Sondaggio
Sempre più siti richiedono dati personali in fase di registrazione. Tu come ti comporti?
Li concedo senza problemi.
Piuttosto rinuncio al servizio.
Inserisco dati falsi.
Li concedo solo se ho vera necessità del servizio e comunque solo se il sito mi sembra serio.

Mostra i risultati (4812 voti)
Marzo 2015
Decreto antiterrorismo, evitato il trojan di Stato (per ora)
Come riutilizzare uno smartphone
L'auto che evita di prendere multe per eccesso di velocità
Windows 10 sarà gratis anche per i pirati
Microsoft manda in pensione Internet Explorer dopo 20 anni
La chiavetta Usb che ti frigge il Pc
La falla FREAK è risolta
Chi ha inventato la correzione automatica?
Non ridete: i colori di quel vestito virale sono una cosa seria
Spostare la barra delle applicazioni, registrare ciò che avviene sul desktop
L'Europa vuole Internet a due velocità
Nerdcensione: Cinquanta Sfumature di Grigio
Febbraio 2015
Eliminare i file superflui, aprire il prompt ovunque e limitare l'UAC
WhatsApp, arrivano le chiamate vocali
Lenovo ha preinstallato malware sui suoi PC
Tutti gli Arretrati

Diventa imprenditore a 11 anni vendendo mele secche online

Un ragazzino di Praga ha ottenuto un grande successo grazie alla propria intraprendenza e a Internet.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-02-2014]

tomas vejmola

All'inizio Tomas Vejmola, un ragazzo di soli undici anni abitante a Mní¨ek pod Brdy, nei pressi di Praga (Repubblica Ceca), voleva solo mettere da parte un po' di soldi per comprarsi un PC più potente, una spesa che i suoi genitori non volevano finanziare.

A questo scopo aveva pensato di far seccare le mele del proprio giardino e venderle, tagliate a rotelle, su Facebook.

Aveva anche calcolato che, per comprare il PC dei suoi sogni, avrebbe dovuto vendere ben 544 sacchetti - confezionati da lui - a 40 corone ceche(circa 1,50 euro).

I primi soldi guadagnati li ha dovuti spendere per acquistare due ulteriori essiccatrici da aggiungere a quelle che aveva già.

Tomas ben presto è diventato un caso mediatico e il suo sito, attualmente non più attivo, è stato visitato in soli due mesi da migliaia di ammiratori.

Sondaggio
Qual è il motivo che ti spinge maggiormente (oppure no) ad acquistare online?
La facilità di acquisto
La presenza di maggiori sconti e promozioni
La possibilità di evitare i centri commerciali
Una più ampia visibilità delle promozioni in corso
La possibilità di valutare tutte le opzioni
Poter acquistare anche all'ultimo momento

Mostra i risultati (1600 voti)
Leggi i commenti (12)

La sua popolarità è cresciuta tanto che la maggiore catena di informatica della Repubblica Ceca h voluto regalare a Tomas il PC che avrebbe voluto acquistare: chissà adesso come reinvestirà i guadagni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
La storia del barbone che sviluppa app di successo
A 11 anni spende un capitale su Xbox Live. Colpa di Microsoft?
Seduce un tredicenne con l'Xbox
Ragazzino scova bug in Firefox

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)


ioSOLOio
mi trovo concorde con amldc..pregevole l'intraprendenza del ragazzino ma....ma un conto è l'intraprendenza un conto è poi il confronto con la necessità reale...
9-2-2014 11:43


Zievatron
Mhà. Io direi che in Italia non si sarebbe mai permesso di farlo. Oppure, prudentemente, non glielo avrebbero permesso i genitori, temendo il peggio. :(
8-2-2014 13:53


Gladiator
E alla fine l'accertamento dell'Agenzia delle Entrate che in base agli studi di settore avrebbe sovrastimato i suoi guadagni del 100 % e gli avrebbe appioppato una tassa tale che anche i genitori sarebbero rimasti senza soldi... :roll:
5-2-2014 19:06


Maary79
Ti sei dimenticato la visita della guardia di finanza e dell'ASL, e di tutte le eventuali sanzioni, che portano giustamente a mettersi in regola, ma a non guadagnare niente...o a rimetterci :roll: Leggi tutto
4-2-2014 16:59


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics