Portogallo, proteste contro tassa simile a equo compenso

L'aumento auspicato dall'opposizione per i dispositivi sopra il terabyte sarebbe oltre 100 euro.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-04-2012]

portogallo equo compenso

L'equo compenso - la tassa che causa una maggiorazione dei prezzi dei supporti fisici per "compensare" i danni causati dalla pirateria ed è in vigore anche in Italia - ha trovato estimatori in Portogallo.

Il locale Partido Socialista, attualmente all'opposizione, per un certo periodo ha considerato l'ipotesi di introdurla, portando come motivazione la difesa del copyright.

Il progetto prevedeva di aumentare di 0,02 euro al gigabyte il costo di ogni dispositivo dotato di memoria: ciò significa, per esempio, che un hard disk da 1 TByte arriverebbe a costare 21 euro in più.

Qualora però la memoria di un disco esterno superi il terabyte, secondo la proposta si dovrebbe aumentare la quota di equo compenso, facendo così aumentare il prezzo di un hard disk da 2 Tbyte di ben 103,1 euro. Se il disco è esterno, il prezzo aumenta "solo" di 51 euro.

Per quanto riguarda le memorie USB (comprese quelle presenti in smartphone e tablet), l'aumento scatterebbe quando si superano i 64 Gbyte, e sarebbe pari a 32 euro.

Sondaggio
Quando cerchi un brano musicale, o un intero Cd, cosa fai più spesso?
Scarico il brano o il Cd su iTunes: costa poco ed è legale.
Scarico l'Mp3 con Torrent o eMule o altro servizio simile.
Ascolto la canzone in streaming (per esempio su Youtube), anche se non posso scaricare l'Mp3.
Vado nel mio negozio di dischi o maxistore preferito.
Altro.

Mostra i risultati (3141 voti)
Leggi i commenti (10)

Fortunatamente, le proteste e il buon senso hanno portato al ritiro della proposta di legge; se le cose andranno come in Italia, dove le proposte abbandonate tornano a vivere dopo breve tempo, gli utenti portoghesi faranno bene a tenere gli occhi aperti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Equo compenso, aumenta costo di Pc, smartphone e tablet
SIAE, l'equo compenso aumenta del 500%

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

@amldc: ti voto anch'io! :clap: :clap: :clap: :clap:
22-4-2012 19:32

mi hai convinto. ti voto. Leggi tutto
20-4-2012 11:09

Fanno bene e visto la delinquenza predominante tra i consumatori, io proporrei anche: un mese di galera preventiva per chi acquista un taglierino (nel 99% dei casi lo userà per fare una rapina) ritiro della patente per 6 mesi a tutti i patentati (prima o poi guideranno ubriachi) un mese di galera per chi compra un passamontagna (lo userà... Leggi tutto
19-4-2012 17:02

Io direi che si potrebbe parlare quasi di crimine contro l'umanità: è imbarazzante assistere a questo continuo teatrino che invece di risolvere il problema non fa che aumentarlo... :twisted:
19-4-2012 14:01

è una tassa inventata come un altra, ma 100 euro su 2TB sarebbe un furto.
19-4-2012 09:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (1374 voti)
Maggio 2016
Ragioni per usare la modalità aereo quando non sei in aereo
Il ''Service Pack 2'' di Windows 7
TeslaCrypt, arriva la chiave di sblocco universale
Red Ronnie e la Sindrome delle Due Campane
CryptXXX torna a colpire e non c'è antidoto che tenga
Metroweb, Enel e Telecom: come ricomprare ciò che era tuo
CEO di BioViva si inietta virus e si allunga vita di 20 anni
Tre pianeti simili alla Terra distanti pochi anni luce da noi
Lo smartphone economico dell'ex CEO di Apple
Aprile 2016
Badlock, la minaccia è reale: a rischio tutti i Windows e i Linux
L'asciugamani ad aria è un ricettacolo di virus
6 funzionalità interessanti di Android N
Il successo degli ''inculators''
La fibra di Enel sfida Telecom Italia
Arrestati al cinema perché registravano l'audio
Tutti gli Arretrati


web metrics