Facebook regala l'antivirus agli utenti

Nasce il Facebook AV Marketplace, da cui scaricare gratuitamente per sei mesi i maggiori software di sicurezza.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-04-2012]

facebook av marketplace

Una sterzata decisa verso la sicurezza: nasce così all'interno di Facebook, con l'intento di difendere gli oltre 900 milioni di utenti, l'Antvirus Marketplace.

Molti ricorderanno la minaccia rappresentata, non troppo tempo fa, da Koobface e i vari allarmi, succedutisi nel tempo, circa i pericoli che gli utenti del sito in blu corrono a causa di link e post ingannevoli.

Così i dirigenti del social network hanno deciso di accordarsi con i maggiori produttori di software per la sicurezza, offrendo a tutti gli utenti di Facebook la possibilità di scaricare gratuitamente una licenza valida per sei o dodici mesi del software preferito.

Nella lista proposta da Facebook ci sono McAfee Internet Security 2012, Norton AntiVirus, Sophos Anti-Virus per Mac Home Edition e Trend Micro Internet Security; inoltre è anche disponibile Microsoft Security Essentials che, essendo un prodotto gratuito, non ha limite di scadenza.

Sempre sul fronte della sicurezza, Facebook ha poi deciso di unificare la propria blacklist di indirizzi con quella delle aziende partner.

Sondaggio
Worm, virus, trojan horse, spyware, rootkit, dialer, hijacker. Chi li produce?
Smanettoni che vogliono provare la loro abilità
Pirati informatici professionisti con lo scopo di trarne profitto
Gli stessi che poi fanno gli antivirus
Gruppi con finalità politiche di destabilizzazione

Mostra i risultati (4672 voti)
Leggi i commenti (25)

Considerato l'elevato numero di utenti, in realtà dal punto di vista della presenza di contenuti pericolosi le cose non vanno poi tanto male: soltanto il 4% dei contenuti presenti sul social network è spam (i dati sono di Facebook stessa).

Tuttavia un'epidemia di malware diffuso tramite il social network sarebbe disastroso per la sua immagine; e, d'altro canto, chi produce antivirus sarà ben contento dell'enorme bacino di utenti cui potenzialmente ha accesso.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
CAMP, l'antivirus di Google

Commenti all'articolo (3)

Una scelta di marketing vantaggiosa soprattutto per i produttori di antivirus :lol:
4-5-2012 21:46

beh non ci vedo nulla di strano...è una scelta di marketing vantaggiosa per tutte le parti...anche altri siti a volte offrono questa possibilità (ovviamente in termini ridotti sia come scelta di software che come disponibilità) chiaramente connaturata alle loro potenzialità.. E' vero che ci sono alternative free/open...e che sono... Leggi tutto
30-4-2012 11:05

{bruno}
Parliamoci chiaro! Facebook piazza antivirus in prova prendendo la percentuale dal venditore. Un sano Clamwin Open source no?
27-4-2012 23:33

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale di queste previsioni si realizzerà per prima?
La maggior parte degli acquisti avverrà attraverso il web.
Ci sarà in media uno smartphone per ogni abitante del pianeta.
Le aziende utilizzeranno Facebook e Twitter come mezzo principale di assistenza ai clienti.
La maggior parte dei nostri dati saranno sul cloud, non sui nostri Pc.
La maggior parte degli utenti accederanno al web tramite rete mobile.

Mostra i risultati (1807 voti)
Agosto 2016
WhatsApp condivide i dati dell'utente con Facebook
La realtà virtuale di Google è pronta al lancio
Android 7.0 Nougat, ecco le novità
L'NSA si lascia sfuggire armi informatiche segrete
Fuchsia, il nuovo sistema operativo di Google
Bug di Linux, a rischio un miliardo e mezzo di smartphone Android
Tutte le Volkswagen vendute dopo il 1995 si possono aprire con Arduino
10.000 titoli Amiga giocabili gratuitamente nel browser
Sì, le chiavette USB lasciate in giro come esca funzionano
Cambiare le password troppo spesso fa male alla sicurezza
I 10 siti torrent più popolari
Andate in vacanza? Usare una VPN per proteggervi può portarvi in carcere
Luglio 2016
Lo smartphone da 50 dollari di Amazon
Il simil-MacBook economico di Xiaomi
Windows 10 Anniversary Update, le novità più importanti
Tutti gli Arretrati


web metrics