OneDDL rinuncia al warez e chiude

Il panorama sempre più ostile ai siti di link ha costretto il sito alla chiusura.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-06-2012]

oneddl chiude

OneDDL ha chiuso i battenti: la notizia, arrivata all'improvviso, è stata data dall'amministratore stesso sull'homepage del sito.

Attivo in diverse forme da quasi sette anni (e come OneDDL dal 2007), il sito indicizzava materiale - giochi, musica, software, film e telefilm, anche protetti dal diritto d'autore - e forniva i link per il download.

Cresciuto nel tempo e diventato molto popolare, ha attirato alla fine l'attenzione degli studios, e pare che sia questa la motivazione che ha portato alla chiusura.

Nell'annunciare la fine dell'avventura, l'amministratore non entra nei dettagli ma pare di capire che ci siano all'orizzonte problemi di natura legale, e in generale il peggioramento della situazione per siti come OneDDL, o i cyberlocker.

«La legalità di siti come il nostro è sempre stata una sorta di area grigia. Credevo che questa ambiguità lavorasse a nostro vantaggio e, in origine, questo è ciò che gli avvocati ci dissero (sì, abbiamo consultato degli avvocati)» scrive l'admin.

Sondaggio
HP suggerisce 10 siti che ogni manager deve tenere presenti per aumentare la produttività personale. Quale di questi ti è più utile?
Bit.ly - 3.1%
Dropbox - 37.2%
Evernote - 11.3%
Flavors.me - 0.3%
Google Docs - 26.5%
Google Reader - 11.7%
HootSuite - 1.8%
Stay Focused - 2.9%
Toggl - 1.3%
Tumblr - 3.9%
  Voti totali: 618
 
Leggi i commenti (7)

«Ultimamente, tuttavia» - prosegue la lettera di addio - «il panorama è cambiato, e sembra che il grigio stia gradualmente diventando bianco e nero, sfortunatamente non in nostro favore. Abbiamo sempre agito all'interno dei limiti di legge, rispondendo a ogni richiesta di rimozione in modo efficiente togliendo ogni link segnalato senza far domande. Per qualcuno, ciò semplicemente non è abbastanza».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Forse sono i "proprietari" ad aver chiuso e la comunità che gestiva il sito si è spostata su una nuova proprietà?
18-6-2012 08:28

{dany}
Però hanno riaperto su questo sito, perchè? link
16-6-2012 19:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (1658 voti)
Luglio 2016
Windows 10 Anniversary Update, le novità più importanti
Se il Wi-Fi diventa il nemico del popolo
Meglio Telegram, Signal o WhatsApp?
Tim potrebbe licenziare 170 dirigenti su 600
TIM, aumenti in vista per ADSL e fibra
Con Ubuntu Snappy le dipendenze non sono più un incubo
Giugno 2016
In vendita lo smartphone da 3 euro
Godless è il nuovo malware che infetta Android
Mikko Hypponen spiega come hackerare una banca
Se un'auto elettrica finisce in acqua, si rimane folgorati?
Rivoluzione Linux con le snap di Ubuntu ovunque
OnePlus 3, ottimo smartphone a prezzo contenuto
Da Samsung lo smartphone che si srotola e diventa un tablet
Autovelox, riconoscimento targhe e volti tutto in uno
Il keylogger travestito da caricabatterie Usb
Tutti gli Arretrati


web metrics