BitTorrent contro BitTorrent

L'azienda americana fa causa all'omonima tedesca, rea di sfruttare il marchio BitTorrent per confondere gli utenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-05-2012]

L'americana BitTorrent Inc. - fondata da Bram Cohen, padre del protocollo BitTorrent - ha fatto causa alla tedesca BitTorrent Marketing GmbH per violazione del marchio registrato BitTorrent e per cybersquatting.

La prima accusa la seconda di voler «confondere gli utenti e approfittare della loro buona fede» per vendere loro contenuti multimediali sfruttando la popolarità dell'azienda statunitense - che oltre al popolare software gratuito offre anche servizi a pagamento - e di possedere illegalmente centinaia di nomi a dominio egualmente in violazione del marchio, come quello che porta al sito BitTorrent.net.

Sondaggio
Quasi la metà delle famiglie italiane (nel 2012 erano il 45,5% secondo Confindustria Digitale) non possiede ancora un collegamento a Internet. Qual è secondo te il principale motivo?
La connessione a banda larga non è disponibile.
Motivi di privacy e sicurezza.
Mancanza di skill e capacità d'uso.
Alto costo del collegamento.
Alto costo degli strumenti.
Internet non è utile.
Accedono a Internet da altro luogo.

Mostra i risultati (2924 voti)
Leggi i commenti (19)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (1422 voti)
Agosto 2016
WhatsApp condivide i dati dell'utente con Facebook
Il laptop anti-spioni di HP
Android 7.0 Nougat, ecco le novità
L'NSA si lascia sfuggire armi informatiche segrete
Fuchsia, il nuovo sistema operativo di Google
Bug di Linux, a rischio un miliardo e mezzo di smartphone Android
Tutte le Volkswagen vendute dopo il 1995 si possono aprire con Arduino
10.000 titoli Amiga giocabili gratuitamente nel browser
Sì, le chiavette USB lasciate in giro come esca funzionano
Cambiare le password troppo spesso fa male alla sicurezza
I 10 siti torrent più popolari
Andate in vacanza? Usare una VPN per proteggervi può portarvi in carcere
Luglio 2016
Lo smartphone da 50 dollari di Amazon
Il simil-MacBook economico di Xiaomi
Windows 10 Anniversary Update, le novità più importanti
Tutti gli Arretrati


web metrics