Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l’impatto dei tempi di indisponibilità di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttività e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l’obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (810 voti)
Novembre 2014
Toyota Mirai, l'auto a idrogeno che produce energia per la casa
Malware nelle sigarette elettroniche
Licenziato per un Like su Facebook
E-book, il governo vuole l'IVA al 4%
Il tablet low cost di Nokia
Pwn2own, cadono tutti gli smartphone tranne Windows Phone
Il sottomarino supersonico che va a 5.800 km/h
Il sito dei guardoni: 73mila telecamere private hackerate
In fuga da WhatsApp, ma verso dove?
Ma quanto sono spione le ''smart TV''?
900 giochi arcade nel browser disponibili gratuitamente
Garante Privacy autorizza controllo dipendenti via Gps
Curriculum vitae, indicare solo l'essenziale
Ottobre 2014
Il gettone telefonico, questo sconosciuto
Honor 6, lo smartphone 4G più veloce del mondo
Tutti gli Arretrati

Wi-Fi gratis nel parco, depositando cacca di cane

Più cacca si raccoglie, più minuti di connessione gratuita si hanno a disposizione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-05-2012]

poo wifi

In Messico hanno trovato un sistema originale per invogliare i padroni di cani che frequentano i parchi a raccogliere gli escrementi lasciati dai loro animali.

Grazie all'intervento del provider Terra, è nato Poo Wi-Fi, una rete wireless pubblica e gratuita alimentata a cacca di cane. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Con quale di queste affermazioni concordi maggiormente?
Il Governo sta facendo troppo poco per portare la banda larga anche nelle zone più remote.
Il Governo riuscirà a migliorare la diffusione della banda larga.
Il Governo vorrebbe fare di più per la diffusione della banda larga, ma mancano le risorse.
Il Governo non sta facendo abbastanza per reperire risorse per la banda larga.
Al Governo non frega nulla della banda larga a meno che qualche lobby o qualche gruppo finanziario o industriale gliela chieda; a quel punto troverà il modo di mettere una nuova tassa ai pensionati o ai lavoratori dipendenti per reperire i fondi.

Mostra i risultati (2353 voti)
Leggi i commenti (8)
Il principio è semplice: si raccoglie quanto lasciato dal proprio cane, lo si deposita in un apposito contenitore e, in base al quantitativo ricevuto, questo abilita un tot di minuti di connessione gratuita.

Il sistema sembra basarsi su una semplice bilancia, per cui in teoria qualunque oggetto introdotto nei contenitori attiva la rete; tuttavia pare che, perlomeno durante il giorno, i dispositivi siano presidiati per evitare usi impropri.

Per rendere nota l'iniziativa, l'agenzia creativa DDB ha creato una campagna pubblicitaria, che riportiamo qui sotto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)


OXO
No, ragazzi, dico, possibile che non lo conosciate...? link
14-5-2012 16:28


Zievatron
@ OXO Esiste davvero un inno alla diarrea?! :shock:
14-5-2012 14:36


OXO
Evviva l'Inno del Corpo Sciolto!!! :lol:
14-5-2012 13:57


Gladiator
Usare i nostri politici per l'alimentazione del caccometro potrebbe essere una buona idea ma penso sia meglio l'altra che ti era venuta di utilizzarli per alimentare impianti di produzione energia a bio massa, si sa mai che dal caccometro riescano ad uscire vivi... :wink: Leggi tutto
12-5-2012 10:57

Cesco67
ROTFLISSIMO :malol: :malol: :malol: Leggi tutto
8-5-2012 23:01

Leggi gli altri 5 commenti nel forum Wireless
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics