Vaio Serie T, gli ultrabook di Sony

Basati su CPU Intel Core i3, hanno schermi da 11 e 13 pollici e un'autonomia massima di 9 ore.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-05-2012]

vaio serie t ultrabook

Anche Sony ha deciso di entrare nell'arena degli Ultrabook lanciando i Vaio Serie T.

Caratterizzati da uno chassis in magnesio e alluminio, sono disponibili con schermi da 11,6 e 13,3 pollici.

Basati sul processore Intel Core i3, sono equipaggiati con un'unità SSD fino a un massimo di 512 Gbyte o con un disco rigido tradizionale fino a 500 Gbyte.

Punto di forza è la batteria, che promette di fornire un'autonomia per concludere senza problemi un'intera giornata di lavoro (il massimo è di 9 ore per i modelli dotati di SSD); inoltre, l'avvio è rapido grazie alle funzioni Rapid Wake + Eco.

I Vaio Serie T sono disponibili anche in configurazione ibrida, basata sulla tecnologia Intel Smart Response Technology, che abbina la memoria cache SSD con un'unità HDD.

Sondaggio
Che cos'è più rivoluzionario, tra questi... qualcosa-book?
Chromebook
Ebook
Facebook
Macbook
Netbook
Notebook
Playbook
Ultrabook

Mostra i risultati (1944 voti)
Leggi i commenti (2)

La dotazione di interfacce comprende HDMI, VGA, Ethernet e slot per schede SD/MMC

Gli Ultrabook di Sony sono protetti dalla tecnologia Anti-Theft Service di Intel fornita in prova gratuita per 90 giorni, che appoggiandosi sulle funzionalità hardware integrate nel Vaio consente di bloccare gli accessi non autorizzati ai dati personali.

I Vaio Serie T sono in vendita con prezzi che partono da 750 euro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (1539 voti)
Marzo 2017
''Windows 10 ha distrutto il mio PC'' e fa causa a Microsoft
Wikileaks rivela il ''cacciavite sonico'' della CIA per colpire i Mac
Come violare un account Windows in un minuto
Hai un processore nuovo? Non potrai aggiornare Windows
Come disabilitare i video che partono da soli nei siti Web
Monaco lascia Linux soltanto per motivi politici
Il senatore Bartolomeo Pepe e le ''scie chimiche''
Inflazione e tassi bassi? Ecco perché dire addio al conto corrente
Tagliando assicurativo e dematerializzazione, difficoltà per gli anziani
Il malware che cancella l'hard disk
Quel crack per Mac fa un patatrac
L'altro ieri siete stati buttati fuori dal vostro account Google?
Febbraio 2017
Google ha violato la crittografia SHA-1
Il malware che ti spia dal microfono del PC
WhatsApp attiva l'antifurto: verifica in due passaggi
Tutti gli Arretrati


web metrics