65 anni di transistor

Nato nei Bell Labs ha rivoluzionato l'elettronica e permesso ai suoi inventori di vincere il Premio Nobel.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-12-2012]

Bell Labs Transistor team
John Bardeen, Walter H. Brattain e William Shockley.

È una di quelle invenzioni che hanno davvero trasformato il modo di vivere specialmente negli ultimi anni e, se fosse un uomo, avrebbe raggiunto l'età della pensione.

Stiamo parlando del transistor, la cui data di nascita ufficiale è il 16 dicembre 1947, giorno in cui il primo prototipo funzionante venne realizzato nei Bell Labs grazie al lavoro di Walter Brattain, John Bardeen e William Schockely. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è il miglior prodotto tecnologico dell'anno? Scegli tra i seguenti oppure aggiungine uno nei commenti.
Motorola Droid Razr Maxx - 3.2%
Google Nexus 7 - 16.4%
Samsung Galaxy S3 - 31.1%
Apple iPad Mini - 10.4%
Apple iPhone 5 - 16.4%
Samsung Galaxy Note 2 - 16.6%
Microsoft Surface - 5.9%
  Voti totali: 1478
 
Leggi i commenti (6)
Fu proprio questo successo che permise ai tre fisici di vincere, nel 1956, il Premio Nobel per la fisica.

Sebbene la realizzazione del prototipo sia avvenuta il 16 dicembre, l'annuncio ufficiale avvenne soltanto sei mesi dopo; lo stesso termine transistor allora non era stato ancora coniato: venne adottato soltanto nel maggio del 1948, scelto da una lista di alternative e nato dall'unione dei termini transconduttanza e varistore.

transistor
Replica del primo transistor. (Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

La produzione di massa del transistor progettato da Shockley poté avvenire, dopo che il dispositivo fu perfezionato, soltanto nel 1952, e da allora la licenza per costruire transistor fu concessa a molte altre aziende.

Nel 1954, il germanio adoperato inizialmente fu sostituito con il silicio, tuttora adoperato nonostante la ricerca di alternative prosegua e l'evoluzione del transistor continui, come dimostrano per esempio i transistor 3D di Intel.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il vetro più sottile del mondo è spesso solo due atomi
AMD Trinity aumenta le prestazioni e riduce i consumi
Il transistor più piccolo del mondo
Il microprocessore compie 40 anni
Intel, è l'ora di Ivy Bridge
Intel al lavoro sugli Atom 3D
Ex dirigente di Apple: "I PC sono al tramonto"
Intel lancia i transistor 3D
IBM: il grafene non manderà in pensione il silicio
Il processore più veloce al mondo va a 5,2 GHz
Intel annulla l'invecchiamento dei processori
Intel si prepara ai 22 nanometri
Il primo computer italiano compie 50 anni
Al lavoro per salvare la legge di Moore
Memristor: da Hp il resistore delle memorie

Commenti all'articolo (1)


Non finirò mai di stupirmi per quanto sia stata rapida e travolgente l'evoluzione del transistor e delle sue applicazioni ed implicazioni in poco più di mezzo secolo. Veramente incredibile. :shock:
22-12-2012 10:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi comportamenti ritieni che sia da evitare in assoluto?
Essere fuori sincrono: quando voce, tono, ritmo, posizione e movimenti non comunicano la stessa cosa si genera confusione e si viene ritenuti poco affidabili o sinceri.
Gesticolare eccessivamente: fare ampi gesti con le mani oppure giocare per esempio con i capelli o il telefono comunica insicurezza.
Tenere un'espressione neutra: la mancanza di un feedback dato dall'espressione facciale fa pensare all'interlocutore che l'argomento non interessi.
Evitare il contatto visivo: non guardare l'altro negli occhi comunica una sensazione di debolezza e lascia pensare che si stia nascondendo qualcosa.
Sbagliare la stretta di mano: non deve essere né troppo debole né troppo forte, o genererà in entrambi i casi un'impressione errata (servilismo o aggressività).
Inviare segnali verbali e non verbali opposti: se l'espressione facciale è opposta a ciò che le parole dicono, l'interlocutore non si fiderà.
Non sorridere: il sorriso comunica sicurezza, apertura, calore ed energia, e spinge a sorridere di rimando. Ugualmente errato sorridere sempre.
Roteare gli occhi: è un segno di frustrazione, esasperazione e fastidio; comunica aggressività.
Usare il cellulare durante una conversazione: lascia pensare che l'argomento non interessi e sia certamente meno importante dell'oggetto tra le mani.
Incrociare le braccia: l'interlocutore penserà che siamo sulla difensiva. Inoltre, se le mani non sono in vista crederà che abbiamo qualcosa da nascondere.

Mostra i risultati (1099 voti)
Settembre 2016
La stufetta a candele che non consuma elettricità
Come vedere tutto quello che avete mai cercato in Google
Hissgate, il fastidioso fischio dell'iPhone 7
Rubati sei milioni di username e password conservati in chiaro
iPhone 7, le cose realmente da sapere
Android nei guai: falle critiche e app infette
Truffatori online rubano 40 milioni di euro a un'azienda tedesca
Rubare le credenziali di accesso a un PC in 20 secondi
UE: stop alle tariffe di roaming, ma col trucco
Siete nel mondo reale: guardatevi intorno e non fate gli stupidi
Sesso e porno sul MegaUpload dell'FBI
Agosto 2016
WhatsApp condivide i dati dell'utente con Facebook
La realtà virtuale di Google è pronta al lancio
Android 7.0 Nougat, ecco le novità
L'NSA si lascia sfuggire armi informatiche segrete
Tutti gli Arretrati


web metrics