Apple, pace in vista con Proview

Il contenzioso con l'azienda cinese detentrice del marchio iPad potrebbe avviarsi verso la conclusione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-05-2012]

ipad apple proview

C'è da tempo una guerra silenziosa che vede contrapposta Apple e la sconosciuta - per lo meno da noi - azienda cinese Proview.

Motivo del contendere è il marchio iPad: Proview ne detiene infatti i diritti esclusivi per l'uso sul suolo cinese, e per questo motivo ha chiesto al gigante di Cupertino una somma esorbitante qualora intenda adottarlo per vendere i propri tablet anche in quella nazione.

La cifra richiesta da Proview si aggirerebbe intorno al miliardo di dollari, e sinora Apple aveva preferito ufficialmente ignorare la questione, non lasciando trapelare alcunché circa le proprie intenzioni.

Ora, però, le cose sarebbero cambiate: stando a quanto dichiarato da Proview, Apple avrebbe inziato un approccio teso a ricomporre amichevolmente la questione.

Per l'azienda cinese si tratta senz'altro di una buona notizia, considerate le pessime condizioni economiche in cui versa.

Sondaggio
Chi fa la coda fuori dal negozio per acquistare il nuovo iPhone / iPad / iPod il primo giorno Ť...
Un vero appassionato
Un fanatico
Un iDiota

Mostra i risultati (10990 voti)
Leggi i commenti (55)

Per Apple si tratta di mantenere la presa salda su un mercato che attualmente già vale il 15% del fatturato, ed è in continua espansione.

Non è detto, comunque, che la soluzione sia dietro l'angolo. Da un lato Proview sembra voler continuare a richiedere cifre elevate - anche per poter pagare i debiti contratti con le banche - mentre dall'altro Apple ha dalla propria parte una prima vittoria: la richiesta di bloccare le vendite dell'iPad, avanzata da Proview, è infatti stata respinta dalla magistratura cinese.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Concordo con Blind Guardian.
12-5-2012 11:34

Con tutti i soldi che hanno per pagare i giudici possono permettersi benissimo di sedersi e aspettare che la Proview soccomba sotto il peso dei propri debiti...
8-5-2012 12:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Come passi maggiormente il tuo tempo online?
Sui social network
Leggendo e scrivendo email
Guardando filmati
Cercando e leggendo informazioni
Giocando online
Leggendo i blog
Sui forum
Ascoltando musica e radio online
Leggendo quotidiani e riviste
Altro (specificare nei commenti)

Mostra i risultati (1223 voti)
Maggio 2016
Questione di aritmetica
Il ''Service Pack 2'' di Windows 7
TeslaCrypt, arriva la chiave di sblocco universale
Red Ronnie e la Sindrome delle Due Campane
CryptXXX torna a colpire e non c'è antidoto che tenga
Metroweb, Enel e Telecom: come ricomprare ciò che era tuo
CEO di BioViva si inietta virus e si allunga vita di 20 anni
Tre pianeti simili alla Terra distanti pochi anni luce da noi
Lo smartphone economico dell'ex CEO di Apple
Aprile 2016
Badlock, la minaccia è reale: a rischio tutti i Windows e i Linux
L'asciugamani ad aria è un ricettacolo di virus
6 funzionalità interessanti di Android N
Il successo degli ''inculators''
La fibra di Enel sfida Telecom Italia
Arrestati al cinema perché registravano l'audio
Tutti gli Arretrati


web metrics