Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (246 voti)
Dicembre 2014
In prova: WinnerGear Montar
Da BMW l'auto che si cerca il parcheggio da sola
Honor T1, il tablet economico di Huawei
Windows 10 integra Cortana e l'app per la Xbox
Treviso, ragazzini condividono filmato hard con Whatsapp
Il reggiseno bionico che solleva e sistema il seno alla perfezione
Il macchinario che trasforma l'acqua in petrolio
Serve davvero proteggere smartphone e tablet Android con un antivirus?
Sony, migliaia di password in una cartella chiamata ''Password''
Mandare in crash WhatsApp con un singolo messaggio di testo
Lo shopping online? Adesso si fa col Bancomat
Novembre 2014
TIM e Vodafone, LTE fino a 225 Mbit/s
Google rende più semplice vedere tutti i dispositivi connessi al proprio account
Toyota Mirai, l'auto a idrogeno che produce energia per la casa
Malware nelle sigarette elettroniche
Tutti gli Arretrati

DepositFiles, accordo multimilionario

Accusato di violare il copyright da un editore di materiale per adulti, il cyberlocker ha preferito pagare anziché arrivare sino al processo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-06-2012]

depositfiles accordo perfect 10

Se c'è qualcuno che non può lamentarsi della caduta di Megaupload, quello è DepositFiles: dalla scomparsa del rivale il cyberlocker ha infatti visto crescere il numero dei propri visitatori e utenti.

Tutto ciò non è passato inosservato né alla MPAA - la quale ha provveduto a inserire DepositFiles nell'elenco dei siti più pericolosi - né a Perfect 10 (nota bene: nsfw), editore specializzato in materiale per adulti famoso per le numerose cause intentate contro i maggiori nomi del web.

Dopo aver portato in tribunale Google, Microsoft, Megaupload, Mastercard, Amazon, Visa, Rapidshare, Yandex e, più di recente, anche la piattaforma di microblogging Tumblr, Perfect 10 si è rivolta verso DepositFiles.

Agli occhi dell'editore, il cyberlocker è «un sito pirata che vende l'accesso a enormi quantità di proprietà intellettuale non autorizzata senza pagare il dovuto ai legittimi titolari» e, per questo, richiede il pagamento di danni per diversi milioni di dollari.

Prima però di arrivare al tribunale, c'è stata la svolta: le due parti sono arrivate a un accordo, i cui dettagli sono tuttora segreti ma che con ogni probabilità prevede il pagamento di una somma sostanziosa per la cessazione delle ostilità.

Sondaggio
Alle prossime elezioni, voteresti il Partito Pirata, per le libertà digitali?
No, perché ho già un partito preferito. - 13.3%
Sì, perché è quello che ci vuole per difendere la libertà della Rete, e gli altri partiti sono vecchi. - 65.7%
No, perché credo che su questi temi ci si debba battere fuori dalle istituzioni. - 10.1%
No, perché ho deciso di non andare a votare. - 10.9%
  Voti totali: 3441
 
Leggi i commenti (40)

Al momento Perfect 10 e DepositFiles stanno discutendo i dettagli e tutto dovrebbe concludersi entro il prossimo 16 luglio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (1)

dany88
contento deposit files, contenti tutti, ma non mi sembra la strategia vincente, ora ci sarà la fila per le denunce.
15-6-2012 10:13

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics