Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanità, in ambito scientifico?
Il futuro è nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietà intellettuale è solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrà più essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietà intellettuale è uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti più truci.
Lo scenario più probabile è un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirà i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'è il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanità.

Mostra i risultati (798 voti)
Novembre 2014
Malware nelle sigarette elettroniche
Licenziato per un Like su Facebook
E-book, il governo vuole l'IVA al 4%
Il tablet low cost di Nokia
Pwn2own, cadono tutti gli smartphone tranne Windows Phone
Il sottomarino supersonico che va a 5.800 km/h
Il sito dei guardoni: 73mila telecamere private hackerate
In fuga da WhatsApp, ma verso dove?
Ma quanto sono spione le ''smart TV''?
900 giochi arcade nel browser disponibili gratuitamente
Garante Privacy autorizza controllo dipendenti via Gps
Curriculum vitae, indicare solo l'essenziale
Ottobre 2014
Il gettone telefonico, questo sconosciuto
Honor 6, lo smartphone 4G più veloce del mondo
Trovare le chiavi sotto lo zerbino con Google
Tutti gli Arretrati

Fotografato il secondo neutrino mutante

Dopo due anni i laboratori del Gran Sasso individuano un'altra prova dell'oscillazione dei neutrini.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-06-2012]

opera secondo neutrino mutante

Due anni fa, presso i laboratori dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare al Gran Sasso era stata individuata la prova, da lungo inseguita, della teoria circa l'oscillazione dei neutrini.

Grazie all'esperimento Opera (cui partecipano 160 ricercatori) gli scienziati erano riusciti a registrare la trasformazione di un neutrino muonico in tauonico, un comportamento ipotizzato da Bruno Pontecorvo già nel 1969.

Ora gli scienziati del medesimo esperimento, durante una conferenza a Kyoto, in Giappone, hanno rivelato di aver osservato un secondo neutrino mutato, sempre all'interno del fascio di neutrini inviati dal CERN di Ginevra.

Il fatto che ci siano voluti due anni per individuare un secondo neutrino muonico mutato in tauonico la dice lunga sulla difficoltà di compiere queste osservazioni.

«L'apparato dell'esperimento OPERA» - spiega l'INFN in un comunicato - «funziona come una macchina fotografica con una massa di 1.250 tonnellate, in grado di registrare le interazioni dei neutrini tau prodotti e quindi di dimostrare in modo diretto l'esistenza del fenomeno delle oscillazioni. Questo nuovo evento è naturalmente un passo decisivo verso il completamento dell'obiettivo finale dell'esperimento».

Sondaggio
L'uomo presto ritornerà sulla Luna, ci si prepara all'esplorazione umana di Marte, la stazione spaziale internazionale sta per essere completata. Cosa pensi degli elevati costi che tale tipo di ricerca comporta?
La natura umana ci spinge a conoscere ed esplorare. Non ci sono costi troppo alti quando questi sono gli obiettivi.
L'esplorazione spaziale (come ogni altra forma di ricerca scientifica) ha i suoi costi, ma le ricadute tecnologiche e quindi i benefici di tali investimenti possono essere enormi.
Può certamente essere interessante sapere se qualche millennio fa c'erano forme di vita unicellulare su Marte, ma la Terra e i suoi abitanti hanno problemi ben più seri che necessitano di tutta l'attenzione e i fondi possibili.
Secondo me non siamo neanche stati sulla Luna, quindi...

Mostra i risultati (3056 voti)
Leggi i commenti (53)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (3)


Zievatron
Interessante. Viene voglia di provare a passare da quel tunnel. :-k
24-6-2012 18:54


MK66
Saranno gli effetti del passaggio attraverso il tunnel Ginevra-Gran Sasso... :roll:
23-6-2012 22:42


Zievatron
I neutrini oscillano? :-k Saranno mica ubriachi?! :pals: :lol:
23-6-2012 22:38

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics