Chiude call center Atesia, 600 in cassa integrazione

Il gruppo AlmavivA chiude il call center Atesia di Roma e mette in cassa integrazione più di 600 operatori. L'attività trasferita al Sud.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-09-2012]

almaviva

AlmavivA Contact chiude la sede del call center Atesia di via Lamaro a Roma.

E' stato uno dei primi call center italiani a far parlare molto di sé, in seguito alle lotte dei suoi giovani precari per la stabilizzazione del posto di lavoro: grazie a queste venne emanata la famosa "circolare Damiano" che proibiva l'uso del contratto di collaborazione per le attività cosidette inbound. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è secondo te il problema principale dei call center?
Tempi di attesa troppo lunghi
Mancanza di coordinamento tra settore tecnico e amministrativo
Personale scortese
Personale incapace
Personale capace, ma non addestrato adeguatamente

Mostra i risultati (3122 voti)
Leggi i commenti (15)
I 632 lavoratori sono stati collocati in cassa integrazione e per questo è già stata proclamata una giornata di sciopero con mobilitazione.

Le attività svolte dal call center per importanti aziende come Wind e Mediaset verranno trasferite nella sede calabrese di Rende, dove l'azienda gode di contributi regionali e può applicare agli addetti un inquadramento inferiore grazie ad accordi locali.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (1)

Che salto nel tempo! Ho lavorato lì più di dieci anni fa e all'epoca eravamo costretti ad aprire una partita Iva altrimenti ti buttavano fuori. Per guadagnare si e no 400.000 lire al mese, quando ci si riusciva.... :shock: Poi ho lasciato perchè era più la spesa che il guadagno: dovevo andare dall'altra parte di Roma. Forse nel... Leggi tutto
9-9-2012 18:16

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il tuo approccio con la tecnologia?
La ostacolo con tutte le mie forze: porta solo guai, inquinamento, distruzione e guerra. Il mio stile di vita ideale e' quello degli Amish della Pennsylvania.
Sono poco interessato, uso le macchine al minimo indispensabile, e solo per l'utilizzo pratico. Per esempio, uso il telefono per comunicare, l'auto per muovermi sulle lunghe distanze e il computer per fare strani calcoli elaborati.
La tecnologia non e' buona o cattiva, essa si limita a fornirci degli strumenti piu' potenti. Se vengono usati a fin di bene o male, il merito o la colpa sono solo nostri.
Amo circondarmi di macchinette che fanno cose fino a ieri impensabili. Essere aggiornato e' per me un sottile godimento, per certi versi una piacevole dipendenza.

Mostra i risultati (3377 voti)
Aprile 2017
Il motore di ricerca BitTorrent personale e inaffondabile
L'attacco phishing impossibile da rilevare
WikiLeaks: Ecco come fa la CIA a violare Windows
La startup che impianta microchip nei dipendenti
''Perché mai dovrebbero rubarmi o clonarmi il profilo Facebook?''
Falla nei chip Wi-Fi, milioni di smartphone vulnerabili
Ubuntu abbandona Unity
Windows 10, il Creators Update è già disponibile
Marzo 2017
''Windows 10 ha distrutto il mio PC'' e fa causa a Microsoft
Wikileaks rivela il ''cacciavite sonico'' della CIA per colpire i Mac
Come violare un account Windows in un minuto
Hai un processore nuovo? Non potrai aggiornare Windows
Come disabilitare i video che partono da soli nei siti Web
Monaco lascia Linux soltanto per motivi politici
Il senatore Bartolomeo Pepe e le ''scie chimiche''
Tutti gli Arretrati


web metrics