I migliori prodotti hi-tech del 2015

Le più grandi invenzioni dell'anno appena concluso, votate dagli utenti di Product Hunt.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-12-2015]

01
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Si autodefinisce «Il Reddit dei prodotti» e l'affermazione non è molto lontana dal vero: Product Hunt, fondato nel 2013, è il luogo in cui segnalare il lancio di nuovi prodotti e votare i migliori.

Quest'anno, Product Hunt ha lanciato per la prima volta i Golden Kitty Awards, una sorta di concorso in cui gli utenti del sito hanno votato i migliori prodotti in varie categorie. È nata così la classifica dei più importanti prodotti del 2015.

1. Slash Keyboard 2.0

Slash Keyboard è una tastiera per iOS, che s'è guadagnata il primo posto in classifica perché ciò che offre va al di là delle funzioni offerte dai concorrenti.

A fianco della barra spaziatrice integra un tasto speciale, che riporta il simbolo di una barra blu (uno slash, appunto), premendo il quale si possono effettuare ricerche in diversi motori di ricerca senza uscire dall'app in uso.

Ciò facilita anche la condivisione dei contenuti scovati su siti come YouTube o Spotify, alimentando la vocazione social di questa tastiera.

2. Raspberry Pi Zero

Sondaggio
Cosa fai se l'antivirus non ti permette di installare un programma?
Disattivo temporaneamente l'antivirus per installare il programma che considero affidabile
Non installo il programma. Forse ce n'è un altro simile cercando su Internet
Creo regole di esclusione per le applicazioni di cui sono sicuro/a

Mostra i risultati (669 voti)
Leggi i commenti (4)

Raspberry Pi non ha probabilmente bisogno di presentazione: è uno dei più famosi "minicomputer" implementati su di unica scheda elettronica.

Lo scorso novembre è arrivato sul mercato Raspberry Pi Zero, una versione che costa appena 5 dollari e include: un processore a 1 GHz, 512 Mbyte di RAM e uscita HDMI in grado di reggere una risoluzione di 1080p a 60 fps.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Tesla Powerwall, Periscope e Be My Eyes.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

{ice}
Lily Drone Camera è ancora e SOLO un progetto su kickstarter Se volete le stesse caratteristiche (in piu pieghevole, ma non restistena all'acqua) ad un prezzo inferiore ai 600E comprensivo di TUTTO (anche di un gimbal 2D e di relativa action cam 4K) esiste SIMTOO una ditta cinese che costruiisce fisicamente dromi da un paio... Leggi tutto
20-1-2016 10:35

{alverman}
Powerwall di Tesla è una operazione di marketing e basta. Esistono altri sistemi antecedenti, e da un bel pezzo ci si può fare da sé (magari aiutati da un amico "sapiente") il "powerall" usando regolatore, batterie gel per camper (del litio, inquinante, raro, e prevalentemente cinese non ce ne... Leggi tutto
1-1-2016 14:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A inizio millennio per lavorare nella new economy bisognava trasferirsi nelle grandi città, soprattutto Milano. Oggi la banda larga si è diffusa, ci sono nuove piattaforme di collaborazione ed è cambiato l'approccio al lavoro. Alla luce di questo...
Abito in una grande città e qui rimarrò.
Abito in una grande città ma sto valutando di trasferirmi in provincia.
Abito in provincia e non mi sposterò di certo.
Abito in provincia ma sto valutando di trasferirmi in una grande città.
Abitavo in una grande città ma mi sono traferito in provincia.
Abitavo in provincia ma mi sono trasferito in una grande città.
Città o provincia non fa grande differenza, ma mi sono trasferito (o sto valutando di trasferirmi) all'estero.

Mostra i risultati (1125 voti)
Febbraio 2017
Google ha violato la crittografia SHA-1
Il malware che ti spia dal microfono del PC
WhatsApp attiva l'antifurto: verifica in due passaggi
Il sito per stalkerare chiunque su Facebook
Monaco molla Linux e torna a Windows
Cerber, il ransomware che prende di mira gli utenti italiani
Mozilla uccide Firefox OS e licenzia
Il trojan che imperversa sui sistemi Linux
Gennaio 2017
La rivincita delle musicassette
I 10 siti di torrent più popolari
Microsoft termina il supporto al Windows 10 originale
La backdoor in WhatsApp che permette di intercettare i messaggi
Quei titoloni su Draghi, Renzi e Monti ''hackerati'' sono una bufala
Galaxy S8, lo smartphone che è anche un PC
Sì, le smart TV sono infettabili
Tutti gli Arretrati


web metrics