Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
L'auto che si guida da sola... (completa la frase)
ci permetterà di sfruttare il tempo perso guidando, magari in coda.
ci toglierà l'ultimo brandello di privacy.
ci farà viaggiare più sicuri.
ci esporrà a nuovi pericoli, dovuti ai bug o agli attacchi degli hacker.
ci consentirà di ridurre l'inquinamento.
ci priverà dell'autonomia.
sarà accettabile solo se ci permetterà sempre di scegliere la guida manuale.
sarà sicura solo se non permetterà mai la guida manuale.

Mostra i risultati (4739 voti)
Ottobre 2014
Honor 6, lo smartphone 4G più veloce del mondo
Trovare le chiavi sotto lo zerbino con Google
La batteria che dura vent'anni e si ricarica in due minuti
Google lancia Inbox, l'email intelligente
L'ombrello ad aria
L'invenzione italiana che rende potabile l'acqua radioattiva
Samsung sperimenta la rete mobile 5G a 7,5 Gigabit/s
SIAE, una picconata al monopolio
Il chiavistello smart a prova di scassinatore
Hai scaricato Kill Bill? Arriva la multa
Vantablack, il materiale più nero del nero
Violati i server di Yahoo e Winzip
Mac colpiti da malware
Arriva Windows 10, cosa c'è da sapere (e dove si scarica)
Windows 10, torna il menu Start
Tutti gli Arretrati

Apple nega: "Nessuna backdoor sull'iPhone"

L'azienda di Cupertino nega ogni coinvolgimento con la NSA



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-01-2014]

iphone nsa1 backdoor

C'è anche Apple tra le aziende citate dal settimanale tedesco Der Spiegel come "collaboratrici" della NSA.

Si tratta di società che avrebbero permesso all'agenzia statunitense di inserire backdoor sui loro prodotti, garantendo così l'accesso e la possibilità di spiare gli utenti.

La situazione di Apple è particolarmente complicata perché un ricercatore che si occupa di sicurezza informatica, Jacob Applebaum, ha affermato allo scorso Chaos Communication Congress (tenutosi ad Amburgo alla fine di dicembre) che sin dal 2008 la NSA avrebbe accesso a iOS per spiare gli utenti di iPhone.

Grazie al programma Dropoutjeep la NSA sarebbe stata in grado di ottenere le email, gli SMS e i messaggi vocali, ma anche ottenere informazioni sulla posizione e attivare il microfono e la fotocamera.

Secondo Applebaum l'unico modo in cui la NSA sarebbe stata in grado di ottenere un controllo così completo sugli iPhone è che Apple stessa abbia collaborato, sebbene la possibilità che l'Agenzia abbia sfruttato una falla nell'iPhone di prima generazione (ossia quello in commercio nel 2008) non possa essere completamente esclusa.

Sondaggio
Secondo te qual è tra questi il miglior smartphone del momento? Confronta i risultati con quelli del sondaggio successivo primavera/estate 2014)
Apple iPhone 5C - 3.3%
Apple iPhone 5S - 17.8%
BlackBerry Q10 - 1.0%
BlackBerry Z10 - 1.1%
HTC One - 9.6%
LG Optimus G Pro - 1.3%
LG G2 - 6.6%
Motorola Moto X - 1.9%
Nokia Lumia 925 - 3.1%
Nokia Lumia 1020 - 7.2%
Samsung Galaxy Note 3 - 16.1%
Samsung Galaxy S4 - 31.2%
  Voti totali: 2513
 
Leggi i commenti (4)

Dal canto proprio, la società di Cupertino respinge ogni accusa di complicità: in un comunicato Apple ha affermato di non aver mai avuto a che fare con la NSA per l'installazione di una backdoor sull'iPhone.

«Apple non ha mai collaborato con la NSA per creare una backdoor su nessuno dei nostri prodotti, compreso l'iPhone. Inoltre, non siamo a conoscenza di questo programma che permetterebbe alla NSA di spiare i nostri prodotti. Abbiamo molto a cuore la privacy e la sicurezza dei nostri utenti» ha dichiarato l'azienda.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Approfondimenti
Google collaborava segretamente con la NSA
Una backdoor minaccia i router Linksys e Netgear
Così la NSA installa malware su tutti i PC
La spia che tieni in tasca: il tuo cellulare
NSA chiese a Torvalds di mettere backdoor su Linux
Come l'NSA ha tradito la fiducia del mondo
Apple e datagate: 60 richieste dall'Italia

Commenti all'articolo (2)


Gladiator
Certo chi è che avrebbe risposto si lo sappiamo e lo abbiamo fatto per la sicurezza nazionale o perché ci siamo stati costretti dal governo??? :roll: Ne Apple ne alcuna altra azienda potrebbe mai ammettere una cosa del genere anche se è vera e, molto probabilmente, lo è... :twisted:
4-1-2014 11:49

{Rino Ache}
Si vabbè, è come chiedere all'oste se il suo vino è annacquato, la verità non la sapremo mai.
2-1-2014 23:53

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics