Microsoft, patch di sicurezza anche per Windows Xp

Difenderanno gli utenti dagli exploit rubati alla Nsa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-06-2017]

windows xp patch

Nonostante il generale apprezzamento per Windows 10 e tutti gli sforzi di Microsoft per convincere anche i più restii a passare all'ultima versione di Windows, ci sono ancora parecchi utenti che usano Windows Xp.

Per lo più si tratta di situazioni particolari - come bancomat e apparecchi similiari - ma ci sono anche aziende che per vari motivi preferiscono non aggiornare il parco macchine.

La recente ondata di malware iniziata con WannaCry ha mostrato quanto l'utilizzo di sistemi non protetti rappresenti un pericolo, e così Microsoft ha deciso di intraprendere un'azione quasi inedita: rilasciare patch di sicurezza anche per Windows Xp e altre versioni non più supportate di Windows, che correggono tre falle recentemente divenute pubbliche.

Il post pubblicato sul blog ufficiale spiega che il rilascio è stato deciso a causa del «rischio elevato di cyberattacchi distruttivi» ai danni di organizzazioni governative, che spesso ancora usano versioni datate di Windows.

Le patch sono disponibili per chiunque: non fanno parte del programma di supporto aggiuntivo, elaborato da Microsoft per quelle realtà particolari che non possono aggiornare i propri sistemi, ma di una disponibilità generale.

Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (1799 voti)
Leggi i commenti (15)

Tuttavia, non bisogna pensare che la cosa segni un'inversione di tendenza: si tratta di un'eccezione, e ciò che non è più supportato resterà non supportato.

«La nostra decisione di oggi» - scrive Microsoft - «non deve essere vista come una deviazione dalle nostre politiche di servizio usuali. Basandoci sulle valutazioni circa le attuali minacce elaborate dai nostri ingegneri che si occupano di sicurezza, abbiamo deciso di rendere disponibili gli aggiornamenti in modo più ampio».

Se la mossa di Microsoft fornirà qualche protezione aggiuntiva ai vecchi sistemi, c'è tuttavia anche un rischio: si rischia di creare l'idea che, nei casi gravi, il gigante di Redmond interverrà sempre, e quindi si può evitare di aggiornare.

In realtà, a dispetto dell'attaccamento che molti mostrano verso Windows Xp, si tratta pur sempre di un sistema operativo vecchio di sedici anni e che non viene più aggiornato, e che pertanto in generale soffre di diverse debolezze. Cullarsi nell'illusione che questa patch lo renda alla pari con i sistemi più moderni è, appunto, soltanto un'illusione, e per di più pericolosa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Quali versioni di Windows sono vulnerabili?
Addio, Windows Vista
Il ''Service Pack 2'' di Windows 7
Chrome 50 abbandona Windows XP e Vista
Un PC su quattro ha ancora Windows XP
Aggiornamenti Windows XP dopo fine vita del sistema
Microsoft rilascia la correzione anche per Windows XP
Windows XP, è l'ora della pensione

Commenti all'articolo (4)

Personalmente ritengo che la verità stia nel mezzo come sovente avviene. Sicuramente le prestazioni di W8 e W10 sono superiori ai loro predecessori però io continuo a preferire l'interfaccia Aero a quelle cose piastrellose e pastellose che hanno inserito negli ultimi SO, per tacere dell'aumentata ficcanseria degli ultimi windows. Per... Leggi tutto
26-6-2017 19:05

Una ola di entusiastica approvazione. Leggi tutto
21-6-2017 14:32

@Salvatore I suffissi? :shock: Se intendi le estensioni dei file, forse perchè molti utonti gliela cancellavano in quanto non riconoscevano nel nome del file quelle lettere dopo il punto. Personalmente penso che la gente sia molto pigra, non interessa sapere nulla di più del pc che per quello che lo usa, che sia per lavoro o... Leggi tutto
16-6-2017 11:54

{Salvatore}
Gli utenti che usano ancora Windows XP e non passano a windows 10 (e che nemmeno sono passati a suo tempo a windows 8) non è che sono affezionati a windows xp oppure non riconoscono la potenza di windows 10, ma non sopportano il vizio di microsoft (e anche di altri) di stravolgere l'interfaccia dei programmi. Che senso ha... Leggi tutto
15-6-2017 09:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
iPad/iPhone, Android, Windows Phone hanno servizi che localizzano gli utenti. La privacy è violata?
Sì, almeno potenzialmente.
No, è tutta una bolla di sapone.
Non so.

Mostra i risultati (2863 voti)
Giugno 2017
Ransomware russo, oltre al danno la beffa: i dati non si recuperano
I medici americani: i lampioni a Led fanno male
Dove vanno a finire le foto mandate tramite WhatsApp?
Le torri di Amazon per i droni
Microsoft: ''Sì, disabilitiamo gli antivirus. Per il bene degli utenti''
Banda larga, scontro assurdo fra Tim e Governo
Il caso del sindacalista che criticava gli stipendi d'oro
Italia, via libera al trojan di Stato
Difendersi dalle app-truffa presenti nell'App Store di Apple
Roaming dati nell'UE ''gratuito'' da ieri: occhio alle sorprese
Firefox 54, più sicuro con la sandbox e più leggero
Il link che infetta il Pc senza nemmeno dover cliccare
Ecco come vengono sfruttati in concreto i dati delle nostre navigazioni
Windows 10, un assaggio del Fall Creators Update
Dai gattini bonsai alla disinformazione pianificata
Tutti gli Arretrati


web metrics