Google e James Cameron a caccia di minerali nello spazio

La Planetary Resources aprirà l'era dell'esplorazione mineraria degli asteroidi, per rifornire la Terra di risorse.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-04-2012]

james cameron planetary resources
James Cameron

Andare a caccia di minerali tra gli asteroidi: è questo l'obiettivo di Planetary Resources, una azienda appena fondata la cui esistenza diverrà ufficiale domani.

Dietro Planetary Resources ci sono nomi noti come il cofondatore di Google Larry Page e il presidente Eric Schmidt, il regista James Cameron, l'ex Chief Software Architect di Microsoft Charles Simonyi, il miliardario Ross Perot Jr. e altri.

Che l'obiettivo sia l'estrazione mineraria dagli asteroidi è un'ipotesi ancora in cerca di conferma, ma gli indizi ci sono; il comunicato stampa ufficiale per ora parla soltanto di «creare una nuova industria e una nuova definizione di risorse naturali».

La presenza tra i fondatori di questa neonata compagnia di Eric Anderson - presidente di Space Adventures - e di Peter Diamandis (tra i principali attori della X Prize Foundation) è più di una coincidenza.

Diamandis in particolare da tempo guarda verso lo spazio con l'occhio di chi vede un'immensa miniera ricca dei materiali più vari, pronta a essere sfruttata.

Le attività della Planetary Resources «aggiungeranno bilioni di dollari al PIL mondiale», o questo almeno è ciò che promette il comunicato ufficiale.

Sondaggio
L'uomo presto ritornerà sulla Luna, ci si prepara all'esplorazione umana di Marte, la stazione spaziale internazionale sta per essere completata. Cosa pensi degli elevati costi che tale tipo di ricerca comporta?
La natura umana ci spinge a conoscere ed esplorare. Non ci sono costi troppo alti quando questi sono gli obiettivi.
L'esplorazione spaziale (come ogni altra forma di ricerca scientifica) ha i suoi costi, ma le ricadute tecnologiche e quindi i benefici di tali investimenti possono essere enormi.
Può certamente essere interessante sapere se qualche millennio fa c'erano forme di vita unicellulare su Marte, ma la Terra e i suoi abitanti hanno problemi ben più seri che necessitano di tutta l'attenzione e i fondi possibili.
Secondo me non siamo neanche stati sulla Luna, quindi...

Mostra i risultati (3367 voti)
Leggi i commenti (53)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Larry Page e le miniere sugli asteroidi, primo lancio a luglio

Commenti all'articolo (2)

I rifiuti di Napoli finiscono (paghiamo noi italiani) in Germania e altri Paesi che con quel materiale ci producono e poi noi comperiamo!!! Mentre le società private italiane di riciclo di materiale falliscono per mancanza di materia prima!!! Mentre gli inceneritori, le discariche degli inceneritori (non lo sapevate che servono?) e... Leggi tutto
23-4-2012 18:50

Questo processo di "importazione" di materiale extra-terrestre avra' il risultato di far aumentare la gravita' del nostro pianeta perche' ne aumenterebbe la massa complessiva. Cio' a meno che non si compensi "esportando" fuori orbita materiale di pari peso. Potrebbe essere la soluzione per i rifiuti di Napoli.. :idea:
23-4-2012 16:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quando partecipi a una discussione, che cosa ti infastidisce al punto da spingerti ad abbandonarla?
L'accorgermi che l'argomento che mi interessa viene trattato con troppa superficialità.
Scoprire che un mio interlocutore cerca di convincermi della sua idea anziché confrontarsi sul tema.
Trovare, fra le persone con cui discuto, qualcuno arrogante e supponente.
Vedere che alcuni si esprimono in un pessimo italiano.
Notare che l'interlocutore si basa su fatti palesemente fasulli per motivare le sue affermazioni.

Mostra i risultati (2495 voti)
Maggio 2017
Il bug di Ntfs che manda in crash Windows
Il malware che si nasconde nei sottotitoli
Usare il Wi-Fi per vedere attraverso i muri
Più di 2.000 dollari per un Bitcoin
Blue Whale, mito di morte pericolosamente gonfiato
Wannacry una settimana dopo: il punto della situazione
1250 modelli di telecamere di sicurezza vulnerabili da remoto
Come rubare le credenziali di Windows usando Chrome
Ma è credibile tutto questo?
Cosa posso fare per difendermi?
Il keylogger nascosto nei portatili di HP
Mozilla scarica Thunderbird
Prende l'iPhone per rispondere e gli esplode in mano
Google svela l'interfaccia di Fuchsia, il successore di Android
Tablet, sempre meno vendite: faranno la fine dei netbook?
Tutti gli Arretrati


web metrics