Tre anni di prigione per aver piratato Deadpool

Un ventunenne americano è stato arrestato per aver condiviso il film su Facebook.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-06-2017]

deadpool facebook pirata

Un ventunenne californiano, Trevon Maurice Franklin, è stato arrestato per aver caricato sulla propria pagina Facebook il film Deadpool, appena una settimana dopo l'approdo nelle sale cinematografiche.

Sebbene la pellicola sia uscita oltre un anno fa, l'arresto è avvenuto soltanto lo scorso 13 giugno. L'uomo è stato condotto presso il tribunale federale di Fresno ammanettato e incatenato, e s'è dichiarato innocente. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Per cosa soprattutto ti sono utili i social media, sul lavoro?
Per prendermi una pausa dal lavoro
Per comunicare con gli amici e la famiglia mentre sono al lavoro
Per comunicare con i miei contatti professionali
Per trovare informazioni che mi aiutino a risolvere problemi di lavoro
Per costruire o rinforzare relazioni personali con i colleghi o i miei contatti di lavoro
Per scoprire cose sulle persone con cui lavoro
Per porre domande relative al lavoro a persone fuori dalla mia azienda
Per porre domande relative al lavoro a persone dentro la mia azienda

Mostra i risultati (271 voti)
Leggi i commenti (9)
Secondo l'accusa, Franklin avrebbe riprodotto e condiviso «almeno 10 copie» di Deadpool, il cui valore sarebbe pari a 2.500 dollari. In seguito a quest'azione, «oltre cinque milioni di persone» sarebbero state in grado di vedere il film senza pagare il prezzo del biglietto.

Ora l'FBI sta conducendo ulteriori indagini. Se sarà riconosciuto colpevole, Trevon Franklin rischia fino a tre anni di prigione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Disney: No, nessuno ha piratato i Pirati dei Caraibi
UE: la pirateria danneggia le vendite, ma non sempre
Netgear insegna come condividere un film piratato
Tre anni di galera per aver condiviso Fast and Furious 6
Quando i pirati si lamentano della pirateria

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Personalmente propendo più per il coglione, se li avesse sfidati ed avesse scelto FB per farlo, sempre di coglionata si tratterebbe... :wink: Leggi tutto
4-7-2017 19:09

In effetti... quantomeno per renderti conto di quanto sei stupido... :roll: Leggi tutto
4-7-2017 19:08

{mettipace}
Beh, certo che guardare un simile film e addirittura condividerlo è proprio un dichiararsi mentalmente smarriti. Sembra un'adesione totale e insensata all'ottava strategia di manipolazione di Noam Chomsky: "Spingere il pubblico a ritenere che è di moda essere stupidi, volgari e ignoranti ..."
18-6-2017 10:25

Effettivamente, li avrà sfidati...o è un coglione? :shock: Leggi tutto
16-6-2017 20:29

Il titolo è un pò troppo sensazionalistico. Sembrava che già stesse scontando i tre anni, invece nell'articolo si legge "Se sarà riconosciuto colpevole, Trevon Franklin rischia fino a tre anni di prigione." verosimilmente il tutto si concluderà con un'ammenda.
16-6-2017 17:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il fondatore di Microsoft ha chiesto all'UE di rendere più difficili gli ingressi in Europa ai migranti africani che cercano di raggiungere il continente attraverso le attuali rotte di passaggio. Sei d'accordo?
Sì.
No.

Mostra i risultati (660 voti)
Agosto 2017
Motorola brevetta lo schermo che si ripara da solo
Accesso a reti Wi-Fi
I sospetti della FDA sull'hamburger vegano
Password, abbiamo sbagliato tutto: usare numeri, maiuscole e caratteri speciali non serve
Arrestato l'hacker che fermò WannaCry
Il file sharing monouso di Mozilla
Antibufala: ''robot di Facebook'' che parlano fra loro una lingua sconosciuta
Video: perché questo uccellino sta a mezz'aria con le ali ferme?
Fondatore di Tor: il Dark Web non esiste
Luglio 2017
Windows 10, Creators Update per tutti
L'antivirus gratuito di Kaspersky
Adobe annuncia la morte di Flash
In arrivo Play Protect, ''antivirus'' di Google per Android
Come violare Facebook con un vecchio numero di telefono
La Camera approva data retention a 6 anni, infilato in emendamento su sicurezza ascensori
Tutti gli Arretrati


web metrics