Ottobre, è tempo di patchare

Se usate Internet Explorer o comunque l'avete installato nel vostro computer, cosa pressoché inevitabile se usate Windows, è di nuovo tempo di scaricare e installare al più presto un aggiornamento di sicurezza.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-10-2003]

In Internet Explorer c'è una falla, descritta in dettaglio (in inglese) qui e in dettaglio ancora maggiore (sempre in inglese) qui, che consente di farvi credere ad esempio di star visitando Google quando in realtà state visitando un sito pirata e quindi state affidando al pirata eventuali password e dati personali che immettete nella pagina che compare.

Per infettarsi, è sufficiente che un utente Internet Explorer visiti una pagina Web appositamente confezionata o visualizzi con Internet Explorer un e-mail o messaggio di newsgroup. La falla è già utilizzata da almeno due "virus" (più propriamente "trojan", dato che non si autoreplicano), denominati QHosts-1 e Backdoor AZV; quest'ultimo è descritto presso questa pagina.

Fra i vari sintomi d'infezione c'è la creazione di un file "hosts" che redirige nomi di siti molto noti (ad esempio google.com, altavista.com) all'indirizzo IP del pirata, 207.44.220.30 (che al momento in cui scrivo è irraggiungibile).

Il secondo trojan tenta di connettersi a hackarmy.tk. Fra le "esche" usate per infettare le vittime, un'icona di un busto femminile in reggiseno e le parole "Christina Aguilera" nel nome di un falso salvaschermo.

Lo scopo di questi trojan, a quanto pare, non è causare danni al vostro computer, ma usarlo come trampolino per attacchi informatici, di cui sembrerete voi il colpevole. La segnalazione proviene da The Inquirer.

Aggiornate pertanto il vostro antivirus e scaricate e installate la patch di correzione di Internet Explorer, disponibile presso Microsoft.

E' interessante notare che questa falla era stata già "corretta", in teoria, da una patch precedente (la MS03-032), che però in realtà si è dimostrata inefficace, come dichiarato presso Network Associates.

Come consueto, questa falla affligge soltanto gli utenti Windows. Un altro passo avanti lungo la strada del trustworthy computing, l'informatica di cui fidarsi. Come no.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
.

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (1)

Zeno
Non si può scaricare la patch... Leggi tutto
6-10-2003 13:55

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Il flop di Windows 8 sembra replicare tristemente quello di Vista e c'è chi comincia a sostenere che Microsoft sia ormai sulla via del declino, dopo aver mancato clamorosamente il successo anche nei telefonini, nei tablet e nei dispositivi embedded.
Windows 8 è perfettamente stabile, facile da usare e non richiede hardware particolare: non è affatto un flop e Microsoft non è in declino.
La qualità del software Microsoft è in calo da anni: mancano soprattutto in visione e in integrazione. Stanno spingendo su troppi fronti, perdendo di vista la qualità complessiva.
Ognuno deve fare bene il proprio mestiere e basta. Microsoft si concentri su Windows, lasciando perdere Zune e tutto il resto; Google insista sui motori di ricerca, non sui social network, la mail o gli occhialini.

Mostra i risultati (5823 voti)
Maggio 2016
Come far durare più a lungo la batteria di un dispositivo Android
Ragioni per usare la modalità aereo quando non sei in aereo
Il ''Service Pack 2'' di Windows 7
TeslaCrypt, arriva la chiave di sblocco universale
Red Ronnie e la Sindrome delle Due Campane
CryptXXX torna a colpire e non c'è antidoto che tenga
Metroweb, Enel e Telecom: come ricomprare ciò che era tuo
CEO di BioViva si inietta virus e si allunga vita di 20 anni
Tre pianeti simili alla Terra distanti pochi anni luce da noi
Lo smartphone economico dell'ex CEO di Apple
Aprile 2016
Badlock, la minaccia è reale: a rischio tutti i Windows e i Linux
Harry Potter accusa Wikipedia di pirateria
6 funzionalità interessanti di Android N
Il successo degli ''inculators''
La fibra di Enel sfida Telecom Italia
Tutti gli Arretrati


web metrics