Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Utilizzi una VPN?
Sì, utilizzo un servizio gratuito.
Sì, utilizzo un servizio a pagamento.
No, ma mi piacerebbe risultare anonimo quando uso Internet.
No, non mi interessa essere anonimo.
Non so che cosa sia una VPN.

Mostra i risultati (609 voti)
Settembre 2014
Ecco come sarà Windows 10
Il Tar del Lazio boccia il Regolamento Agcom
ShellShock, falla critica in Linux e Mac OS X
L'iPhone 6 si piega in tasca
Nuova ondata di foto rubate a celebrità
Si suicida in diretta su Skype e la gente fa il tifo
Chiude Italia.it, costato 60 milioni di euro
Il software-spia usato dai governi contro dissidenti e giornalisti
Velocizzare le ricerche dei file
Windows 9, le prime immagini e un video
Telecom Italia aumenta il canone e raddoppia le tariffe
Gmail, pubblicate le password di 5 milioni di account
10 segnali negativi in un colloquio di lavoro
Guarda Facebook guidando e causa la morte di una donna
Chiavi stampate 3D, un business per i topi d'appartamento
Tutti gli Arretrati

Perché Barnes & Noble vuole che gli e-book costino tanto

E-book, prezzi mantenuti alti per favorire la concorrenza (2)



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-06-2012]

amazon barnes noble cartello ebook

La strana affermazione di Barnes & Noble si spiega considerando lo scenario che la stessa Barnes & Noble va disegnando, scenario in cui innanzitutto, grazie alla decisione del DOJ, Amazon potrà tornare a vendere e-book a prezzi stracciati.

Ciò però è male (dal punto di vista di Barnes & Noble), perché consentirà ad Amazon di acquisire rapidamente un monopolio completo nel settore dei libri elettronici, eliminando i concorrenti che non riescono a praticare gli stessi sconti; a quel punto sarà proprio Amazon, ormai non più minacciata da alcuno, a riportare in alto i prezzi.

Dopotutto, già dopo il lancio del Nook, Barnes & Noble affermava di non riuscire a conquistare quote significative poiché Amazon «imponeva alla maggior parte dei bestseller venduti anche da Barnes & Noble prezzi inferiori ai costi diretti di Barnes & Noble e Amazon stessa».

L'editore afferma quindi di preferire che il cartello dei prezzi resti in piedi così com'è per evitare che, dopo il calo iniziale, gli acquirenti si trovino a pagare di più e abbiano meno scelta.

Sondaggio
Durante un lungo viaggio in treno o in aereo, che cosa preferisci fare?
Ascoltare la musica
Chiacchierare coi vicini
Dormire
Giocare (con il notebook, il tablet, lo smartphone ecc.)
Guardare un film o una serie Tv
Guardare il panorama... o le hostess
Lavorare al computer
Leggere un libro, o un ebook
Navigare su Internet (vale solo in treno)
Telefonare (vale solo in treno)

Mostra i risultati (1483 voti)
Leggi i commenti (5)

Tuttavia, ciò che pare trasparire dall'obiezione avanzata al Dipartimento di Giustizia USA è la pura e semplice paura di scomparire: una volta che Amazon potrà praticare il prezzo che desidera, e considerato l'ampio catalogo di cui dispone, per i concorrenti potrebbe non essere facile reggere il confronto. Che poi ciò porti a un nuovo rialzo dei prezzi è al momento un'ipotesi, e la rapida evoluzione tecnologica rende difficile prevedere che cosa succederà di qui a qualche anno.

D'altra parte, a riprova delle proprie affermazioni Barnes & Noble riporta la discesa del prezzo medio degli e-book - passato dai 9 dollari del 2009 ai 7 dollari del 2012 - e il calo della quota di mercato di Amazon (scesa dal 90% al 60%) in conseguenza dell'adozione dell'agency model.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Approfondimenti
E-book, bocciata la riduzione dell'IVA al 10%
Barnes & Noble abbandona il Nook

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 21)


Zorro
in effetti non ho considerato le piattaforme di riconoscimento vocale: che potrebbero pareggiare i tempi di produzione di una bozza scritta. link[/url]. anche se una visione panoramica solleva qualche dubbio [url=http://forum.zeusnews.com/link/89584]link Riguardo ai risparmi di personale permango dubbioso: niente funziona "da... Leggi tutto
3-7-2012 10:32


kenshir
Semplificando le tue equazioni, sostieni - correggimi se sbaglio - che il tempo necessario per la stenotipia e la trascrizione sia inferiore a quello della sbobinatura. (tralascio il fatto che scrivere 2T+t1 non ha alcun senso, perche' cosi' stai contando come effettivamente impiegato, e quindi pagato, anche il tempo della pura... Leggi tutto
2-7-2012 17:24


Zorro
è solo una questione di tempo. gli intervalli di tempo da prendere in considerazione sono: T = durata dell'intervento dell'oratore t = durata della stenotipia (è sincronica con T) t1= durata della trasposizione in iscritto (è inferiore sia a T che t) t2= durata della "sbobinatura" della registrazione audio (coincide con T e t... Leggi tutto
2-7-2012 10:36


kenshir
E quale differenza ci sarebbe nell'usare come sorgente della trasposizione una registrazione audio, invece del prodotto di una stenotipia? Leggi tutto
30-6-2012 04:59


Zorro
Il "libero mercato" Usa si basa su due concetti fondamentali - è vietato fare cartelli (trust) per tenere artificiosamente alti i prezzi - è vietato abusare della posizione dominante per lo stesso scopo. L'agency model è un cartello e il comportamento di Amazon paventato da Barnes & Noble è un abuso di posizione dominate.... Leggi tutto
29-6-2012 11:16

Leggi gli altri 16 commenti nel forum Sopravvivere alla New Economy
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics