Sondaggio
Qual è lo strumento di informazione di cui ti avvali di più?
I media tradizioniali (Tv, radio, stampa, ecc.)
Internet, soprattutto i siti autorevoli (Repubblica, Corriere, ecc.)
Internet, soprattutto i siti indipendenti o di controinformazione
Internet, soprattutto i social network (Twitter, Facebook, ecc.)
Non mi fido di nessun media e credo solo a quello che vedo

Mostra i risultati (2434 voti)
Settembre 2015
Da oggi Chrome e Amazon bloccano Flash negli spot
La bici che ha mandato in crisi l'auto di Google
Agosto 2015
Windows 10 Mobile è troppo grasso
Samsung Galaxy Note 5, scoppia il ''Pengate''
Windows 10 bandito dai tracker BitTorrent
Apple, arriva l'iPad Pro
L'e-diesel senza gasolio di Audi, carburante ''pulito''
Tutti i grandi spioni di Facebook: come aggirarli
Apple chiude tutti i Macbook di 6 gradi
NASA: razzi senza carburante con motore a microonde
La lente bionica per correggere i difetti di vista meglio del laser
Kim Dotcom: State lontani da Mega
Google cambia nome: nasce Alphabet
Un trucco per velocizzare Android (o rallentarlo fino alla morte)
Fusione Wind e 3, diventa primo gestore in Italia (ma russo-cinese)
Tutti gli Arretrati

Chiude il torrent site più anziano

Filesoup cessa le attività: gli utenti l'avevano abbandonato dopo il raid della polizia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-06-2012]

filesoup chiude

È stato uno dei primi siti torrent in assoluto: esisteva prima di The Pirate Bay e di tutti quelli che sono venuti dopo. Ora chiude.

Filesoup era stato fondato nel 2003 da TheGeeker, che ha continuato a gestirlo sino a oggi, e nel corso della sua esistenza ha dovuto affrontare ben due raid da parte della polizia, avvenuti nel 2009.

A differenza però di The Pirate Bay, che è riuscito a trasformare il momento più nero in un giorno di festa, le indagini portate avanti nei due anni successivi ai raid non sono state prive di conseguenze. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Secondo te, sul copyright e il filesharing in Rete, che cosa proporrà il Governo Monti?
Una normativa equilibrata e rispettosa della libertà di comunicazione. - 3.4%
Si farà condizionare pesantemente dall'industria editoriale e multimediale, criminalizzando pesantemente il filesharing. - 65.3%
Non produrrà nessuna normativa in materia, perché impegnato in altro. - 22.9%
Proporrà un suo testo di legge ma farà decidere al Parlamento. - 8.4%
  Voti totali: 908
 
Leggi i commenti (6)
Sebbene gli amministratori alla fine siano stati scagionati da ogni accusa, infatti, i membri della comunità di Filesoup sin dal 2009 hanno iniziato a calare, e ormai sono troppo pochi quelli che ancora si rivolgono al venerabile sito.

«Sfortunatamente, i giorni di gloria sono nel passato. Quando ho subito il raid quasi tre anni fa, c'è stato un esodo di massa e da allora l'interesse in Filesoup ha continuato a calare decisamente, il che per me è stata un'esperienza molto triste» ha spiegato TheGeeker.

L'amministratore ha quindi deciso di sospendere definitivamente le attività e di mettere all'asta i domini collegati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics