Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (1627 voti)
Maggio 2015
Paypal, multa di 25 milioni per il credito ''revolving''
Google manda le multe ai pirati
Halfbike, bicicletta a metà
I server virtuali hanno un bug peggiore di Heartbleed
Le 7 versioni di Windows 10
Wind e 3 Italia, fusione in vista
8 errori da evitare per non essere hackerati
Da Tesla il Powerwall per risparmiare elettricità in casa
Falla in Wordpress, milioni di siti vulnerabili
Microsoft logga gli IP dei pirati di Windows 7
Se la stazione rivela la password in diretta TV
Fastweb e Telecom Italia si alleano per la banda larga
La batteria all'alluminio che ricarica lo smartphone in 1 minuto
Aprile 2015
Copyright sui trattori, i contadini non possono ripararli
Quanto guadagna Facebook sui dati che gli regaliamo?
Tutti gli Arretrati

Apple si conferma primo marchio al mondo

La società della Mela mantiene la prima posizione nella classifica BrandZ Top 100, davanti a IBM e Google.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-05-2012]

apple brandz top 100
Tim Cook, CEO di Apple, con Steve Jobs.

Per il secondo anno di fila Apple si pone in testa alla classifica dei 100 marchi che più valgono al mondo, la BrandZ Top 100 di WPP.

Già l'anno scorso la società della Mela aveva scalzato Google dalla prima posizione: quest'anno Millward Brown, che stila la classifica, non ha potuto fare altro che confermarla regina, con un marchio che vale quasi 183 miliardi di dollari (con una crescita del 19% rispetto al 2011).

Il brand Google, avendo perso in 12 mesi il 3%, deve accontentarsi della terza posizione e di un valore pari a 107,8 miliardi di dollari; ora in seconda posizione c'è IBM, il cui marchio vale 115,9 miliardi (+15%).

Le prime tre posizioni della BrandZ Top 100 appartengono dunque tutte ad aziende tecnologiche; le posizioni successive sono più varie, e risultato occupate, nell'ordine, da MacDonald's, Microsoft, Coca-Cola, Marlboro, AT&T, Verizon e China Mobile.

Per trovare un marchio italiano dobbiamo scendere sino alla posizione numero 84, dove incontriamo Telecom Italia, il cui valore è indicato come pari a 9,5 miliardi di dollari.

Sondaggio
Chi fa la coda fuori dal negozio per acquistare il nuovo iPhone / iPad / iPod il primo giorno è...
Un vero appassionato
Un fanatico
Un iDiota

Mostra i risultati (10554 voti)
Leggi i commenti (55)

Una menzione particolare merita Facebook, che si guadagna il titolo di «brand cresciuto più rapidamente» in quanto è riuscito a passare dalla trentacinquesima alla diciannovesima posizione e ora vale 33,2 miliardi di dollari (+74% rispetto all'anno scorso).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)


mda
Scalzando il suo concorrente principale.... Ciao
24-5-2012 05:40


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics