Russia, censura governativa sul web

Il governo scandaglierà social network, blog e forum alla ricerca di contenuti sgraditi e ne imporrà la rimozione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-04-2012]

russia controllo web

Il Roskomnadzor, l'agenzia federale russa che si occupa di comunicazioni, informatica e mass media, ha ideato un sistema di monitoraggio dei sistemi di comunicazione online.

Lo scopo di tale software è passare al setaccio l'intera Internet russa - compresi i social network - alla ricerca di contenuti «estremisti».

In Russia gli internauti attivi nel mese medio sono circa 60 milioni e aumentano del 15% ogni anno; quasi tutti (il 99%) utilizzano i social network.

Le tre reti sociali più popolari sono, nell'ordine, V Kontaktie, Odnoklasskini e Facebook che dispongono rispettivamente di 34 milioni, 27 milioni e 9 milioni di iscritti.

Ora l'agenzia governativa si prepara a scandagliare tutti i contenuti inseriti dagli utenti; naturalmente il controllo comprende anche forum, blog e tutti i siti in generale.

Il piano era già stato annunciato alla fine del 2011 e aveva suscitato le preoccupazioni di Reporter Sans Frontières: il governo non si limiterà, infatti, a prendere nota dei contenuti, ma interverrà presso gli autori.

Sondaggio
Qual è l'affidabilità dell'informazione su internet?
La rete è piena di giornalisti non professionisti che scrivono per lo più sulla base del sentito dire, senza una reale verifica dei dati.
Può andar bene per farsi un'idea velocemente, ma è carente se dall'informazione si vuole approfondimento e commento.
L'informazione reperibile in rete è del tutto paragonabile per contenuti e affidabilità a quella dei media tradizionali.
La qualità dell'informazione su internet è certamente più varia di quella offerta dai media tradizionali, ma sapendo scegliere siti e fonti giuste può essere superiore.
Internet è l'ultima frontiera dell'informazione libera e non irreggimentata.

Mostra i risultati (2582 voti)
Leggi i commenti (6)

Qualora vengano trovati contenuti «estremisti», al sito vengono concessi tre giorni per la loro rimozione; se il responsabile non interviene il Roskomnadzor invierà successivamente altri due avvisi e, in caso di ulteriore mancanza di risposta, chiuderà il sito.

«La nostra preoccupazione principale» - spiegava Reporters Sans Frontières - «riguarda la definizione molto ampia data dal Roskomnadzor per "contenuto estremista", l'arbitrarietà e la mancanza di proporzione della sanzione, che può includere la chiusura del sito web».

«La creazione di questo software» - continuava l'organizzazione - «porrà in essere un sistema di sorveglianza generalizzato sulla Internet russa, che potrà portare alla rimozione di tutti i contenuti sgraditi alle autorità. Ridurrà inevitabilmente il libero flusso delle informazioni».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Putin teme i blogger e li terrà sotto controllo

Commenti all'articolo (5)

Già nei cosiddetti paesi democratici e liberi si esercita comunque un certo controllo e ogni giorno governi e gruppi di potere vogliono contare sempre di più in questo tentativo di imbavagliare la rete. Figuriamoci se in paesi dove notoriamente i dissidenti sono sempre stati epurati con ogni mezzo (prefribilmente illegittimo) ciò non... Leggi tutto
22-4-2012 20:17

Dissento. Io preferire non doverlo vedere. :(
21-4-2012 15:21

mah....voglio vedere quanto efficace sia la cosa...
21-4-2012 14:29

Solo che ORA sappiamo tutti come è finita la storia del controllo sulla Stampa... Dittatura! Una marea di notizie falsificate ad arte sui giornali. Spesso che si contraddicono o prendono per autentici deficienti i lettori. Ciao
21-4-2012 14:13

Perchè ci si stupisce che un certo tipo di controllo che viene esercitato normalmente nel quotidiano reale venga esteso anche al web? Il fatto che per un certo tempo i governi abbiano trascurato "la rete" forse anche per una certa miopia non implica che "debbano" continuare a ignorarla...visto che seppur lentamente... Leggi tutto
21-4-2012 13:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
''Chi sbarca in Italia va via per non morire, va via perché c'hanno una guerra, un maremoto... come fai a fermarli? Bisogna creare delle strutture intelligenti, inserirli piano piano a fare delle cose perché sono gente straordinaria. E' un processo di cui non se ne può fare a meno. Arrivano, arrivano a riprendersi un pochino di quello che gli abbiamo tolto in 200 anni''. Chi è?
(Vedi poi la soluzione)
Uno che non considera prioritario lo Ius Soli per dare diritti di cittadinanza ai figli della "gente straordinaria" che arriva in Italia.
Uno che non vuole abolire il reato di clandestinità per non portare il suo partito a percentuali da prefisso telefonico.
Uno che ordina ai suoi parlamentari un voto contrario alla legge che ha abolito in Italia il reato penale di clandestinità.
Uno che ha messo come requisito indispensabile per l'appartenenza al suo partito politico la cittadinanza italiana.
Uno che da normale cittadino diceva pacatamente cose di buon senso ma una volta entrato nei meccanismi del potere è costretto a dire e fare minchiate per tenere insieme milioni di ignoranti e razzisti che toglierebbero il voto a proposte pacate e di buon senso.
Tutti quelli nominati finora.

Mostra i risultati (765 voti)
Agosto 2017
Accesso a reti Wi-Fi
I sospetti della FDA sull'hamburger vegano
Password, abbiamo sbagliato tutto: usare numeri, maiuscole e caratteri speciali non serve
Arrestato l'hacker che fermò WannaCry
Il file sharing monouso di Mozilla
Antibufala: ''robot di Facebook'' che parlano fra loro una lingua sconosciuta
Video: perché questo uccellino sta a mezz'aria con le ali ferme?
Fondatore di Tor: il Dark Web non esiste
Luglio 2017
Windows 10, Creators Update per tutti
L'antivirus gratuito di Kaspersky
Adobe annuncia la morte di Flash
In arrivo Play Protect, ''antivirus'' di Google per Android
Come violare Facebook con un vecchio numero di telefono
La Camera approva data retention a 6 anni, infilato in emendamento su sicurezza ascensori
Antibufala: il video delle ''scie chimiche'' giganti
Tutti gli Arretrati


web metrics