preso in ostaggio i miei dati e vuole soldi per ridarmeli
iPhone 7, tutti i dettagli
Galaxy S7, il top di gamma di Samsung
Delta V, lo smartphone che si ricarica in tre modi ecologici
La Terra rallenta la rotazione, colpa dei ghiacciai che si sciolgono
Gennaio 2016
Dati sensibili e telefonate sospette
Google progetta di far morire le password
La lampadina a filamento del MIT, più efficiente di quelle a LED
''Sentenza Facebook'', cosa cambia in concreto
Smartphone a prezzi stracciati, armi, droghe e hacker in affitto
Antibufala: scoperto in Austria un telefonino di 800 anni fa!
I 10 siti per torrent più popolari
13 caratteristiche di chi è più intelligente della media
Microsoft, cosa aspettarci nel 2016
Tutti gli Arretrati


web metrics