Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Quale di queste famose "leggi" condividi maggiormente?
Un oggetto cadrà sempre in modo da produrre il maggiore danno possibile.
Qualsiasi cosa vada male, avrà probabilmente l'aria di andare benissimo.
Per ottenere un prestito bisogna provare di non averne bisogno.
L'altra coda va sempre più veloce.
A qualunque cosa si stia lavorando, non appena si mette via uno strumento, certi di aver finito di usarlo, immediatamente se ne avrà bisogno.
Si troverà sempre una qualsiasi cosa nell'ultimo posto in cui la si cerca.
Le probabilità che un giovane maschio incontri una giovane femmina attraente e disponibile aumentano in proporzione geometrica quando è in compagnia della fidanzata, della moglie o di un amico più ricco.
Prima o poi la peggiore combinazione possibile di circostanze è destinata a prodursi.
La necessità procura strani compagni di letto.
Per quanto uno cerchi e si informi prima di comprare un qualsiasi articolo, lo troverà a minor prezzo da un'altra parte non appena l'avrà acquistato.

Mostra i risultati (1862 voti)
Dicembre 2014
Da BMW l'auto che si cerca il parcheggio da sola
Honor T1, il tablet economico di Huawei
Windows 10 integra Cortana e l'app per la Xbox
Treviso, ragazzini condividono filmato hard con Whatsapp
Il reggiseno bionico che solleva e sistema il seno alla perfezione
Il macchinario che trasforma l'acqua in petrolio
Serve davvero proteggere smartphone e tablet Android con un antivirus?
Sony, migliaia di password in una cartella chiamata ''Password''
Mandare in crash WhatsApp con un singolo messaggio di testo
Lo shopping online? Adesso si fa col Bancomat
Novembre 2014
TIM e Vodafone, LTE fino a 225 Mbit/s
Google rende più semplice vedere tutti i dispositivi connessi al proprio account
Toyota Mirai, l'auto a idrogeno che produce energia per la casa
Malware nelle sigarette elettroniche
Licenziato per un Like su Facebook
Tutti gli Arretrati

La notte che censurammo TOR

Il servizio di anonimizzazione è sempre più nel mirino della censura. Ma le vie d'uscita non mancano.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-06-2012]

tor censura

Tra i vari servizi decisamente poco amati da chi vorrebbe avere il pieno controllo sulle comunicazioni in Internet c'è TOR.

TOR - The Onion Router - è un sistema di comunicazione anonima nato per proteggere la privacy degli utenti che ne fanno uso, garantendo la riservatezza delle comunicazioni.

Tutto ciò è proprio quanto chi pretende di avere sott'occhio tutto il traffico della Rete vorrebbe evitare, e per questo nel mondo TOR viene spesso sottoposto a censura con vari sistemi, come per esempio è di recente accaduto in Etiopia (e prima ancora in Cina, Iran e Kazakistan).

Ora Runa A. Sandvik, del Tor Project, ha annunciato sul proprio blog di aver scoperto il sistema usato dal governo etiope - che usa tecniche di Deep Packet Inspection -per bloccare il traffico TOR, e di essere in possesso di un modo per aggirare il blocco.

In attesa che venga pubblicata l'analisi tecnica completa, Runa Sandvik spiega che il metodo più pratico ed efficace per aggirare i blocchi (non solo quello etiope) è utilizzare l'Obfsproxy TOR Browser Bundle.

Sondaggio
Alcuni anni fa, L'Agenzia delle Entrate pubblicò sul web i redditi dei cittadini; poi, dopo l'intervento del Garante Privacy, li mise offline. Questi dati secondo te devono essere disponibili su Internet?
No
Non saprei

Mostra i risultati (4396 voti)
Leggi i commenti (24)

Si tratta di un sistema che altera il traffico TOR prima che venga analizzato dai censori, facendo credere a questi ultimi che si tratti di traffico innocente e aggirando dunque i filtri, e che fa uso dei bridge relay.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Approfondimenti
TOR lancia la chat anonima e sicura
NSA accede a TOR e agli smartphone

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)


Zievatron
Ai miei tempi, di Urania ne ho letti un bel po'. Ma i due citati mi mancano. :( Circa la guerra. Certo che è una guerra! L'Umanità è in guerra da quando sta al mondo. E l'unica regola della guerra è vincere. Chi vince detta le regole della pace e scrive la storia. Ma l'unica vittoria che conta è quella del giorno di Armageddon. :lol:... Leggi tutto
23-6-2012 14:39


carloef
beh intanto si può iniziare a cifrare tutto dai documenti al traffico utilizzare sempre l'opensource darsi una mossa con le varie freenet e non sottovalutare freedombox ... Leggi tutto
5-6-2012 23:51

maxstirner
una guerra è o non è, e chi la sta conducendo contro Internet, perchè è Internet il vero obiettivo, non si cura certo di "fare prigionieri", nè di attenersi alla varie convenzioni, Aia e Ginevra comprese. Io condivido questo modo di condurre una guerra! Sono contrario a qualsiasi regola che stabilisca in che modo e con che... Leggi tutto
5-6-2012 23:40


Danielix
Più che altro il mio era uno sfogo generalizzato: tra TOR messo sotto osservazione, M.A.F.I.A.A. che impazza facendo chiudere Megaupload e terrorizzando gli altri cyberlocker, Pirate Bay oscurato, decreti ammazzablog e tentativi di censura in varie salse... sembra sia diventata una guerra... :phew: @ gomez: no, forse sono più... Leggi tutto
5-6-2012 15:31


merlin
@Dany88 IMHO il problema sicurezza legato a TOR è che i posti pubblici non ti lasciano boostrappare con un un tuo disco e che anche fosse disponibile NON si deve usare una virtualizzazione tipo VB ecc. Se invece hai il tuo accesso privato ad un computer ragionevolmente sicuro, TOR e Virtual Linux sono sicuri almeno nei limiti di... Leggi tutto
5-6-2012 12:54

Leggi gli altri 8 commenti nel forum Privacy
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics