Sondaggio
Chi non ha pagato l'assicurazione auto verrà individuato grazie a una serie di controlli incrociati con videocamere stradali e dati del Ministero. Che cosa ne pensi?
L'uso della tecnologia è diventato troppo invadente. Ogni giorno ci viene sottratta un'ulteriore fetta di privacy.
Ben vengano i controlli, se servono a diminuire le tasse (o i premi di assicurazione) di quelli che onestamente le pagano.
Il provvedimento va a colpire soltanto i disperati, che con la crisi cercano di arrangiarsi.
I veri evasori non si faranno certo acchiappare con questi mezzucci.
Prima di tutto bisognerebbe abbassare i costi delle assicurazioni.
Io non pago né l'assicurazione auto, né il canone Rai, né niente!
Viaggio solo in autobus o in bicicletta, non mi riguarda.

Mostra i risultati (1308 voti)
Luglio 2015
L'auto che si restringe per parcheggiare meglio
La lampadina a Led più economica del mondo
Giugno 2015
Google Chromebit trasforma la Tv in un Pc
Sabotaggio verso gli utenti di μTorrent
Su Google Play Music la musica adesso è gratis
A cosa serve prenotare Windows 10?
Aggiungere una cartella alla barra delle applicazioni
Jobs Act, permesso il controllo a distanza dei dipendenti
11 bufale hi-tech a cui molti continuano a credere
Navigare senza limiti in 4G LTE? Sì, ma solo di notte
Come passare da MBR a GPT e viceversa
Riutilizzare le vecchie batterie dei telefonini si può
Porn Time è il Popcorn Time a luci rosse
Google Maps, navigatore anche senza la connessione
Rubare soldi al bancomat con l'iPod Nano
Tutti gli Arretrati

Usare il PC riduce la perdita di memoria negli anziani

Secondo un recente studio, alternare uso del computer e attività fisica mantiene in forma il cervello.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-05-2012]

uso pc memoria anziani

Quando l'età avanza, tenere in esercizio il corpo fa bene anche alle mente, in particolare per quanto riguarda la memoria; ma la cosa migliore che si possa fare per il proprio cervello è combinare l'attività fisica con l'utilizzo di un PC.

Sono queste le conclusioni - da considerare preliminari, come avvertono i ricercatori - cui è giunto uno studio condotto dalla Mayo Clinic.

L'indagine ha coinvolto 926 persone di età compresa tra i 70 e i 93 anni cui è stato chiesto di compilare dei questionari relativi all'esercizi fisico e all'utilizzo del computer, e di sottoporsi quindi a dei test.

Le attività fisiche moderate prese in considerazione per la loro efficacia includono l'escursionismo, il golf, le camminate a passo veloce, l'aerobica, il nuoto, lo yoga, le arti marziali e il sollevamento pesi.

Quelle mentali ritenute stimolanti includono invece l'utilizzo del computer, la lettura, l'utilizzo di giochi, l'utilizzo di strumenti musicali e la riduzione del tempo passato davanti alla TV.

Il dottor Yonas Geda, autore principale dello studio, spiega che ci si è concentrati sull'uso del computer perché è risultato un'attività molto popolare.

Sondaggio
Quasi la metà delle famiglie italiane (nel 2012 erano il 45,5% secondo Confindustria Digitale) non possiede ancora un collegamento a Internet. Qual è secondo te il principale motivo?
La connessione a banda larga non è disponibile.
Motivi di privacy e sicurezza.
Mancanza di skill e capacità d'uso.
Alto costo del collegamento.
Alto costo degli strumenti.
Internet non è utile.
Accedono a Internet da altro luogo.

Mostra i risultati (2718 voti)
Leggi i commenti (19)

I dati raccolti hanno mostrato che, di quanti non fanno attività fisica né utilizzano il computer, il 20,1% dimostra di avere capacità cognitive normali ma ben il 37,6% mostra un deficit moderato.

Le percentuali si possono pressoché invertire quando si considerano le persone che usano il computer e fanno attività fisica: in quel caso il 36% mostra capacità cognitive nella norma, e il 18,3% invece rivela il deficit.

Come già accennato, questi risultati non vanno considerati definitivi; i ricercatori, peraltro, non hanno considerato la quantità di tempo passata al computer, o le attività svolte, né hanno potuto stabilire l'esistenza certa di un legame tra l'uso del PC e la riduzione delle perdite di memoria. Tuttavia ritengono che quanto scoperto in questo studio meriti un ulteriore approfondimento.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La "truffa del computer" che colpisce gli anziani

Commenti all'articolo (3)

anche io sto pensando di insegnare ai miei a usacchiare il pc... ma facendo qualche prova mi sono reso conto che non distinguono l'informazione che cercano dalle pubblicità che ci sono in mezzo anzi tendono a cliccare su queste. Dal momento che in televisione compare la scritta Messaggio pubblicitario o quel che l'è... e in ogni caso non... Leggi tutto
7-5-2012 17:56

mi viene da pensare che ogni attività che richieda impegno mentale, ovvero che solleciti la mente a tenersi in forma, utilizzata possa esser d'aiuto...quindi anche l'uso sensato di un mezzo come il pc... Ad esempio un tempo non esistevano i cellulari e nemmeno i cordless casalinghi...non c'erano rubriche integrate per cui un po' tutti... Leggi tutto
7-5-2012 14:41

io posso testimoniare che mio papà ha sicuramente tratto giovamento dall'uso del pc ed è arrivato alla soglia dei 90 anni con la testa assolutamente in ordine: è stato sul computer (e on-line) fino a 2 ore prima di essere ricoverato per un fatale attacco di cuore. Ma si può dire che proprio grazie al computer ha mantenuto una eccellente... Leggi tutto
7-5-2012 13:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics