Sondaggio
Per quale motivo NON sei (più) sul social network più famoso?
Facebook mi ha stufato. Preferisco godermi Internet.
Non voglio che gli altri si facciano i fatti miei.
Ho da fare. Facebook mi fa perdere tempo.
Amo di più la vita reale.
Non voglio che si sappiano in giro i miei segreti.
Non ho testa per Facebook in questo momento.
A mia moglie (marito, fidanzat*, ragazz*) dà fastidio che io sia su Facebook.
Facebook vende i nostri dati e non rispetta la privacy.
Mi sono accorto che iniziavo a farmi sempre di più i fatti degli altri.
Facebook è morto. Io adesso uso Twitter (o Google+, Pinterest ecc.)

Mostra i risultati (2882 voti)
Luglio 2015
La lampadina a Led più economica del mondo
Giugno 2015
Google Chromebit trasforma la Tv in un Pc
Sabotaggio verso gli utenti di μTorrent
Su Google Play Music la musica adesso è gratis
A cosa serve prenotare Windows 10?
Aggiungere una cartella alla barra delle applicazioni
Jobs Act, permesso il controllo a distanza dei dipendenti
11 bufale hi-tech a cui molti continuano a credere
Navigare senza limiti in 4G LTE? Sì, ma solo di notte
Come passare da MBR a GPT e viceversa
Riutilizzare le vecchie batterie dei telefonini si può
Porn Time è il Popcorn Time a luci rosse
Google Maps, navigatore anche senza la connessione
Rubare soldi al bancomat con l'iPod Nano
Otto applicazioni vulnerabili agli hacker
Tutti gli Arretrati

Il giudice Garzón difenderà Julian Assange

L'ex procuratore spagnolo assumerà la difesa del fondatore di Wikileaks accusato di stupro.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-07-2012]

garzon difende assange
Baltasar Garzón

Baltasar Garzón è il forse giudice spagnolo più famoso nel mondo, noto anche in Italia per aver messo sotto accusa Silvio Berlusconi per un caso di corruzione legato all'emittente Telecinco, di proprietà di Mediaset.

Garzón è anche il giudice che è riuscito a incriminare e far arrestare il dittatore cileno Augusto Pinochet per crimini contro l'umanità. Qualche mese fa, però, la sua brillante carriera in magistratura è terminata.

Radiato dall'ordine giudiziario spagnolo per aver sottoposto a intercettazioni giudicate illegittime dei parlamentari, a Garzón è toccata la sorte che in Italia Berlusconi avrebbe voluto volentieri vedere capitare alla PM milanese Ilda Boccassini, come ha spesso dichiarato pubblicamente l'ex premier.

L'ex giudice è infatti ora un semplice avvocato, ma non per questo è rimasto inattivo: si è già incontrato, presso l'ambasciata dell'Ecuador a Londra, con Julian Assange, fondatore di Wikileaks.

È presso quell'ambasciata, infatti, che Assange ha trovato asilo, ed è lì che Garzón ha accettato l'incarico di suo difensore nel processo per stupro intentatogli in Svezia.

Sondaggio
Wikileaks (con il suo fondatore Julian Assange)...
è un sito pirata, pericolo per l'occidente.
è un paladino della libera informazione e della trasparenza.

Mostra i risultati (2652 voti)
Leggi i commenti (7)

Secondo molti, peraltro, il caso ha un'origine più che altro politica e di vendetta nei confronti dell'hacker che ha rivelato gli altarini di troppi potenti nel mondo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (2)

{wikileaks}
link
5-8-2012 19:59

Eh già, povero cocco; gli andò male col Berlusca, che neanche andò in processo per la pretesa corruzione, e ora gli è andata ancor peggio perché finalmente i colleghi se lo son tolto dai c******i, prima che si mettesse a intercettare pure loro. E da un "esperto" così, che ti aspettavi? Dio li fa e poi li accoppia; in linguaggio... Leggi tutto
26-7-2012 11:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics