Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (163 voti)
Settembre 2014
Le false antenne cellulari che intercettano chiamate e messaggi
Sfondare le reti Wi-Fi al primo tentativo
Come disinstallare definitivamente il software
Agosto 2014
Così si aggira la censura, anche da smartphone
Il divano che si trasforma in letto a castello
Come ti buco l'app di Gmail (e non solo)
Il video dell' ''alieno'' sulla Luna
Microsoft accelera e toglie i veli a Windows 9 a settembre
Curriculum vitae per aziende hi-tech
Google offre un milione a chi creerà un piccolo inverter
La batteria al grafene che ricarica l'auto in pochi minuti
Ripulire l'isola di plastica del Pacifico
Si fotografa nuda nel palazzo del governo
L'estensione per gli ebook di Amazon in versione pirata
Il robot-origami è il primo vero transformer
Tutti gli Arretrati

Caro Santoro, restituiscimi i miei soldi

Michele Santoro firma il contratto con La7. Ma in Rete molti lo accusano di averli traditi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-07-2012]

michele santoro

Finalmente Santoro ha deciso: dall'autunno sarà una delle star di La7, quasi una ciliegina sulla torta della Tv che Telecom Italia ha deciso di vendere.

La trasmissione Servizio Pubblico abbandona quindi il web (e il network di Antenna 3) per trasferirsi a La7.

Ma molti in Rete protestano contro la possibilità che la trasmissione di Santoro non sia più trasmessa sul web come è stato fatto nell'ultima stagione - anche se altri fanno notare come generalmente i programmi di La7 siano visibili in streaming. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
In Germania e in altre nazioni europee il Partito Pirata guadagna consensi, mentre in Italia resta al palo ma spopolano Beppe Grillo e il suo Movimento Cinque Stelle. Sono due movimenti antagonisti e incompatibili?
Sì. In Italia il PP non sfonderà perché i suoi votanti sono già attratti dal M5S. - 52.4%
No. Presto vedremo crescere anche il PP, che meglio può rappresentare gli interessi degli internauti. - 31.4%
Non saprei. - 16.2%
  Voti totali: 1626
 
Leggi i commenti (11)
Sul web si possono trovare numerosi commenti simili a questo: "Se sarò costretto a comprarmi la Tv per vedere Santoro, almeno mi siano restituiti i soldi che gli ho donato".

Sei d'accordo o pensi che siano solo inutili polemiche?

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 10 di 18)

{Freccero}
Ma con 10 euro cosa pensavano di avere "ingaggiato" Santoro per 20 anni?
11-7-2012 06:10


mda
Tanto la 7 la vedono (manca il segnale) meno del 50% degli italiani! :lol: :lol: :lol: Ciao Leggi tutto
9-7-2012 15:52


mda
Ti arrivano le cambiali da pagare! :lol: :lol: :lol: Ciao Leggi tutto
9-7-2012 15:49


Zorro
ma l'opzione non vedere Santoro nessuno l'ha presa in considerazione? :old:
9-7-2012 10:57


interceptor
Posso fare l'avvocato del diavolo? Premesso che la penso come la maggior parte di quelli qui sopra, i 10 euro donati erano per creare un'alternativa, che ci è stata, e quindi la richiesta di restituzione è quantomeno sciocca. Ma io vorrei far notare che la7, aveva in palisesto un programma di informazione condotto da Formigli, ex... Leggi tutto
9-7-2012 10:24


merlin
Peccato che S. non abbia più buchi da tappare... ;-) Leggi tutto
9-7-2012 07:16


Gladiator
@ Carmen: in effetti il tuo è un punto di vista interessante e plausibile.
8-7-2012 19:02

{Carmen Serrao}
Faccio parte di coloro che hanno dato 10 euro per un nuovo esperimento. Non credo che si debbano restituire i soldi, l'esperimento c'è stato ed è stato anche un successo superiore alle aspettative. Però io ho "investito" perchè si cercassero canali alternativi e se ne evidenziassero le... Leggi tutto
8-7-2012 17:16


dagda
Santoro caro (in senso economico) restituiscimi i miei soldi del canone RAI per tutti gli anni che l'hai usata faziosamente! :twisted:
8-7-2012 16:34

eratostene
Santoro ha fatto sempre delle cose interessanti, informando in maniera abbastanza obbiettiva su tutti. spesso ho detto che "il problema non è Santorol ma che quello che dice è purtroppo vero". oggi ho dei dubbi... e su fatti che conosco con una certa precisione. mi mi riferisco prima alla questione Val di susa, dove hanno... Leggi tutto
8-7-2012 14:30

Leggi gli altri 8 commenti nel forum Sopravvivere alla New Economy
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics