Sondaggio
Che cosa utilizzi prevalentemente per la posta elettronica?
Una webmail
Un client di posta
Entrambi

Mostra i risultati (1892 voti)
Aprile 2015
La falla in iOS che rende inutilizzabili iPhone e iPad
Nuove tariffe, Agcom chiede più trasparenza a Telecom Italia
Eliminare le funzionalità di Windows indesiderate
Auto senza chiave troppo facili da aprire
La guida alla banda larga Comune per Comune
È un treno? È un aeroplano? No, è Horizon
Il browser per navigare su piattaforma distribuita
La batteria prossima ventura
Carcerato manda via mail un falso ordine di scarcerazione
Modificare la schermata di login
Poteva cancellare tutti i video di Youtube e non l'ha fatto
WhatsApp, le chiamate vocali sono realtà
Marzo 2015
Decreto antiterrorismo, evitato il trojan di Stato (per ora)
Come riutilizzare uno smartphone
Attenzione a Whatsappchiamate
Tutti gli Arretrati

Pulizie di primavera in casa Google: le prossime dismissioni

Spariscono Google Sync per BlackBerry, Picasa per Linux e diversi altri prodotti ormai non più essenziali o non considerati strategici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-04-2012]

google pulizie primavera

Dopo le pulizie di primavera in autunno, Google ha deciso di fare le pulizie di primavera anche in primavera.

Nella pratica, si tratta di eliminare prodotti o servizi che l'azienda non considera più strategici, non hanno ricevuto il successo sperato o non vale più la pena sviluppare.

Tra le vittime di questa pulizia, la prima è Google Sync per BlackBerry, che non sarà più disponibile a partire dal primo di giugno: dato che RIM fornisce il medesimo servizio, Google ritiene che questa app sia ormai inutile.

Spariranno ugualmente la web app mobile di Google Talk (Google invita a usare l'app per Android o i client compatibili), il Picasa Web Albums Uploader per Mac, il Picasa Web Albums Plugin per iPhonto e Picasa per Linux, e il progetto Google Flu Vaccine Finder (per chi interessa esiste HealthMap Flu Vaccine Finder).

Chiudono anche OnePass (la piattaforma di pagamento per gli editori di notizie online) e vengono ritirate alcune API ormai obsolete e raramente usate.

Sondaggio
Secondo te, Google+ avrà successo? Soppianterà Facebook?
Google+ non avrà successo. Ma comunque lo userò più di Facebook. - 10.3%
Google+ avrà successo. Ma preferisco Facebook. - 12.0%
Google+ non avrà successo. Pertanto rimango su Facebook. - 20.7%
Google+ avrà successo. "Mi piace" più di Facebook. - 19.2%
Non frequento i social network. - 37.8%
  Voti totali: 2546
 
Leggi i commenti (10)

L'elenco dettagliato dei prodotti cancellati è presente sul blog ufficiale dove Matthias Schwab, direttore dei Servizi Cloud, spiega che «apportare cambiamenti ai prodotti o ai servizi è difficile, ma dobbiamo restare concentrati se vogliamo fare cose importanti che sono utili al mondo».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Addio a Google Reader

Commenti all'articolo (2)


Zeus
Picasa per Linux non è mai esistito. Google distribuisce un pacchetto con Wine e una (vecchia) versione di Picasa Windows.
26-4-2012 07:01


mda
Picasa (che non uso)per Linux dicevano che sarebbe diventato Open. E' vero? Del resto per una azienda che usa Android e ChromeOS.... Ciao
25-4-2012 23:40


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics